SBK | GP Repubblica Ceca 2021: Razgatlıoğlu vince la Gara Sprint, Rea terzo

Ancora una volta il campione del mondo sbaglia e viene passato anche da Redding nel finale. Distacco nella generale ridotto a sette punti.


Toprak Razgatlıoğlu l’aveva detto, dopo le qualifiche, che il mondiale non era affatto finito. A poche settimane da un GP d’Olanda parecchio frustrante, la lotta per il titolo iridato SBK si è ufficialmente riaperta, con Razgatlıoğlu che ha conquistato la sua quinta vittoria dell’anno, la seconda qui a Most. La maniera migliore per festeggiare la propria 100a gara nella massima categoria.

Jonathan Rea, nel giorno del 200° podio in carriera, deve nuovamente masticare amaro. Anche oggi è arrivato un errore da parte del pilota Kawasaki, il quale è arrivato lungo alla chicane iniziale a tre giri dalla fine, cedendo la vittoria al #54 su un piatto d’argento. Scott Redding, secondo al traguardo, ha fatto un ulteriore favore al turco della Yamaha, relegando il suo avversario al gradino più basso del podio.

LA CRONACA

Alla partenza Rea e Razgatlıoğlu scattano molto bene dalla prima fila, ma il turco, grazie alla traiettoria interna, riesce ad andare al comando come successo ieri pomeriggio. Redding invece rimane intruppato tra  Andrea Locatelli e Tom Sykes, uscendo dalla prima variante in quarta posizione. Partito male anche Haslam, che da settimo scende 12°, mentre Alessandro Delbianco anticipa la partenza e rimedia due long lap penalty dai commissari.

Già nel primo giro i due leader fanno una discreta differenza su “Loka” e Redding, il quale alla 1, all’inizio del secondo giro, si sbarazza dell’italiano ed inizia ad inseguire i due protagonisti. La situazione tra i primi tre, a dire il vero, rimane in stallo per qualche giro, con Locatelli che invece non riesce a tenere lo stesso ritmo. Poco più indietro, Sykes fa da tappo ad un gruppone di piloti formato da Lowes, Gerloff, Bassani e Rinaldi ed il pilota di Motocorsa Racing compie un bel sorpasso per passare al sesto posto, davanti al pilota Kawasaki.

Mentre Redding non riesce a recuperare decimi sui due avversari, Rea cerca inutilmente di trovare un varco su Toprak, con lo yamahista che lo tiene a bada con le sue frenate. A tre giri dalla fine il campione del mondo sbaglia nuovamente: nel tentativo di stare vicino a Razgatlıoğlu alla 1, il posteriore della sua Kawasaki si alza e lo fa arrivare lungo. Al contrario di ieri, Rea riesce a rimanere in piedi, ma è costretto a tagliare per la via di fuga e si ritrova ad oltre un secondo e mezzo dall’avversario, ma soprattutto con Redding alle calcagna.

L’inglese della Ducati all’inizio dell’ultimo giro, sfrutta il motore della sua Ducati e passa il nordirlandese alla prima chicane, mentre Razgatlıoğlu s’invola verso la seconda vittoria stagionale. Il turco può persino permettersi di gestire nell’ultimo giro, arrivando sul traguardo con 0”4 di vantaggio su Scott.

La classifica piloti si riaccorcia in maniera drammatica per Rea: i punti di vantaggio su Razgatlıoğlu scendono a sette, mentre Redding, pur rimanendo a 59 punti, in questo weekend ha recuperato punti importanti. Lowes, giunto settimo, guadagna tre punti nei confronti di Rinaldi, oggi deludente e solo decimo al traguardo. Locatelli invece, in ottima forma, sorpassa Michael van der Mark all’ottavo posto della classifica.

Qui i risultati della Gara Sprint e la classifica piloti aggiornata.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM