SSP | GP Catalogna 2021: Manuel González vince Gara 2 in un emozionante finale a tre

Seconda vittoria in carriera per l’ex-campione della 300, De Rosa mastica amaro al secondo posto. Primo podio per Tuuli sulla MV Agusta.


Ai protagonisti della SSP non è servita la pioggia come in Gara 1 per dare vita ad una Gara 2 esplosiva. A vincere la seconda manche del GP Catalogna 2021 è stato Manuel González, alla sua seconda vittoria in carriera in Supersport: lo spagnolo è stato bravissimo negli ultimi giri a recuperare dal quarto al primo posto, battendo poi in una volata al cardiopalma sia Raffaele De Rosa, sia Niki Tuuli.

Per il napoletano del team Orelac è un altro, l’ennesimo secondo posto che gli lascia l’amaro in bocca, dato che l’appuntamento con la vittoria è tardato ad arrivare ancora una volta. Terza posizione per il finlandese, al suo primo podio con la MV Agusta; per la Casa varesina si tratta di una piccola gioia dopo una stagione tremenda fino a questo punto.

L’uomo da tenere d’occhio per questo weekend era Steven Odendaal, il quale però non ha saputo sfruttare minimamente dell’assenza di Dominique Aegerter. Giunto settimo, il sudafricano ha ancora 45 lunghezze da recuperare al leader del campionato.

LA CRONACA

Alla partenza le Yamaha di Krummenacher e González scattano bene mettendosi rispettivamente in prima e seconda posizione, mentre Tuuli parte male anche oggi e si ritrova quarto alle spalle di Philipp Öttl. Durante il primo giro il pilota di CM Racing fa l’andatura davanti allo spagnolo e alle due Kawasaki Puccetti, con anche Can Öncü partito, come suo solito, molto aggressivo.

Il gruppetto dei primi cinque riesce, sin dai primi giri, a guadagnare un po’ di margine sul resto dei concorrenti, in primis su Steven Odendaal che non sembra avere il ritmo sufficiente per recuperare. Il #4 viene anche passato da Raffaele De Rosa, che comincia così la sua rimonta. In questi primi passaggi il più agguerrito è Can Öncü, che con una serie di sorpassi si porta dal quarto al primo posto.

C’è spazio anche per qualche spavento per i primi: al sesto giro González tenta di rispondere al turco ma finisce sull’erba del rettilineo principale, a pochi metri dal muretto box; nel giro successivo riesce a passare ed Öncü si ritrova attaccato anche da Krummenacher, col quale entra in contatto alla staccata della 1. Intanto, sia Tuuli che De Rosa hanno superato Öttl, il quale si sgancia dal gruppo di testa.

Dopo la sfuriata iniziale, Can va in sofferenza e viene superato anche da De Rosa al curvone Repsol. L’inerzia di Gara 2 passa a favore del napoletano, il quale sorpassa anche Randy Krummenacher e si mette alla caccia di González. Si registrano due ritiri per scivolate in questa fase, ovvero quello di Bergman alla Caixa ma soprattutto quello di Öncü, a terra in curva 5; poco dopo si ritira anche van Eerde sulla Yamaha R6 di YART, per un problema al motore.

A dieci giri dalla fine il trio di testa González-De Rosa-Krummenacher ha preso un leggero vantaggio su Tuuli, il quale fa fatica a tenere il ritmo dei tre. De Rosa per diversi giri tenta il sorpasso in curva 1, ma a sette tornate dalla fine ce la a passare all’interno della Caixa.

La situazione di González si complica poco dopo: alla 1 lo spagnolo rallenta (forse per aver sbagliato una marcia) e perde due posizioni nei confronti Krummenacher e Tuuli. Con De Rosa davanti in fuga, lo spagnolo sorpassa prima il finlandese alla 5 e poi l’elvetico alla prima staccata, mettendosi alla caccia del pilota Kawasaki. Più indietro si registra l’incidente tra Arbel e Cauchi, col #85 colpito alle gambe durante la scivolata.

All’inizio dell’ultimo giro González è tornato su De Rosa e sono solo loro a giocarsi il successo, mentre Krummenacher e Tuuli si contendono la terza piazza; un errore di Randy al curvone Renault spalanca la porta alla MV Agusta, che passa in terza posizione. González invece attacca alla 7 e va al comando, rintuzzando anche la risposta di De Rosa alla Caixa. Nelle ultime curve il pilota di Orelac tenta di trovare uno spazio ma invano e la vittoria sorride allo spagnolo per appena 0”021.

Tuuli conclude il podio staccato a meno di 0”1, con Krummenacher quarto a mezzo secondo. Brenner è autore di un ottima gara e chiude quinto, mentre Caricasulo, sesto, è il primo dei piloti del campionato europeo. Solo in settima ed ottava posizione Odendaal ed Öttl, poi van Straalen e Hobelsberger.

Nella classifica piloti Aegerter, oggi assente essendo a Misano, ha ancora 45 punti di vantaggio su Odendaal, mentre González sale in terza posizione scavalcando Öttl (203 a 197). Ottimo weekend per Krummenacher, che sale in settima piazza in campionato.

Qui i risultati di Gara 2 e la classifica piloti della Supersport.

Fonte immagine: worldsbk.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM