SBK / Supersport | GP Estoril 2022, sintesi dei warm-up

Arriva la pioggia all’Estoril e Jonathan Rea comanda con margine il warm-up SBK. Bautista 2°, Razgatlıoğlu staccato in quinta posizione.


Il timore più grande della giornata di ieri alla fine si è palesato in questa domenica mattina durante i warm-up della SBK e delle due categorie Supersport. Il turno di riscaldamento ha però permesso ai piloti di saggiare l’asfalto bagnato, in vista delle ultime manche del GP Estoril 2022.

SBK

Jonathan Rea, nel turno della massima categoria, è stato nettamente il più veloce in 1:48.832. Da solo il dato sul singolo giro non è molto significativo, ma il nordirlandese ha distanziato di ben 0”7 Álvaro Bautista (secondo), dimostrando come sia tutt’altro che battuto nonostante il terzo posto un po’ stretto della manche di ieri.

I distacchi sono stati decisamente più ampi e questo lo si può notare dalla situazione di Toprak Razgatlıoğlu. Il turco, mai stato realmente un “anfibio”, ha chiuso al quinto posto con 1”6 di ritardo. Lui ed il team Yamaha Pata BRIXX dovranno cercare di scovare qualcos’altro in termini di set-up per poter giocarsi la vittoria della SP Race e soprattutto di Gara 2.

A separare Razgatlıoğlu dai suoi due avversari ci sono Loris Baz ed Alex Lowes. Con la pioggia a scombussolare le carte il francese proveniente dal MotoAmerica è riuscito ad emerge sulla sua BMW, mentre Lowes ha dato fondo alla sua esperienza su fondo umido per tornare in top five.

Mattinata meno brillante per gli italiani: Michael Ruben Rinaldi è settimo sulla seconda Ducati Aruba.it (alle spalle anche di Iker Lecuona), davanti al connazionale Axel Bassani; solo 13° Andrea Locatelli, sprofondato a 2”8 da Rea e ad oltre un secondo dal compagno “Razga”. Da segnalare l’ottima prestazione di Xavi Forés, decimo al ritorno in SBK e dietro ad un altro possibile outsider per la gara, Scott Redding.

SSP

F1 | GP Spagna 2022: le infografiche post qualifiche Pirelli

Il turno della Supersport è stato troncato in due da un incidente occorso a Niki Tuuli nell’ultimo settore della pista e, al momento, le condizioni del finlandese sono ancora sconosciute. La sessione è poi ripartita con cinque minuti ancora disponibili e a dominarla è stato Kyle Smith su Yamaha R6, in 1:53.506. L’inglese ha messo tra sé e gli inseguitori 1”6 di gap.

Al contrario del turno SBK, in quello SSP gli italiani sono andati molto bene. Dietro Smith troviamo un terzetto di Ducati formato da Nicolò Bulega, Federico Caricasulo e Raffaele De Rosa. Lorenzo Baldassarri ha chiuso settimo, mentre Dominique Aegerter, dopo il successo di ieri, è solo 11° a oltre tre secondi dal leader. Ottimo quinto Benjamin Currie, pilota di Motozoo Puccetti.

SSP300

F1 | GP Spagna 2022: le infografiche post qualifiche Pirelli

I piloti della classe leggera, nonostante l’umido, hanno potuto sfruttare traiettorie più aggressive essendo usciti per ultimi in questo warm-up rispetto ai piloti SBK e SSP, dimostrando come la pista stia già andando in una condizione mista. Marc García ha seguito l’esempio di Rea e Smith e ha dominato la sessione in 2:03.661.

A 0”7 da lui c’è l’australiano Harry Khouri, mentre in terza posizione si è posto il nostro Kevin Sabatucci. Solo nono Álvaro Diaz, lontano dal passo del connazionale-rivale, mentre Samuel Di Sora è addirittura 15°.

Qui i risultati del turno SBK e i cronologici dei piloti. Tra circa mezz’ora scatterà la Gara Sprint.

Fonti immagini: press.kawasaki.eu, Facebook / VFT Racing, worldsbk.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS