SBK | Il Gran Premio di Catalunya debutta nel calendario 2020

SBK
Il Gran Premio di Catalunya debutta nel calendario 2020

Per la prima volta si correrà al Montmelò. Salgono a tre le tappe spagnole di 29 Ottobre 2019, 18:01

A ottobre inoltrato ci ritroviamo ancora senza calendario Superbike per il prossimo anno, ma quantomeno alcuni dettagli stanno cominciando a venire a galla, in merito a quali nuove tappe vedremo a partire dall’anno prossimo. E’ notizia di oggi come il circuito del Montmelò a Barcellona ospiterà, per la prima volta nella sua storia, un round del campionato delle derivate di serie. Con quest’arrivo le tappe della penisola iberica potrebbero salire a tre, insieme a Jerez de la Frontera e il Motorland di Aragón.

Una scelta di Dorna che, se si concretizzasse, potrebbe far discutere in realtà: nonostante il traguardo storico di vedere i piloti SBK sfidarsi per la prima volta qui, avere una terza tappa spagnola in un calendario che conta solo tredici round (numero che dovrebbe esser confermato anche nel 2020, perciò quasi un quarto degli eventi) potrebbe non essere la scelta migliore per rendere il prodotto più globale possibile. Inoltre, questa volontà di avvicinarsi un po’ al Motomondiale presenta un’importante difetto, cioè la presenza non così massiccia di piloti spagnoli, soprattutto in Superbike e Supersport 600; solo sulle piccole 300 la presenza spagnola è realmente apprezzabile, tanto che nelle tre stagioni finora svolte di questo campionato ci sono stati solo campioni provenienti dalla Spagna (Marc García, Ana Carrasco e Manuel González).

In ogni caso, le aspettative sono alte, come detto da Gregorio Lavilla: “Diamo il benvenuto al nuovo ingresso all’interno del calendario SBK 2020. Il circuito è stato teatro di molte gare memorabili in varie discipline motoristiche e la SBK non sarà da meno. Data la grande tradizione che ha la Spagna e la regione nel campo delle competizioni motociclistiche, il round di Catalunya della SBK si preannuncia un grande successo per tutte le parti coinvolte”.

Joan Fonserè, direttore generale della pista del Montmelò, ha espresso il suo apprezzamento così: “L’arrivo della SBK in questo circuito aggiunge un tocco di storia ed è l’elemento che mancava nel nostro calendario di eventi e che renderà eccezionale la stagione 2020. Siamo molto felici di poter ospitare il round di Catalunya della SBK e siamo sicuri che i tifosi prenderanno parte a questo evento rendendolo strepitoso”.

Il manager dell’evento sarà l’azienda catalana Gemocat, in collaborazione con la Federazione Catalana di Motociclismo e rappresentata da Ricard Cardús: “Siamo molto felici di portare per la prima volta il campionato del mondo Superbike in Catalunya. Vogliamo che il fine settimana dal 18 al 20 settembre sia una vera festa per i tifosi e organizzeremo eventi e attività a completare il round; il limite di biglietti è pari a 30.000 in modo da offrire un’esperienza esclusiva al pubblico. Speriamo che il round di Catalunya della SBK diventi un appuntamento fisso nel calendario degli appassionati”.

Non ci è dato sapere quale versione della pista di Barcellona verrà utilizzata, se la stessa della MotoGP con la Caixa interna e il normale layout dell'ultime due curve o meno. Oltre all’ingresso della Catalunya, dovrebbe esserci il ritorno anche del Gran Premio di Germania al Nürburgring, ma è assai probabile l’esclusione delle gare di Thailandia e Stati Uniti (soprattutto quest’ultima, salvata lo scorso anno per il rotto della cuffia).

Fonte immagine: Internet (per segnalare il copyright info@passionea300allora.com)



Condividi