SBK | Rinviato a data da destinarsi il GP del Qatar

SBK | Rinviato a data da destinarsi il GP del Qatar

Come successo con la MotoGP, nemmeno col mondiale Superbike Dorna ha potuto fare nulla in merito alle misure di contenimento applicate dallo stato del Qatar per i viaggiatori provenienti da Italia e altri paesi. La seconda tappa del campionato, prevista sulla pista di Losail per il weekend del 15 marzo, non si svolgerà come previsto ma si cercherà di spostarla più avanti nel tempo, presumibilmente verso ottobre.

Era una notizia comunque nell’aria e decisamente più prevedibile rispetto alla cancellazione che ha colto di sorpresa la MotoGP: domenica 1 marzo, il giorno dell’emanazione della direttiva dal governo qatariano, i piloti e tutto il Circus della Superbike avevano appena concluso la prima tappa in Australia per le manche di Phillip Island. Le due settimane di quarantena prevista per i viaggiatori provenienti dalla lista di Stati contagiati, tra cui spicca l’Italia, sono un periodo eccessivamente lungo e che non avrebbe permesso di svolgere il weekend a dovere.

La tappa di Losail quest’anno era già stata spostata tra le primissime della stagione in modo da favorire la copertura televisiva a Dorna (che avrebbe riutilizzato le attrezzature usate per il weekend del Motomondiale nella settimana precedente) e tagliare alcuni costi, ma l’emergenza globale Coronavirus ha scombussolato totalmente i piani del promoter spagnolo, della FIM e di tutti i soggetti che compongono il paddock del campionato. La prossima tappa diventa quindi il Gran Premio di Spagna a Jerez prevista dal 27 al 29 marzo, a patto che anche questa non subisca modifiche o addirittura cancellazioni improvvise.

Fonte immagine: worldsbk.com

#iorestoacasa

A sostegno della Protezione Civile

IT84Z0306905020100000066387

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,552FansLike
879FollowersFollow
1,642FollowersFollow
SBK | Rinviato a data da destinarsi il GP del Qatar 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE