SBK | Samuele Cavalieri torna in Barni Racing al posto di Rabat

Dopo l’addio dell’ex-campione di Moto2, la squadra Barni riprende il pilota di Comacchio tra le proprie fila.


A due giorni dall’improvviso addio di Tito Rabat da Barni Racing, la squadra condotta da Marco Barnabò ha già deciso su chi puntare per il prosieguo della stagione, a partire dal round del Montmelò a Barcellona per la SBK.

Sarà Samuele Cavalieri, già pilota per Barni sia nel CIV che nel mondiale 2020, a salire sulla Panigale V4 R rosso-nera del team satellite Ducati. La stagione di Cavalieri era iniziato sotto il vessillo del team TPR Kawasaki Pedercini, ma dopo appena tre round l’assenza di sponsor ed il livello tecnico troppo basso l’hanno costretto a lasciare la squadra di Lucio, tornando così in orbita Ducati.

Nel lasso di tempo tra l’addio dal team Pedercini ed il ritorno nel mondiale SBK c’è stata l’esperienza con la Ducati Panigale V2 955, la bicilindrica che, dal 2022, potrebbe debuttare grazie ai nuovi regolamenti del campionato Supersport. La V2 era gestita dal team danese Schacht nel National Trophy, anch’esso legato a Barni.

Queste le dichiarazioni del #76: “Questa è l’occasione che stavo aspettando e prima di tutto voglio ringraziare “Barni” per l’opportunità. Ovviamente un grazie particolare anche alla mia famiglia e ai miei sponsor che hanno fatto in modo che tutto questo si realizzasse. Avrò a disposizione cinque gare e ci sarà il tempo per cucirmi addosso la moto. Il fatto di conoscere già la squadra, che è praticamente la stessa dello scorso anno, sarà un vantaggio, ma la cosa più importante è lavorare con metodo e non avere fretta. Il primo obiettivo è adattarsi il più in fretta possibile e cercare di divertirmi, correre senza pressione e migliorare gara dopo gara”.

Marco Barnabò ha voluto dare il bentornato a Samuele con queste parole: “Abbiamo scelto Samuele perché ha già corso con noi, ma soprattutto perchè credo che sia il momento giusto per la sua carriera. È giovane, ma ha già fatto esperienza anche nella SBK e credo che abbia ancora margini di crescita. Questa esperienza gli servirà  per fare lo step decisivo. Entrare a campionato in corso non è facile perché dovrà scontrarsi con piloti che hanno già disputato tante gare, ma proprio per questo ogni passo avanti avrà un grande valore e ogni risultato avrà un sapore ancora più dolce”.

In caso di buone prestazioni, il giovane pilota italiano potrà sperare in un contratto anche per il 2022 a tempo pieno, dato che Barni Racing è ancora alla ricerca di un pilota per la prossima stagione.

Fonte immagine: barniracingteam.it

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM