SBK | Pirelli sarà fornitore unico del campionato fino al 2023

SBK
Pirelli sarà fornitore unico del campionato fino al 2023

Il sodalizio tra il produttore italiano e il campionato proseguirà per altri quattro anni di 29 Ottobre 2019, 11:30

Era il lontano 2004 quando il campionato Superbike cambiò radicalmente faccia sul piano degli pneumatici: dopo anni di battaglie in cui il dualismo tra Michelin e Dunlop aveva raggiunto l’apice, con il successovp arrivo di Pirelli dal 2001, nel 2004 la Casa italiana riuscì a ottenere il monopolio di fornitura di tutte le moto e di tutti i team presenti nella categoria. Questa collaborazione continuerà per altri quattro anni e raggiungerà i due decenni di durata, poiché oggi è stato raggiunto l’accordo tra Dorna e il fornitore italiano, col rinnovo del contratto dal 2021 fino alla fine del 2023.

Ci sono però novità inerenti anche le categorie limitrofe: è risaputo come in SSP300 e SSP600, come nella scomparsa STK1000, si utilizzassero gomme scanalate più simili alla produzione stradale. Dal 2020 ciò cambierà e, come per i protagonisti della Superbike, le moto disporranno di pneumatici totalmente slick per l’asciutto. Le gomme SBK dell’anno venturo avranno un diametro standard di 200/65 per il posteriore e 125/70 per l’anteriore e i piloti disporranno di ventiquattro gomme per tutto il weekend, undici anteriori e tredici posteriori.

Qui le dichiarazioni di Roberto Righi, vice-presidente esecutivo di Pirelli: “Lo sport motoristico da sempre è una parte importante del DNA della nostra azienda e quella in vigore tra Pirelli e il campionato del mondo Superbike è senza dubbio una delle collaborazioni più longeve e di successo nella storia delle competizioni degli sport a motore. Questo rinnovo offre continuità alla nostra strategia aziendale che negli ultimi anni ha permesso a Pirelli di diventare un punto di riferimento assoluto nel settore delle gare. Inoltre, Pirelli conferma la sua fiducia nei confronti di Dorna, la società organizzatrice del campionato e siamo sicuri che insieme saremo in grado di continuare a offrire uno spettacolo crescente nelle varie categorie a livello mondiale e a soddisfare le richieste dei piloti, dei team e ovviamente anche delle case costruttrici che proprio come Pirelli continueranno a considerare il campionato come un’eccellente vetrina per sviluppare e promuovere i propri prodotti”.

Anche Giorgio Barbier, collega di Righi e direttore delle attività sportive del marchio Pirelli, è stato intervistato in merito al rinnovo, dando anche qualche dettaglio tecnico: "Seguo per Pirelli questo campionato fin dall’inizio della nostra esperienza come fornitore unico ufficiale di pneumatici per tutte le classi e ovviamente sono soddisfatto di questo rinnovo dato che ci permetterà di continuare ad offrire ai piloti e a tutti i motociclisti nel mondo le migliori performance possibili per quanto riguarda le gomme da gara. Dall’anno prossimo con il passaggio alle gomme slick per tutte le categorie vedremo ulteriori e significativi miglioramenti nelle performance. In particolare la classe SSP600 avrà sicuramente dei vantaggi per quanto riguarda il profilo e la struttura dell’anteriore, mentre la nuova dimensione 190/60 al posteriore porterà le prestazioni di questa categoria a quelle delle Superbike di qualche anno fa. Nel caso del SSP300, l’utilizzo delle gomme slick aiuterà ad evitare il consumo nel corso delle sessioni mattutine più fredde grazie anche allo sviluppo di un composto specifico SC2 al posteriore che sarà alternato con l'SC1”.

Infine, si è detto soddisfatto anche Marc Saurina, direttore esecutivo, commerciale, marketing e media per la divisione WorldSBK di Dorna: “Avere Pirelli con noi fino al 2023 è una notizia eccezionale per il campionato e ancora una volta si dimostra il grande e solido rapporto che ci unisce dato che nel 2023 saremo alla 20a stagione di questa partnership di successo. La fornitura dei pneumatici Pirelli a tutto il paddock WorldSBK oltre allo sviluppo continuo per quanto riguarda la tecnologia collegata alle gomme è qualcosa di cui andiamo orgogliosi e non vediamo l’ora di ripartire per un nuovo capitolo insieme”.

Quando si parla di gomme, è sempre lecito chiedersi se il monogomma e la poca competizione su questo piano siano la scelta giusta per le sorti di una categoria (per quanto la SBK debba prima migliorare su altri fronti). In ogni caso, in questo lungo periodo di “solitudine”, la SBK ha avuto stagioni stupende nonostante il solo uso delle Pirelli e speriamo che sia così anche oltre il 2020.

Fonte immagine: worldsbk.com



Condividi