SBK / Supersport | GP Estoril 2022 – Anteprima

La prima delle due gare in Portogallo si correrà al tracciato dell’Estoril, rientrato nel calendario SBK un paio di anni fa. Bautista il leader del mondiale al momento, Razgatlıoğlu chiamato ad una risposta.


La pausa di tre settimane che il campionato SBK si è preso in seguito al GP Olanda di Assen è servito ai massimi protagonisti e ai team di riferimento per riordinare un po’ le idee in vista della terza gara stagionale, il GP Estoril da disputare sull’omonima pista. Il weekend del 21-22 maggio sarà il primo di due appuntamenti portoghesi per il campionato, con Portimão che farà seguito più avanti durante l’autunno.

Si giunge al circuito lusitano dopo una Assen incredibilmente accesa e che ha lasciato non pochi strascichi tra i volti principali della categoria. Álvaro Bautista, tuttavia, arriva sorridente all’Estoril: le due vittorie in Aragona, unita al successo in Olanda, gli hanno permesso di guadagnare un discreto margine nella classifica generale. Chiaramente, però, è presto per parlare di mondiale in saccoccia (specie ripensando al 2019) e lo spagnolo dovrà dare continuità ai suoi risultati. Nel Motomondiale questo tracciato gli ha donato tre successi consecutivi tra il 2006 (125cc) ed il 2008 (doppietta in 250cc), mentre sulle Superbike il #19 conta un quinto posto come miglior piazzamento.

Il resto dello squadrone Ducati dovrà fare il possibile per rendersi utile a Bautista. In Olanda, con un Michael Rinaldi un po’ in affanno e pure acciaccato da qualche brutta caduta, si è potuto rivedere Axel Bassani, ottimo sesto al traguardo di Gara 2. Per il momento Bautista parrebbe in grado di fare la differenza, ma bisognerà aspettare le prime prove per una conferma.

A 18 punti da Bautista troviamo Jonathan Rea. Ad Assen il nordirlandese ha piazzato due vittorie ed ha raggiunto il traguardo delle cento vittorie con Kawasaki, ma il boccone amaro del weekend è giunto la domenica col contatto con Toprak Razgatlıoğlu. Il distacco dal ducatista non è abissale né irrecuperabile (specie con dieci round ancora disponibili), ma l’Estoril è un tracciato decisamente meno favorevole rispetto a quello di Assen ed il sei volte campione dovrà faticare ancora di più per vincere.

Le prime due gare stagionali di Alex Lowes sono state da incubo, specie Assen in cui la ZX-10RR l’ha appiedato ben due volte in gara. Come per Ducati, il team KRT punterà tutto su Rea con Lowes che dovrà fare da scudiero, mentre le squadre private del marchio di Akashi parrebbero navigare un po’ a vista. Caso emblematico è TPR Pedercini, che gareggerà con Isaac Viñales come sostituto di Loris Cresson, ma anche Puccetti Racing e Lucas Mahias al momento sembrerebbero troppo lontani per anche solo tentare di avvicinare i primissimi.

Delle tre Case di riferimento, Yamaha è quella che ha più lavoro da fare. Al contrario di Rea, lo svantaggio di Razgatlıoğlu in campionato ammonta già a 45 punti dalla vetta e già dall’Estoril sarà necessario recuperare punti sulla coppia di testa per il campione del mondo in carica. C’è il rischio che i tanti rumor legati alla MotoGP possano far perdere la concentrazione al turco e su questo il manager e mentore Kenan Sofuoğlu dovrà far sì che ciò non accada.

Andrea Locatelli, tra i vari scudieri, è sembrato il più vicino al terzetto di testa e, grazie agli eventi di Assen, ha guadagnato il suo primo podio stagionale ed il miglior risultato in carriera col secondo posto. La strada per raggiungere il compagno e giocarsi qualche successo è ancora lunga, ma intanto l’ex-campione della SSP potrebbe rivelarsi un prezioso alleato per il #1. Sta andando abbastanza bene Garrett Gerloff, anche se nell’ultima gara non ha visto il traguardo in seguito ad un contatto con un altro pilota nelle prime curve, in una Assen che pare stregata per il texano.

Per ora la quarta forza del campionato è la Honda, specie con Iker Lecuona. Seppur propiziato dal contatto Rea-Razgatlıoğlu, il terzo posto ottenuto in Gara 2 in Olanda ha un gusto dolcissimo e può far ben sperare anche per il futuro, dato che il valenciano ha appena debuttato e la Honda, nelle due stagioni passate, non era andata bene al TT olandese.

Come pista l’Estoril dovrebbe sposarsi anche meglio alle caratteristiche della CBR, ma Lecuona vi sarà al debutto assoluto, così come Xavi Vierge che, complice anche qualche acciacco fisico, per ora sta faticando nel confronto diretto col #7. Non pervenuta la squadra MIE Moriwaki invece, con Tati Mercado capace di ottenere giusto un punto nelle sei manche corse.

Pure per BMW è spuntato un piccolo raggio di sole nella gara olandese, grazie al quinto posto di Redding nella manche finale e ai due sesti di Loris Baz tra Gara 1 e SP Race. E’ ancora troppo presto per parlare di ripresa, ma specie per l’ex-pilota Aruba.it questo risultato può mettere le basi per un primo importante miglioramento durante la stagione. Nella sua terra natia è rientrato Michael van der Mark, ma nonostante la voglia di correre davanti al proprio pubblico “Magic Michael” non è andato oltre ad un’ottava piazza nelle tre manche corse; vedremo se l’olandese ritroverà la propria forma fisica ottimale all’Estoril, in modo anche da misurare il confronto con gli altri piloti BMW.

SSP

SBK | Frattura al piede destro per Tamburini, all'Estoril ci sarà Fritz

Al contrario di quanto successo in SBK, il weekend di Assen è andato a senso unico per quanto riguarda la SSP. Dominique Aegerter ha ripetuto la doppietta del 2021 ed ha allungato sensibilmente nella generale, complice anche un errore di Baldassarri in Gara 1. L’elvetico pare senza freni e, dopo aver guadagnato anche la testa del campionato MotoE, l’obiettivo è incrementare ulteriormente il proprio vantaggio anche nella serie delle supersportive.

Proprio all’Estoril, lo scorso anno, il #77 ha colto la sua prima vittoria con le 600cc e potrà godere di un vantaggio d’esperienza dato anche dalla conoscenza del tracciato, al contrario degli italiani Lorenzo Baldassarri e Nicolò Bulega che, finora, sono sembrati le minacce più preoccupanti al trono di Aegerter in SSP.

SSP300

SBK | Frattura al piede destro per Tamburini, all'Estoril ci sarà Fritz

Quattro gare, quattro vincitori diversi. La SSP300, in termini di estremo equilibrio, non si smentisce mai e, se in Aragona era stato dominio spagnolo, ad Assen a spartirsi i successi sono stati Victor Steeman e Hugo De Cancellis. Né uno né l’altro, però, sono riusciti a mettere insieme un weekend solido al 100% e la classifica, per ora, risponde ancora picche all’olandese ed al francese.

Álvaro Diaz conduce dunque con 70 punti ed otto di vantaggio su Marc García. All’Estoril, se uno dei due dovesse ottenere un secondo successo, creerebbe già un piccolo buco nella generale piloti.

Le condizioni meteo del weekend dovrebbero rimanere serene e stabili per tutt’e tre i giorni, con solo una diminuzione delle temperature per la domenica con massime di 21° contro i 25° del venerdì. Gara 1 della SBK sarà visibile in diretta su TV8, ma i non abbonati ai servizi Sky saranno svantaggiati per la domenica vista la concomitanza col Gran Premio di Spagna della F1. Gara 1 andrà quindi in differita sul canale 8 del digitale, mentre la SP Race e le manche delle categorie Supersport, oltre che i vari turni di libere, saranno disponibili solo su Sky Sport o tramite il VideoPass del sito WorldSBK.com.

INFO TRACCIATO

SBK | Frattura al piede destro per Tamburini, all'Estoril ci sarà Fritz

Lunghezza tracciato: 4.182 m
Rettilineo: 968 m
Curve: 13 (4 a sinistra, 9 a destra)
Senso: orario
Record della pista: 1:35.876 (Jonathan Rea, Kawasaki, 2021)

ALBO D’ORO

SBK | Frattura al piede destro per Tamburini, all'Estoril ci sarà Fritz
SBK | Frattura al piede destro per Tamburini, all'Estoril ci sarà Fritz

ORARI TELEVISIVI*

Venerdì 20 maggio 2022

11:30 – FP1 SBK (Sky Sport MotoGP)
16:00 – FP2 SBK (Sky Sport MotoGP)

Sabato 21 maggio 2022

10:45 – SP SSP300 (Sky Sport MotoGP)
11:25 – SP SSP (Sky Sport MotoGP)
12:10 – SP SBK (Sky Sport MotoGP)
13:40 – Gara 1 SSP300 (Sky Sport MotoGP)
15:00 – Gara 1 SBK (Sky Sport MotoGP, TV8)
16:15 – Gara 1 SSP (Sky Sport MotoGP)

Domenica 22 maggio 2022

12:00 – SP Race SBK (Sky Sport MotoGP)
13:30 – Gara 2 SSP (Sky Sport MotoGP)
15:00 – Gara 2 SBK (Sky Sport MotoGP)
16:15 – Gara 2 SSP300 (Sky Sport MotoGP)
18:15 – SP Race SBK (TV8)
19:15 – Gara 2 SBK (TV8)

*: in grassetto gli orari in diretta.

Fonti immagini: press.kawasaki.eu, worldsbk.com

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS