SSP | GP Aragona 2021: Steven Odendaal ed Evan Bros. vincono Gara 1, Cluzel e Tuuli k.o.

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La prima manche del GP Aragona sorride al sudafricano, al suo primo successo nella 600. Aegerter ottimo secondo al debutto, poi Öttl. Incidente tra Cluzel e Tuuli, il finlandese è stato portato al centro medico.


La gara della Superbike aveva sì regalato diverse emozioni negli ultimi giri, ma la vittoria di Rea non era mai stata messa in discussione dopo metà gara. La prima manche del GP d’Aragona della Supersport 600, invece, ha visto una lotta per la vittoria serratissima tra due ex-protagonisti della Moto2, con Steven Odendaal a trionfare su Dominique Aegerter. Per il sudafricano si tratta del primo successo in SSP.

Aegerter non si può di certo ritenere insoddisfatto comunque, poiché ha spremuto al massimo la sua Yamaha R6 del team Ten Kate, battuta dalla “gemella” preparata da Evan Bros. solo sull’aspetto del motore. Terza posizione per Philipp Öttl su Kawasaki, che inizia bene la sua rincorsa al titolo.

In realtà, a pochi giri dalla fine, la lotta per la vittoria pareva ristretta a Jules Cluzel (Yamaha GMT94) e Niki Tuuli (MV Agusta), ma un contatto causato dal pilota finlandese alla curva 12 ha escluso entrambi dalla contesa. Brutto inizio di stagione anche per Randy Krummenacher, solo 11°.

LA CRONACA

Prima della partenza la direzione gara comunica una penalizzazione a Marc Alcoba: il debuttante spagnolo perde la sua settima posizione in griglia e scivola in 13a, perché la sua R6 non rispettava i limiti di peso minimo permessi dal regolamento, dopo la Superpole.

Alla partenza Cluzel sfrutta bene la pole position ottenuta, mentre Tuuli parte male e si ritrova quinto in uscita da curva 2, con Aegerter che lo manda leggermente largo e fuori traiettoria. “Julo” prova subito ad allungare mentre alle sue spalle Aegerter prova a superare Öttl, riuscendoci in curva 7. Il figlio d’arte attua però il controsorpasso poco dopo e il terzetto di testa prova ad allungare su Steven Odendaal e sugli altri.

Già al secondo giro Tuuli rischia di buttare al vento la sua gara, entrando in contatto col codone di Odendaal nel tentativo di passarlo alla 14; sia il sudafricano che il finlandese riescono a proseguire (quest’ultimo rischiando di finire nella ghiaia), mentre più indietro c’è la caduta di Alcoba nello stesso punto. Lo spagnolo riparte, ma si limiterà a rientrare ai box.

Dopo quest’erroraccio, Tuuli recupera a ritmo di carica su Odendaal e lo passa, facendo poi la stessa cosa con Aegerter sul rettilineo più lungo del tracciato. In poco tempo il finlandese raggiunge Jules Cluzel al comando (che intanto aveva accumulato un paio di secondi di vantaggio), ma decide di aspettare anziché affondare un attacco.

A sette giri dalla fine, però, ecco il colpo di scena: Tuuli arriva troppo veloce alla staccata della 12 e finisce per centrare l’incolpevole Cluzel, che vola per terra insieme alla sua Yamaha. Per il secondo anno di fila “Julo” è costretto al ritiro per colpe altrui, ma pure Tuuli è out ed è anche dolorante a terra; il pilota MV viene portato al centro medico.

La testa della corsa passa quindi a Öttl, che dà vita a un bel duello con Aegerter per la prima posizione. Prima lo svizzero prova a passare, al dodicesimo giro, alla curva 7, ma una volta subìta la risposta del tedesco nella curva a destra successiva, decide di portare l’attacco prima del curvone. La mossa gli riesce e Öttl, perdendo un attimo il posteriore in uscita, è costretto a cedere anche ad Odendaal.

Gli ultimi tre giri si trasformano in una lotta tutta Yamaha, con Odendaal che sorpassa l’avversario in curva 1 ed Aegerter che gli restituisce il favore poco dopo, in uscita dalla curva intitolata ieri a Carlos Checa. Questa scena si ripete anche all’ultimo giro con il #77 che mantiene il comando in uscita dalla curva 15, dal quale pare avere anche un buon vantaggio, ma l’ottimo motore preparato dal team Evan Bros. dà una grossa mano ad Odendaal, che lo svernicia e ottiene la sua prima vittoria in Supersport.

Aegerter è ottimo secondo davanti a Öttl, mentre segue la sorpresa sanmarinese Luca Bernardi, di CM Racing. Quinto Manuel González alla sua prima gara su una Yamaha, davanti a Federico Caricasulo. In top ten troviamo anche Raffaele De Rosa (nono), mentre Randy Krummenacher è solo 11° alle spalle di Can Öncü.

Questi i risultati di Gara 1, insieme alla classifica iridata.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

P300 MAGAZINE

SSP | GP Aragona 2021: Steven Odendaal ed Evan Bros. vincono Gara 1, Cluzel e Tuuli k.o.

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

SSP | GP Aragona 2021: Steven Odendaal ed Evan Bros. vincono Gara 1, Cluzel e Tuuli k.o.

Continua a seguirci