SBK | GP Spagna 2021: prima Superpole dell’anno per Razgatlıoğlu, le Kawasaki in prima fila

Grazie al traino di Locatelli ed un T4 da urlo, Razgatlıoğlu ottiene la sua seconda partenza al palo in carriera. Lowes secondo davanti a Rea, poi le Ducati.


Le qualifiche per il GP Spagna 2021 a Jerez della classe SBK hanno visto un totale cambio di fronte rispetto ai valori in campo standard. Per la seconda volta in carriera Toprak Razgatlıoğllu è riuscito a mettere a segno la pole position in una Superpole di questo campionato, a quasi un anno di distanza dalla prima e finora unica ottenuta all’Estoril sul finire del 2020.

Quello del turco alla concorrenza è un sonoro schiaffo in faccia, anche in vista della prima gara che inizierà tra poco più di due ore. Il pensiero va subito a Jonathan Rea, che ottiene la sua decima prima fila consecutiva ma che scatterà dalla terza casella, avendo dovuto cedere anche al compagno Alex Lowes.

Il #22 è stato autore della sua miglior prestazione stagionale, considerando anche l’infortunio alla mano destra rimediato a Barcellona. In seconda fila spuntano le Ducati Aruba.it di Scott Redding e Michael Ruben Rinaldi, insieme alla seconda R1 guidata da Andrea Locatelli.

LA CRONACA

L’impressione, nel primo run comune della Superpole, è che le Kawasaki abbiano margine per giocarsi la prima posizione in uno scontro in casa. Incredibilmente a mettersi virtualmente in pole è Alex Lowes, che gira sull’1:38.7 e precede il caposquadra Rea. Redding si posiziona terzo facendo un giro in più, mentre Razgatlıoğlu è solo 11°.

La gomma da tempo non dà un grande vantaggio in termini di decimi e la Ducati pare soffrire particolarmente del problema, con Rinaldi che fa terzo scalzando il compagno ma rimanendo sempre a 0”2 dalle Kawasaki. Le due Ninja escono nuovamente in coppia per il secondo run con stavolta Rea ad inseguire Lowes, ma il risultato non cambia: il fratello di Sam migliora di due decimi e segna un 1:38.539, contro l’1:38.614 del #1.

Sembra fatta per l’inglese, ma dal nulla sbuca la coppia Yamaha con Locatelli e Razgatlıoğlu. Il campione della Supersport perde mezzo secondo dalle due “Verdone” ma traina efficacemente il compagno di squadra, che compie un T4 da paura recuperando oltre due decimi. La pole è di Razgatlıoğlu in 1:38.512.

Redding scatterà quarto davanti agli italiani Rinaldi e Locatelli (quest’ultimo primo dei piloti sopra l’1:39), mentre Loris Baz apre la terza fila ed è il primo dei privati. Le Honda di Haslam e Bautista saranno al suo fianco, mentre a chiudere la top ten c’è Garrett Gerloff.

Da segnalare la grandissima prestazione di Leandro Mercado (MIE Moriwaki Racing), 11° a soli 0”4 dalle Honda HRC ufficiali. Le tre BMW iscritte partono tutte in quinta fila, con Michael van der Mark 13° davanti a Jonas Folger ed Eugene Laverty.

Qui troverete i risultati della SP e la griglia di partenza per le prime due manche.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM