SBK | Pubblicate le entry list 2021 delle varie classi

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Anche il mondiale delle derivate di serie pubblica la lista ufficiale degli iscritti alla stagione in arrivo. Ancora da annunciare i piloti di Moriwaki.


Il campionato mondiale Superbike di quest’anno scatterà, a meno di brutte sorprese, ad Assen il 23 aprile, e a poco più di due mesi dall’avvio di campionato sono state finalmente pubblicate, sui siti WorldSBK e FIM, le entry list delle categorie SBK, SSP600 e SSP300.

SSP300

Nella categoria leggera, giunta alla propria quinta stagione, saranno 42 gli iscritti a tempo pieno del campionato 2021. Come successo nel 2019, il campione in carica della categoria rimarrà per difendere il proprio titolo, come già tentato (senza successo) da Ana Carrasco. Si tratta stavolta di Jeffrey Buis, che utilizzzerà il #1 sulla propria Kawasaki del team MTM.

La squadra olandese schiererà nuovamente quattro punte per provare a vincere ancora il titolo, ma tra queste non ci sarà Scott Deroue, che quest’anno non gareggerà nella 300. Sarà Adrian Huertas a sostituirlo, affiancando così i confermati Koen Meuffels e Yuta Okaya.

Altri cambiamenti in griglia riguardano alcuni dei protagonisti del 2020. Hugo De Cancellis, ad esempio, ha lasciato il programma bLU cRU della Yamaha per accasarsi nel team Prodina Kawasaki, sostituendo Mika Perez (anche lui non presente in lista) e affiancando il nostro Thomas Brianti. I fratelli Kawakami, Meikon e Ton, saranno invece compagni di squadra nella struttura AD78 Brasil.

Parlando di italiani, l’assenza quest’anno di Bruno Ieraci verrà compensata dall’ex-vicecampione de mondo Alfonso Coppola, che correrà col team Trasimeno. Il nostro portacolori avrà l’occasione di vedersela con il suo ex-rivale del 2017 Marc García, che continuerà con la 2R Racing non ostante le vicissitudini del team.

Un’altra novità interessante in merito ai partecipanti riguarda il debutto del Viñales Racing Team, squadra che porterà i colori del pilota MotoGP Maverick e sarà gestita dal padre Angel, con tanto di supporto della YART. I piloti saranno Dean Berta Viñales (cugino di “Top Gun”) e Kevin Sabatucci.

Entra anche la squadra Pedercini, ovviamente su Kawasaki Ninja 400 e con Johan Gimbert come pilota. Non bisogna nemmeno dimenticare la presenza di certi ex-piloti Moto3, tra cui Tom Booth-Amos e anche Vicente Pérez Selfa. Saranno ancora tre i marchi in pista, ma l’impegno di KTM sarà ancora più ridotto per il 2021 con una sola moto, guidata da Victor Steeman.

SSP600

Il 2021 sarà una stagione che chiuderà un’epoca per la Supersport. Per sopperire al sempre minor interesse delle Case e per cercare di ridare alla categoria il livello e il lustro di un tempo, Dorna ha deciso di collaborare con un altro promoter, MotorSportVision Racing (che si occupa del BSB) per lanciare degnamente un nuovo regolamento. Questo amplierà lo spettro delle cilindrate utilizzabili nella categoria (un po’ come nella 300 dove corrono o hanno corso mezzi con 321cc, 390cc, 400cc e 471cc), permettendo sulla carta il ritorno di marchi quali Triumph e Ducati (che già si rivedranno nel campionato inglese a partire da quest’anno).

Tutto ciò riguarda però il 2022. Il 2021 si appresta quindi a essere un anno di transizione, almeno sul piano tecnico. Yamaha continua a occupare in larga misura il palcoscenico della Supersport con le sue R6: su ventinove iscritti, ben ventuno guideranno delle moto della Casa di Iwata.

Con la partenza del campione Locatelli, il team Bardahl Evan Bros. schiererà Steven Odendaal come unica punta, con le squadre GMT94 e Puccetti come principali avversarie ai titolo iridato.

Il team francese schiererà il confermatissimo Jules Cluzel e il rientrante Federico Caricasulo, retrocesso dalla SBK dopo la deludente stagione in GRT. I due formano la coppia forse più esplosiva e interessante, considerando anche le vecchie ruggini tra i due.

Philipp Öttl rimarrà nel team di Manuel Puccetti dopo il buon 2020, affiancato da Can Öncü. Lo scorso anno il team italiano aveva potuto schierare una terza moto coi colori della Turkish Racing, ma quest’anno le moto saliranno a quattro con la squadra Motozoo, che sostituirà la precedente schierando ben due ZX6-R guidate da Shogo Kawasaki (correrà solo l’Europeo) e, a sorpresa, dall’esperto Michel Fabrizio. Era da sedici anni che il pilota di Frascati non correva in questa categoria.

Quello del #84 non sarà l’unico ritorno degno di nota. Ritornano anche Thomas Gradinger (DK Motorsport), Niki Tuuli (MV Agusta) e soprattutto l’ex-campione 2019 Randy Krummenacher (EAB Racing), fermo per quasi tutto il 2020 dopo le forti divergenze con la Casa varesina.

Nella lista sono segnati, con l’asterisco, i piloti che correranno le sole tappe per l’Europeo SSP; oltre Gradinger, anche Taccini, Manfredi, Montella, Frossard e il già citato Kawasaki.

Debutterà in categoria anche un altro svizzero, Dominique Aegerter. Egli sarà doppiamente impegnato essendo iscritto anche alla coppa MotoE, ma sarà ben supportato dal team Ten Kate, che quest’anno potrebbe davvero puntare in alto. Infatti, oltre ad Aegerter, la squadra olandese ha messo sotto contratto anche Raffaele De Rosa, che dopo quattro stagioni lascia a sua volta la MV. Rimarrà invece nel team ParkinGO Manuel González, ma per lui la grande novità è rappresentata dal cambio di moto: userà una Yamaha nel 2021 anziché una Kawasaki.

Il 2021 segna anche un momento storico: nemmeno una Honda sarà presente in griglia quest’anno, riducendo a tre il numero di marchi iscritti. MV stessa disporrà di sole due moto, una delle quali ancora senza un proprietario.

SBK

La lista d’ingresso della categoria maggiore prevede ventiquattro iscritti, di cui confermati ventidue. Mancano all’appello i due piloti del team MIE Racing Honda, poiché il destino del team stesso e la sua permanenza nel mondiale è in dubbio. Non ci sono molti indizi nemmeno su chi possa salire sulle due CBR satellite.

Molti dei volti che abbiamo già visto in azione nel 2020 ritorneranno quest’anno, anche se in alcuni casi in vesti differenti. Si passa dalle conferme più scontate come la coppia Kawasaki Jonathan Rea-Alex Lowes, Scott Redding in Ducati e Toprak Razgatlıoğlu in Yamaha fino a giungere ai movimenti di mercato più importanti, come lo scambio tra Chaz Davies e Michael Ruben Rinaldi tra i team GoEleven e Aruba.it, il passaggio di Michael van der Mark in BMW e la retrocessione di Eugene Laverty nel nuovo team RC Squadra Corse. Sulla seconda BMW continuerà a correre Tom Sykes, ed è invariata anche la composizione della squadra Honda con Álvaro Bautista e Leon Haslam.

Ci saranno però debutti piuttosto importanti anche tra le squadre di riferimento. Il dominatore della SSP600 2020, Andrea Locatelli, farà il suo debutto proprio nel team Pata Crescent al fianco di “Razga”, mentre Kohta Nozane proveniente dalla All Japan Road Race occuperà la seconda sella del team GRT, al fianco del confermatissimo Garrett Gerloff. Oltre a RC Squadra Corse, anche un secondo team satellite BMW farà il suo debutto, quello Bonovo NGM con Jonas Folger.

La lista degli arrivi a tempo pieno non è però ancora terminata. Axel Bassani, Samuele Cavalieri, Loris Cresson e Isaac Viñales si accaseranno rispettivamente coi team Motocorsa, Pedercini e Orelac, mentre un arrivo degno di nota è quello di Tito Rabat, ex-campione della Moto2 e pilota MotoGP fino allo scorso anno, nel team Barni. Lucas Mahias, vicecampione della Supersport, farà a sua volta il salto col team Kawasaki Puccetti, mentre l’ultimo debuttante sarà Christophe Ponsson. Il francese stavolta farà un debutto a tempo pieno col team Gil Motor Sport, e utilizzerà una Yamaha R1.

Non sono presenti in lista i team Brixx Performance e soprattutto Ten Kate. Nel primo caso, il team Ducati privato ha deciso di disertare dopo la scelta del proprio pilota, Sylvain Barrier, di correre con la squadra ERC Endurance nell’EWC.

Ten Kate aveva invece in ballo degli accordi con Sandro Cortese per poter rimanere in SBK, ma data l’assenza di entrambe le parti nella lista è molto probabile che il tutto sia sfumato. Gli olandesi, perciò, si concentreranno sulla Supersport (a meno di sorprese dell’ultimo minuto).

Manca davvero poco all’avvio di stagione e ora che tutti hanno scoperto le proprie carte su quali piloti saranno schierati, non ci resta che attendere in primo round in Olanda.

Fonte immagine: worldsbk.com

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci