SBK | Michael Ruben Rinaldi si accasa col team GoEleven per il 2020

SBK
Michael Ruben Rinaldi si accasa col team GoEleven per il 2020

L’italiano rimarrà su una Ducati Panigale V4 R, ma quella del team piemontese di Denis Sacchetti di 06 Novembre 2019, 15:33

Dopo le presentazioni in pompa magna dei team ufficiali HRC e BMW nella giornata di ieri, quest’oggi a far parlare di sé è un team ben più piccolo ma comunque reduce da una stagione positiva. Il team GoEleven di Denis Sacchetti, dopo aver perso un pilota di alto calibro come Eugene Laverty, proverà a puntare comunque in alto con l’arrivo di Michael Ruben Rinaldi, ex-campione europeo della Superstock 1000 ed ex-pilota del team Aruba.it Junior e della squadra Barni, con cui ha corso in questo 2019. Il nostro connazionale quindi si aggiunge alla lista di piloti di altissimo piano che in passato hanno guidato la moto del team piemontese, in passato parte integrante di BRC Racing, per cui hanno corso gente come Max Biaggi e Rubén Xaus.

A dirla tutta, Rinaldi è riuscito a rimanere nell’orbita Ducati grazie a una spinta proveniente da Borgo Panigale stessa, la quale crede nelle capacità dell’italiano. Il suo 2019 è però stato molto deludente e, eccetto due acuti a Jerez e a Misano, la bocciatura del team Barni a favore di Leon Camier è comunque giustificata. Sulla moto di un altro team italiano Rinaldi dovrà cambiare decisamente registro, cosa non facile poiché il 2020 si preannuncia come una stagione ben più competitiva di quella passata.

Queste le parole di Sacchetti, che ha accolto con entusiasmo l’ex-iridato europeo: “Inutile nascondere l’entusiasmo, sono davvero felice di poter lavorare con un ragazzo così grintoso e con tanta fame di risultati; inoltre è un romagnolo doc, proprio come me! Michael è la giovane promessa italiana del Mondiale Superbike. Il suo grande talento è indiscusso, al suo primo anno completo di mondiale, ha già sfiorato il podio, e questo dice tutto sul potenziale di crescita che ha Rinaldi. Il Team Go Eleven ci teneva particolarmente ad averlo in squadra; crediamo sia uno dei piloti più interessanti nel panorama italiano e siamo convinti che potrà fare molto bene con noi”.

Rinaldi ha aggiunto questo: “E’ un piacere ed un onore avere questa opportunità con il Team Go Eleven! Sono felice perché grazie a loro, che mi hanno cercato e voluto, siamo riusciti a trovare un buon accordo. Il mio obiettivo rimane quello di continuare a crescere perché sarà solo il mio secondo anno consecutivo in Superbike. Potremo ottenere buoni risultati e riusciremo ad avere una costanza migliore rispetto allo scorso anno. Ringrazio Denis Sacchetti, Gianni Ramello e tutti gli sponsor per avermi dato questa opportunità. Non vedo l’ora di iniziare a gennaio, nei test, per arrivare pronti alla prima gara e toglierci delle belle soddisfazioni!”.

La firma di Rinaldi ha ridotto le chance di Leandro Mercado di tornare su una Ducati, per cui l’argentino punterà, molto probabilmente, al prolungamento del contratto con il team Orelac VerdNatura. Gli altri piloti dal futuro incerto sono ancora Sandro Cortese e Ryuichi Kiyonari: il primo sta aspettando che il team Ten Kate confermi la presenza di una seconda moto per la prossima stagione, mentre l’esperto giapponese avrebbe dovuto partecipare per il team Moriwaki, ma nella lista pubblicata dal sito ufficiale Honda il team MIE Racing segnala una sola moto, che sarà affidata a Takumi Takahashi.

Fonte immagine: teamgoeleven.eu



Condividi