SBK | Il GP Estoril 2020 secondo Brembo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

La guida ai sistemi frenanti Brembo delle derivate di serie e al loro uso al Circuito Estoril

Per la seconda volta quest’anno il Mondiale Superbike è di scena in Portogallo, ma su una pista 200 km più a nord della precedente: ad agosto si è corso all’Autódromo Internacional do Algarve mentre ora è la volta del Circuito Estoril, non lontano dalla capitale.

Secondo i tecnici Brembo che lavorano a stretto contatto con 17 piloti del Mondiale Superbike, il Circuito Estoril è un tracciato impegnativo per i freni: è una combinazione di lunghi rettilinei, curve veloci e tornanti da affrontare a bassa velocità. Il grip potrebbe essere scarso perché, essendo vicino all’oceano, c’è spesso il vento che porta la sabbia e la polvere sull’asfalto e che crea problemi alla guida.

Le pastiglie Brembo per la Superbike

Le pastiglie Brembo più usate nel Mondiale Superbike sono le Z04: il coefficiente d’attrito supera lo 0,8 già a partire dai 50°C e non scende sotto questa soglia fino ai 400°C: il risultato è una stabilità e costanza di rendimento anche con temperature del disco elevate che rende meno probabile il manifestarsi dell’effetto fading.

Alcuni piloti impiegano pastiglie anteriori con il radiatore: queste sono fissate ai pistoni e quindi non rischiano di inclinarsi durante il montaggio della ruota. In tal modo si può effettuare il cambio rapido della ruota anteriore. Il radiatore inoltre riduce il surriscaldamento del fluido freno.

L’impegno dei freni durante il Round 8 del Mondiale Superbike​

In 7 delle 13 curve della pista portoghese i piloti del Mondiale Superbike utilizzano i freni per un totale di oltre 30 secondi e mezzo al giro. Quando la MotoGP vi corse per l’ultima volta, nel 2012, i freni vennero invece usati per 25 secondi al giro. In entrambi i casi la metà del tempo di funzionamento dell’impianto frenante avviene nelle prime 4 curve.

In 5 delle curve della pista le Superbike utilizzano i freni per scendere sotto i 90 km/h, ma solo in 3 di questi punti prima del ricorso all’impianto frenante la velocità eccede 180 km/h. E proprio in corrispondenza di queste 3 curve i piloti subiscono decelerazioni di almeno 1,4 g.

La frenata più impegnativa ​del Round dell’Estoril

Delle 7 frenate del Circuito Estoril 3 sono considerate altamente impegnative per i freni mentre le restanti 4 sono di media difficoltà. ​

La più impegnativa in assoluto è la prima curva, complice il rettilineo di 986 metri che la precede: le Superbike vi arrivano a 285 km/h e grazie all’uso dei freni perdono 210 km/h, scendendo così a 75 km/h. Per raggiungere questo risultato il pilota usa i freni per 6 secondi e subisce una decelerazione di 1,6 g.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

ALTRI DALL'AUTORE