SBK | Presentato il team Honda HRC e la nuova CBR1000RR-R

SBK | Presentato il team Honda HRC e la nuova CBR1000RR-R

E’ una settimana piuttosto ricca di notizie per Honda nel mondo delle due ruote. Il focus della giornata di ieri si è incentrato sulla MotoGP e sul mega-rinnovo di quattro anni di Marc Márquez col team Repsol, mentre oggi è il nuovo team HRC SBK a far parlare di sé. Finalmente questa mattina si è vista la nuova CBR1000RR-R nei suoi colori ufficiali, la quale sarà guidata da Leon Haslam e Álvaro Bautista in questo 2020.
La presentazione è avvenuta al centro operativo di Tokyo, alla Welcome Plaza Aoyama di proprietà della Casa dell’Ala Dorata.

Praticamente tutto il pubblico ha avuto occhi per il nuovo bolide sviluppato da Honda: la Fireblade SC82, erede della vecchia e ben poco competitiva SC77, veste i colori classici del marchio HRC, rosso, blu e bianco, unendo perfettamente l’effetto nostalgia con la bellezza del nuovo modello. Non potevano mancare i piloti chiaramente, con Haslam e Bautista che hanno posato per alcune foto vicino alla moto che decreta il totale ritorno factory del marchio in Superbike. Oltre a loro, sul palco si sono presentati il capo esecutivo e manageriale di Honda Motor Co. Noriaki Abe, il nuovo team manager Jaume Colom e il presidente di Honda Racing Corporation, Yoshishige Nomura. Durante l’evento è stato presentato anche il team MIE Racing Althea e la sua line-up, formata da Jordi Torres e Takumi Takahashi.

Passiamo alle dichiarazioni, partendo da Noriaki Abe: “Le corse sono un importante ingrediente nello sviluppo dei prodotti Honda, perciò non è una coincidenza che la decisione di tornare nel campionato SBK con un team factory coincida con l’annuncio della nuova CBR1000RR-R Fireblade SP. Sin dall’inizio, questo progetto è stato disegnato e sviluppato insieme ai piloti e tecnici HRC e lo scambio d’informazioni ci ha portato alla realizzazione di una moto supersportiva “pronta a gareggiare”. Abbiamo usato molti parametri dalla moto usata in MotoGP, l’alesaggio e i tempi dei cilindri del motore sono gli stessi e usando le tecnologie della RC213V siamo riusciti a ottenere l’ottimizzazione senza sosta dei fondamentali del motore, l’efficienza della combustione e le riduzioni d’attrito. Vorrei anche menzionare il pacchetto aerodinamico che include le alette, un beneficio ottenuto direttamente dal mezzo MotoGP. Anche se sarà una sfida tosta, alla fine il nostro team HRC ufficiale e il team satellite MIE Racing Althea Honda punteranno a ottenere i migliori risultati possibili. Sono fiducioso che i nostri team in appena qualche gara potranno lottare per il podio”.

Yoshishige Nomura, direttore rappresentativo HRC, ha condiviso l’entusiasmo di Abe: “HRC ha partecipato ai massimi livelli in tutte le categorie del motorsport dal 1982. Quindi, siamo davvero orgoglioso di metterci alla prova nuovamente con un team totalmente factory in SBK, e con la nostra nuova supersportiva come portabandiera, la CBR1000RR-R Fireblade SP. Tutti i campionati in cui partecipiamo hanno posto delle sfide tecniche particolari che hanno aiutato i nostri ingegneri a guadagnare esperienza e sviluppo. Ecco perché Honda lotta nel mondo delle competizioni e la SBK è una grande sfida del mondo delle corse poiché abbiamo sviluppato la nostra moto stradale mentre rispettavamo degli standard di regolamento tecnico molto ristretti. Il nostro obiettivo finale è di certo vincere, ma sappiamo che non sarà facile. Così abbiamo creato un nuovo team con tecnici estremamente capaci che avrà la base a Barcellona nello stesso dipartimento dei nostri team MotoGP e Dakar. I nostri piloti factory Álvaro Bautista e Leon Haslam sono una coppia in gamba che porta sia grande esperienza che velocità. Il team MIE Racing Althea Honda sarà ancora presente in SBK come team Honda satellite, con il pilota HRC ufficiale Takumi Takahashi. Il primo round si terrà il prossimo weekend in Australia e auguro al team HRC e al team MIE Racing Althea Honda buona fortuna!”

Anche i piloti hanno detto la loro, partendo da colui che, più probabilmente, punta a essere uno dei contendenti per il mondiale. Bautista si accinge a iniziare la sua seconda stagione nelle derivate di serie: “Sono davvero grato di far parte di un progetto così importante per Honda e HRC. Vedo tutto il lavoro che ci è stato messo e percepisco un sacco di energia positiva da tutti quanti nella compagnia e all’interno del team. E’ un anno davvero importante anche per me. Sappiamo di affrontare una grande sfida e che abbiamo un sacco di lavoro da fare; siamo un gruppo nuovo che sta crescendo insieme per raggiungere il top il prima possibile. Il nostro obiettivo è essere forti e veloci con la Honda, una moto molto competitiva che può indubbiamente ottenere grandi risultati. Spero di divertire me stesso e tutti i nostri fan quest’anno”.

Anche Leon Haslam, alla sua terza avventura nel campionato con Honda, ha detto la sua: “E’ tutto così reale ora che siamo qui a Tokyo. Siamo al quartier generale di Honda e le prime gare sono giusto dietro l’angolo, è un sogno che diventa realtà. Sono estremamente entusiasta e sono anche un po’ nervoso, perché voglio davvero far bene e so che abbiamo il potenziale per farlo. Siamo pronti a lavorare duramente e fare del nostro meglio per ottenere risultati importanti. Per la prima gara saremo a una delle mie piste preferite, Phillip Island, dove abbiamo ottenuto dei successi in passato. Dovremo regolarci con il livello della concorrenza ovviamente, ma ammetto che sono davvero impaziente per il round d’apertura”.

Manca ancora un test a Phillip Island prima del vero avvio sulla pista del Victoria, che avverrà nell’ultimo weekend di febbraio col passaggio al mese di marzo. Ora tutti i grossi attori della scena si sono svelati, non ci resta che attendere l’inizio di un campionato sulla carta molto competitivo.

Fonte immagine: worldsbk.com

#iorestoacasa

A sostegno della Protezione Civile

IT84Z0306905020100000066387

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,559FansLike
885FollowersFollow
1,642FollowersFollow
SBK | Presentato il team Honda HRC e la nuova CBR1000RR-R 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE