SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 – Anteprima di Barcellona

Alyoska Costantino - 21 Settembre 2022 - 09:00

Dopo i colpi di scena a ripetizione di Magny-Cours, le derivate di serie tornano in Spagna. In SBK Razgatlıoğlu in recupero, Bautista col dente avvelenato per l’incidente con Rea.


La seconda parte del mondiale SBK è iniziata in maniera scoppiettante in Francia nella tappa di Magny-Cours e le premesse perché prosegua su questa falsariga anche a Barcellona ci sono tutte. Il GP Catalogna, col 2022, arriva alla sua terza edizione per il Circus delle moto di serie e la pista del Montmelò è pronta ad accogliere la sfida dei tre campionati grazie alla sua pista molto tecnica. 

SBK 

L’attenzione sarà ancora tutta per il confronto a tre della top class. Álvaro Bautista, Toprak Razgatlıoğlu e Jonathan Rea sono divisi da soli 47 punti con ancora ben cinque round da svolgere e di questo terzetto l’uomo del momento è sicuramente il turco. In una pista favorevole come Magny-Cours non tutto è andato per il meglio per l’alfiere Yamaha con la caduta in Gara 1 che gli ha negato un successo vitale, ma nel computo totale del weekend sono stati rosicchiati altri otto punti in campionato al leader e l’inerzia, per il momento, lo avvantaggia. 

Yamaha, nel frattempo, ha deciso di affilare le armi anche in vista delle prossime stagioni. La Casa dei Tre Diapason si è mossa nel mercato piloti ed ha scelto Remy Gardner come futuro pilota GRT, scaricando Garrett Gerloff. “Razga”, per quanto riguarda Barcellona, non ha grandi ricordi di questo tracciato: nel 2020 si è fatto male durante il warm-up e nel 2021 un guasto tecnico nella bagnatissima Gara 1 ha rischiato di fargli perdere il campionato mondiale; egli spera quantomeno di poter contare sull’aiuto di Andrea Locatelli, anche se l’anno scorso l’italiano non è andato oltre un quinto posto in Gara 2. 

Considerando le premesse del GP di Francia, Álvaro Bautista è riuscito a limitare bene i danni e a mantenere quasi inalterato il suo margine nella classifica iridata. Tuttavia, quanto successo in Gara 2 potrebbe pesare parecchio a fine stagione: l’incidente causato da Jonathan Rea alla Chateaux d’Eau ha annullato completamente i progressi del sabato fatti dall’ex-campione della 125cc, che non ha risparmiato commenti al veleno all’indirizzo del pilota Kawasaki (così come il team Aruba.it). 

Sulla pista di casa il pilota di Toledo vorrà certamente brillare e le possibilità per farlo ci sono: lo scorso anno Ducati è riuscita a vincere due delle tre manche e nel 2020 lo stesso Bautista, su una Honda acerba, si stava giocando il successo nella SP Race prima di un highside alla Repsol. Anche Michael Ruben Rinaldi, l’ultimo a vincere qui lo scorso anno, potrebbe dare un serio contributo al team, dopo aver ottenuto un ottimo secondo posto in Francia sufficiente a meritarsi il posto per il prossimo anno

Dei tre contendenti al titolo, Jonathan Rea al momento è sicuramente il più in difficoltà, oltre ad essere il più falloso. Come Razgatlıoğlu, “Jonny” ha commesso un errore cruciale in Gara 1 con la scivolata in uscita dall’ultima curva, ma è la manovra compiuta ai danni di Bautista a sporcare realmente il weekend (ed il campionato) del sei volte iridato, sollevando così anche dubbi sulla sua condotta in pista ripensando ad altri vecchi episodi (come a Jerez 2019 con Alex Lowes o come il contatto con Razgatlıoğlu di quest’anno ad Assen). 

Delle piste presenti in calendario, Montmelò non è forse la più gettonata per mettersi dietro la Ducati #19, ma negli ultimi test svolti qui il #65 ha guidato le classifiche e la squadra Provec, di casa, non sarà di certo impreparata. Anche Alex Lowes, per il momento solo ottavo nella generale ma reduce da un discreto weekend francese, potrebbe giocare un ruolo da scudiero fondamentale. 

Passano i Gran Premi e BMW sta diventando sempre più una certezza grazie a Scott Redding. Il pilota inglese ha collezionato un altro podio in Francia approfittando degli sbagli altrui ed è ora lecito pensare che l’ex-campione del BSB possa tornare un protagonista anche a lungo termine nel 2023. Tra l’altro è proprio a Barcellona che BMW ha conquistato la sua ultima Superpole lo scorso anno, grazie alle doti sul giro secco di Tom Sykes. 

Le prestazioni di Michael van der Mark, ancora in fase di recupero alla gamba infortunata, non sono ancora davvero comparabili con quelle dell’inglese, ma BMW, durante queste due settimane di stop, non è comunque rimasta con le mani in mano sul fronte piloti. Il team Bonovo Action si è assicurato Garrett Gerloff per il 2023, al posto del ritirante Eugene Laverty. 

La Casa dell’Elica dovrà stare attenta al possibile ritorno in auge di Honda in questo fine settimana. Barcellona è tra le piste più adatte alle caratteristiche della CBR1000RR-R e i due piloti ispanici, Iker Lecuona e Xavi Vierge, dovranno essere bravi a sfruttare quest’occasione. Sarà vitale in particolare per il valenciano, sceso al nono posto in campionato dopo delle ultime tappe poco felici ma ancora in corsa per la medaglia di legno nel mondiale SBK. 

SSP

SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 - Anteprima di Barcellona

La sfida iridata tra Dominique Aegerter e Lorenzo Baldassarri si è riaccesa di colpo a Most ed ha continuato a Magny-Cours, dove l’elvetico ha avuto la sua prima reazione di forza all’italiano, reduce da tre successi consecutivi. In Gara 1 la bandiera rossa aveva dato una mano a “Balda”, ma in Gara 2 la lotta per la vittoria si è protratta fino a tre curve dalla fine, dove l’alfiere di Evan Bros. ha ceduto alla pressione cadendo. 

Ora 21 punti separano i due contendenti, con un sacco di altri possibili outsider capaci di entrare nella lotta per la vittoria del singolo round, come Federico Caricasulo (che ha riportato la Ducati in pole in SSP dopo oltre vent’anni), Nicolò Bulega, Can Öncü, Glenn van Straalen e tanti altri. A Barcellona nel 2021 erano stati Randy Krummenacher e Manuel González a festeggiare, ma con entrambi partiti per altri lidi la lotta per la vittoria si fa molto incerta. 

SSP300

SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 - Anteprima di Barcellona

La classe leggera delle derivate di serie torna in Spagna proprio in una fase di campionato nella quale un pilota non-spagnolo potrebbe diventare una minaccia al primato iberico. Álvaro Diaz conduce nel mondiale con ben 197 punti ed un vantaggio di 40 sul connazionale Marc García, ma Victor Steeman, autore di una prestazione di forza nella seconda manche di Magny-Cours, non può essere escluso dalla partita nonostante il ritardo di 50 punti. 

Lo scorso anno il team MTM di cui Steeman ora fa parte aveva vinto la prima manche grazie a Jeffrey Buis, mentre la seconda era andata al pilota Yamaha Bahattin Sofuoğlu. Il confronto tra Kawasaki e Yamaha si preannuncia ancor più equilibrato quest’anno, nella speranza che anche alcuni volti italiani, come Vannucci, Ieraci e Gennai, possano infilarsi nella contesa per i due podi. 

Nonostante si arrivi a Barcellona da una settimana assolata, il meteo per il sabato e la domenica si preannuncia catastrofico con possibilità di scrosci e temporali pari al 90%; il lavoro sull’asciutto del venerdì rischierà dunque di essere inutile. La SBK tornerà in diretta con le sue manche principali su TV8, mentre la SP Race verrà data un’ora prima di Gara 2 in differita; per guardare le qualifiche e le libere del venerdì sarà invece necessario un abbonamento a Sky Sport, a NowTV o al VideoPass WorldSBK.com. 

INFO TRACCIATO

SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 - Anteprima di Barcellona

Lunghezza tracciato: 4.627 m 
Rettilineo principale: 1.047 m 
Curve: 13 (5 a sinistra, 8 a destra) 
Senso: orario 
Record della pista: 1:40.408 (Tom Sykes, BMW, 2021) 

ALBO D’ORO

SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 - Anteprima di Barcellona
SBK / Supersport | GP Catalogna 2022 - Anteprima di Barcellona

ORARI TELEVISIVI*

Venerdì 23 settembre 2022 

10:30 – FP1 SBK (Sky Sport MotoGP) 
15:00 – FP2 SBK (Sky Sport MotoGP) 

Sabato 24 settembre 2022 

09:45 – SP SSP300 (Sky Sport MotoGP) 
10:25 – SP SSP (Sky Sport MotoGP) 
11:10 – SP SBK (Sky Sport MotoGP) 
12:40 – Gara 1 SSP300 (Sky Sport MotoGP) 
14:00 – Gara 1 SBK (Sky Sport MotoGP, TV8) 
15:15 – Gara 1 SSP (Sky Sport MotoGP) 

Domenica 25 settembre 2022 

11:00 – SP Race SBK (Sky Sport MotoGP) 
12:30 – Gara 2 SSP (Sky Sport MotoGP) 
13:00 – SP Race SBK (TV8) 
14:00 – Gara 2 SBK (Sky Sport MotoGP, TV8) 
15:15 – Gara 2 SSP300 (Sky Sport MotoGP) 

*: in grassetto gli orari in diretta. 

Fonti immagini: medialibrary.yamaha-motor.eu, worldsbk.com