SBK | Presentato a Imola il team Ducati Aruba.it 2020

SBK | Presentato a Imola il team Ducati Aruba.it 2020

L’obiettivo, anche quest’anno, è sempre lo stesso: tornare in vetta nelle corse riservate alle moto derivanti dalla produzione stradale. E’ questo ciò a cui punta il team Ducati ufficiale SBK in questo 2020, come annunciato quest’oggi durante la presentazione del team Aruba.it, svolta all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. E’ stata presentata anche la nuova livrea della Ducati Panigale V4 R, che aveva debuttato in pompa magna lo scorso anno con la vittoria al debutto, grazie ad Álvaro Bautista; non ci sono grandi differenze rispetto al modello 2019, con giusto l’arrivo di qualche nuovo sponsor come Lenovo, la multinazionale cinese focalizzata sul settore tecnologico, e SECO, produttore di schede elettroniche.

Quest’anno, la coppia del team italiano sarà tutta britannica, con Chaz Davies che inizierà la sua settima stagione da ufficiale Ducati e al suo fianco un nuovo compagno (il quarto dopo Davide Giugliano, Marco Melandri e il già citato Bautista): si tratta di Scott Redding, campione della Superbike inglese e al debutto nella categoria mondiale, nella quale ha già dato forti segnali di competitività durante i test svolti durante l’inverno. Il #45 è stato scelto per sostituire il partente Bautista, il quale aveva già dimostrato come il potenziale della V4 R fosse elevato, senza però “arrivare fino in fondo” e fallendo la rincorsa iridata nei confronti di Jonathan Rea. C’è tanta attesa sia per ciò che potrà fare l’ex-pilota MotoGP, sia per la ripresa di Chaz Davies, vista in particolar modo nel finale della scorsa stagione.

Tra i due anglosassoni, Davies è stato il primo a parlare: “Le mie aspettative sono molto grandi. Nella seconda parte della stagione 2019 le nostre prestazioni ed i nostri risultati sono cresciuti considerevolmente e nelle ultime gare abbiamo sempre lottato per il podio. L’obiettivo è quello di migliorare ancora e credo che l’esperienza accumulata in questi anni possa aiutarci. Durante l’inverno abbiamo svolto un buon lavoro riscontrando sensazioni positive anche se non sono mai andato alla ricerca del miglior crono. Mi sento molto meglio rispetto a dodici mesi fa, sia fisicamente che come feeling sulla moto. Voglio rivolgere un pensiero a tutti i nostri tifosi: grazie per il vostro supporto, spero di poter celebrare tante vittorie con tutti i fan di Aruba.it Racing Ducati, magari anche proprio tra qualche mese su questo circuito”.

E’ altrettanto carico il suo compagno di squadra, Redding: “Sono molto elettrizzato per questa nuova avventura. Sarà importante partire nel migliore dei modi, soprattutto nei primi circuiti che conosco molto bene. Dobbiamo ancora capire il nostro vero livello di prestazioni ma è chiaro che la nostra missione è quella di iniziare a vincere prima possibile. Sono molto soddisfatto per ciò che abbiamo fatto nei test. Ringrazio la squadra che ha svolto un lavoro eccezionale e mi ha trasmesso tanta fiducia. Abbiamo tutti lo stesso obiettivo e questo è un punto di forza importante. Vorrei ringraziare in modo speciale Aruba.it e Ducati per avermi dato questa opportunità e per avermi accolto in modo straordinario. Cosa posso promettere ai tifosi? So che la passione dei ducatisti è travolgente e allora darò ogni giorno tutta la mia energia con un solo obiettivo: riportare il titolo a Borgo Panigale”.

Sul palco si sono presentati diversi uomini di punta del marchio bolognese e del team Aruba.it, come l’amministratore delegato di Aruba S.p.A. e team principal Stefano Cecconi: “E’ per noi motivo di grande orgoglio essere oggi qui, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, e poter ammirare quella torre, testimone di epiche sfide sulle due e quattro ruote, vestita con i nostri colori. Tutto ciò renderà questa tappa del campionato SBK ancora più speciale per tutti noi e veramente la gara “di casa”. Per il sesto anno consecutivo ci troviamo con Ducati a presentare la nostra squadra ed a rinnovare l’impegno di regalare grandi soddisfazioni a tutti i ducatisti. I risultati ottenuti nella passata stagione hanno dimostrato che le carte in nostro possesso sono pienamente in regola per poter puntare al titolo e questo, ovviamente rimane il nostro unico obiettivo. Le prestazioni straordinarie della Panigale V4 R, la grande esperienza di Chaz Davies, l’entusiasmo di Scott Redding uniti alla dedizione, l’impegno e la passione di tutto il team, saranno gli ingredienti essenziali per creare un mix vincente”.

E’ toccato poi all’amministratore delegato del marchio Ducati, Claudio Domenicali: “Mi fa particolarmente piacere presentare la squadra ufficiale Ducati Superbike 2020 qui ad Imola, nel cuore della Motor Valley, a pochi chilometri dal nostro stabilimento di Borgo Panigale. Lo scorso anno la Panigale V4 R, al suo esordio nel mondiale Superbike, ha dimostrato fin da subito la sua grande competitività aggiudicandosi 17 vittorie, ed ha contribuito al successo commerciale della Panigale V4, che anche nel 2019 si è confermata la moto sportiva più venduta al mondo nel suo segmento. La nuova Panigale V4 S 2020 disponibile presso la rete Ducati in questi giorni, ha tratto ispirazione proprio dalla V4 R Superbike, di cui condivide anche la carenatura con le caratteristiche alette. Desidero ringraziare Stefano Cecconi per la passione e la professionalità con cui ha affrontato questo impegno sin dall’inizio della nostra partnership e faccio il mio migliore “in bocca al lupo” a Chaz, Scott e a tutta la squadra per il campionato che sta per iniziare”.

Infine, la parola è andata all’ingegner Luigi Dall’Igna, direttore generale di Ducati Corse: “In questi mesi abbiamo continuato a lavorare sullo sviluppo della Panigale V4 R perché siamo convinti che, nonostante la grande competitività dimostrata dalla nostra moto lo scorso anno, il campionato 2020 sarà ancora più combattuto grazie anche alla presenza di nuovi modelli dei nostri principali concorrenti. Come ha già detto Stefano Cecconi abbiamo un solo obiettivo, ed è quello di riportare a casa il titolo mondiale Superbike che ormai ci manca dal 2011. Abbiamo due piloti forti e molto motivati: a Chaz, che ormai è con noi da sette anni ed è uno dei pilastri della squadra, abbiamo affiancato Scott, fresco vincitore del BSB e già velocissimo durante i test invernali. Crediamo di avere tutti gli ingredienti necessari per poter recitare il ruolo dei protagonisti in ogni gara del campionato a cominciare da Phillip Island”.

Ora ci saranno altri nove giorni di attesa prima della presentazione ufficiale del nuovo team HRC, il motivo d’interesse principale di un campionato che potrebbe davvero vedere cinque Case ufficiali combattere per la vittoria per tutta la stagione. La presentazione del team Honda ufficiale e della nuova livrea per la CBR1000RR-R avverrà a Tokyo.

Fonte immagine: ducati.com

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

14,525FansLike
867FollowersFollow
1,632FollowersFollow
SBK | Presentato a Imola il team Ducati Aruba.it 2020 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE