SSP | GP Argentina 2022, Superpole: ancora Dominique Aegerter in pole, seguono le Ducati di Caricasulo e De Rosa

di Alyoska Costantino @AlyxF1
22 Ottobre 2022 - 17:11

Settima Superpole dell’anno per Aegerter, Baldassarri chiude quarto. Seconda fila con Tuuli e Cluzel, poi Bulega.


Anche oltreoceano i valori in campo della SSP non sono mutati ed il dominio di Dominique Aegerter in questo 2022 non sembra conoscere confini. È stato di nuovo l’elvetico a conquistare la Superpole, la settima dell’anno su dieci appuntamenti con l’1:41.181 fatto registrare nelle qualifiche del GP Argentina. 

A contendere la prima piazza all’elvetico non è stato il compagno di marca Jules Cluzel, il quale partirà comunque da un’ottima sesta posizione, bensì i ducatisti Federico Caricasulo e Raffaele De Rosa. L’alfiere di Althea Racing ha terminato secondo ad un decimo e mezzo, regolando il pilota Orelac VerdNatura di soli 0”026. Una prestazione del napoletano che, comunque, ispira fiducia per un prosieguo in SSP anche per l’anno prossimo e che lo riporta in prima fila dopo più di due anni (dal Gran Premio di Teruel 2020). 

Lorenzo Baldassarri aprirà la seconda fila. Essendo al debutto qui a San Juan Villicum, “Balda” ed il team Evan Bros. sembrerebbero destinati a giocare in difesa per le due manche di questo GP; il ritardo in qualifica dal record di Aegerter, però, non è stato abissale: solo 0”210. 

Tra le due Yamaha di Baldassarri e Cluzel scatterà Niki Tuuli sulla MV Agusta F3 800, per giunta anche rallentato nei minuti finali da Can Öncü. Se il finlandese potrebbe essere la sorpresa delle gare argentine, Öncü si è complicato la vita con una caduta a metà turno e dovrà partire 14°. 

Terza fila per la terza Ducati di Nicolò Bulega, ancora in difficoltà in questa seconda parte di campionato, per la Yamaha EAB Racing di Glenn van Straalen e per il vincitore di Gara 1 in Portogallo Stefano Manzi. Peter Sebestyen, compagno di Baldassarri, chiude la top ten. 

Qui i risultati della Superpole e lo schieramento di partenza per oggi e domani della SSP. 

Fonte immagine: yamaha-racing.com