SBK | GP Teruel: arriva il riscatto di Redding, Rea secondo

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Gruppo Discussione

Twitter

Instagram

Quarto successo dell’anno per il ducatista, Rea è secondo e perde solo tre punti. Rinaldi terzo, Bautista e Davies partiranno dalla seconda fila. Solo decimo van der Mark.


Quando hai toccato il fondo non ti resta che risalire, ed è ciò che ha fatto Scott Redding nella Superpole Race di questa mattina. Il pilota della Ducati, dopo un primo giro passato a tenere la coda del rivale Jonathan Rea, ha attaccato in curva 14 e da lì in poi non ha più abbandonato la prima posizione, nonostante i continui tentativi della Kawasaki #1. Un successo che riaccende una piccola luce in chiave iridata, ma Scott dovrà far fruttare al massimo la pole position ottenuta grazie a questo successo, per poter riavvicinare il rivale.

Per la prima volta quest’anno la gara Sprint non è stata vinta dal campione del mondo. Per la seconda volta in questo fine settimana il nordirlandese è giunto secondo, ma il divario di punti è ancora sufficiente per dormire sonni tranquilli. In terza posizione il vincitore di gara-1 Michael Ruben Rinaldi, al suo secondo podio consecutivo. Per gara-2, i tre piloti della prima fila originale si scambieranno semplicemente le posizioni.

LA CRONACA

Ancora bel tempo ad Aragón e nessuna minaccia di pioggia all’orizzonte. Per questi dieci giri tutti i piloti optano per la Pirelli SCX al posteriore, vista la breve durata della manche.

Alla partenza Rea scatta bene e precede il resto del gruppo in curva 1, seguito da Redding, Rinaldi e Toprak Razgatlıoğlu, ancora una volta fulmineo al via. Michael van der Mark non recupera posizioni e resta in 12a, ma sono partite male anche le Honda di Bautista e Haslam; Davies resta in nona posizione, mentre il suo compagno di squadra passa subito all’attacco, superando Rea nel cambio di direzione 13-14.

Dopo nemmeno mezzo giro Rea tenta la risposta nella salita verso curva 4, ma arriva troppo lungo e il pilota Ducati può incrociare la traiettoria e tornare davanti. Questa battaglia permette a Rinaldi e agli altri di riavvicinarsi, con Lowes bravo a recuperare fino al quinto posto. La seconda guida Kawasaki non si accontenta e passa anche Razgatlıoğlu alla 1, mentre Davies riesce finalmente a liberarsi di Haslam e passare in ottava posizione.

Al contrario di quanto previsto, Rinaldi non riesce a riagganciare la coppia di testa, nonostante Rea sia totalmente votato ad attaccare (soprattutto in curva 11, dove arriva molto vicino alla Panigale ufficiale). La coppia Rinaldi-Lowes piano piano si stacca dal duo di testa, mentre Bautista fa fatica a trovare uno spiraglio su “Razga” alla 1. Alla fine è il motore Honda a dargli una mano, che gli permette di passare il turco alla fine del lungo rettilineo. Nonostante l’evidente calo, il pupillo di Sofuoğlu vende cara la pelle contro Davies, resistendo alla staccata dell’avversario in curva 1 dall’esterno.

Davanti il vantaggio di Redding comincia a salire di qualche decimo e forse anche lo stesso “Johnny” decide di non rischiare più del necessario. L’attenzione è tutta alle loro spalle per la lotta ai piedi del podio, con Bautista che passa anche Lowes per la quarta piazza venendo imitato poco dopo da Davies, in curva 7. Ricomincia quindi il duello tra i due ex-compagni di squadra, con il gallese che sembra averne di più dello spagnolo.

All’ultimo giro il pilota di Toledo riesce però a mettere quel poco di margine necessario a difendersi sul lungo rettilineo, evitando quindi un attacco finale dal #7. Davanti invece Redding taglia il traguardo in prima posizione, seguito da Rea e Rinaldi che completano il podio. Dopo i duellanti per la quarta piazza c’è Alex Lowes, davanti alla prima Yamaha di Razgatlıoğlu, la seconda Honda di Haslam e la BMW di Tom Sykes. Decimo è van der Mark, furioso al traguardo per non esser stato in grado di arrivare nei primi nove e migliorare la propria posizione di partenza.

La classifica piloti vede il #1 della Kawasaki al comando con 218 punti, contro i 191 di Redding e i 141 di Davies. “Razga” perde un paio di punti dal gallese nella generale, mentre continua la rincorsa di Rinaldi ai piloti ufficiali, con un distacco di 12 punti da van der Mark (quinto) e di soli cinque da Lowes (sesto).

Qui troverete i risultati della gara Sprint, la classifica piloti e la griglia di partenza di gara-2.

Fonte immagine: Twitter / Ducati Corse

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

SBK | GP Teruel: arriva il riscatto di Redding, Rea secondo 2
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

ALTRI DALL'AUTORE