SBK | Lorenzo Savadori torna nel mondiale col team Pedercini

SBK
Lorenzo Savadori torna nel mondiale col team Pedercini

Contratto biennale per l’ex-pilota Aprilia, che affiancherà Jordi Torres di 23 Settembre 2019, 12:14

Sta diventando una giornata di annunci riguardanti la SBK quella odierna, e dopo la bomba (seppur attesissima) del passaggio di Bautista alla Honda, si assiste anche al ritorno in pianta stabile di un grande assente dal mondiale di quest’anno, Lorenzo Savadori. L’accordo trovato dal giovane talento italiano è con il team Pedercini che, dopo una buona stagione con Jordi Torres quest’anno, ha deciso di schierare due moto sia per la stagione 2020 che per la 2021, con Savadori che correrà col team italiano in entrambe le annate. Si scioglie così il legame tra l'Aprilia e il pilota italiano, iniziato nel 2015 e che ha portato Savadori a debuttare nel campionato mondiale, ma che l'ha poi "espulso" quasi automaticamente alla rinuncia della Casa di Noale al campionato delle moto di serie.

Per l’ex-campione della STK1000 si tratta di un ritorno alla corte di Lucio Pedercini, dopo aver disputato le annate 2013 e 2014 del campionato europeo Stock con Kawasaki, perdendo il titolo al secondo anno per un errore clamoroso nell’ultimo giro della gara di Magny-Cours, e cedendolo all’allora compagno di squadra Leandro Mercado. La firma è stata, in un certo senso, suggellata dalla vittoria nella gara al Mugello del Campionato Italiano Velocità su Aprilia, davanti all’avversario dell’annata Michele Pirro.

“Sono particolarmente felice di tornare nel campionato mondiale Superbike e di farlo in sella alla Kawasaki Ninja ZX10-RR del Team Pedercini Racing”, ha detto Savadori nel comunicato rilasciato sul sito del team. “Sarà una bella avventura ed è inutile dire che darò il 100% dal primo all’ultimo metro. Ringrazio Lucio e tutto il team che mi hanno dato questa opportunità e mi hanno fin da subito accolto con grande stima. Non vedo l’ora di iniziare a girare per provare la moto e lavorare ai dettagli per il 2020”.

Lucio Pedercini l’ha accolto così: “Vorrei anzitutto ringraziare Global Service Solutions per il supporto fondamentale nel progetto di crescita del team che ora si concretizza con due moto nel mondiale Superbike e l’ingaggio di Lorenzo. Sarà una sfida particolarmente motivante e sono sicuro che con Jordi si formerà un duo dalle altissime aspettative. Ho seguito Lorenzo da sempre e dopo gli ottimi anni che abbiamo passato insieme in Superstock il suo valore non è mai stato in discussione. Nel progetto del Team Pedercini Racing non potevo che pensare a lui per un posto in SBK e per questo sono davvero soddisfatto e orgoglioso di poterlo accogliere nuovamente tra noi in uno dei momenti storici più importanti per il nostro team. Da parte mia il più caloroso benvenuto, anzi bentornato, a bordo”.

La griglia del campionato delle derivate di serie sta prendendo forma, e il livello messo in mostra da marchi, team e piloti sta risalendo dopo diverse annate buie. Per quanto riguarda le selle libere, con Ducati che ha già selezionato il suo duo e Rea a posto per un altro anno, resta ancora da vedere se avverrà il clamoroso passaggio in Yamaha di Razgatlıoğlu (anche se pare oramai certo), mentre Alex Lowes ha già annunciato la sua partenza dal team Crescent Pata ma non la sua destinazione.

Fonte immagine: pederciniracing.com



Condividi