SBK | GP Qatar: Rea conquista anche la Superpole Race

SBK
GP Qatar: Rea conquista anche la Superpole Race

Come ieri, una Ducati e una Yamaha sul podio con Rea. Bautista secondo, Lowes terzo di 26 Ottobre 2019, 15:55

Non che ci fosse bisogno di confermarlo, ma Jonathan Rea è decisamente intenzionato a fare tripletta quest’oggi a Losail e ad ottenere un altro record in questa stagione strepitosa di Superbike. Il nordirlandese ha vinto anche la SP Race e questa sera, nell’ultima gara dell’anno, partirà nuovamente dalla pole position per raggiungere la 17a vittoria stagionale. Con lui sul podio Álvaro Bautista e Alex Lowes, che partiranno quindi in prima fila alle 19:00, ma per Lowes si tratta anche di un risultato che consolida la sua terza posizione in campionato.

Con il gradino più basso del podio in questa gara, Lowes ha praticamente escluso Toprak Razgatlıoğlu dalla contesa per la terza piazza, poiché il turco non è riuscito a partire a causa di un problema tecnico prima del via. Anche van der Mark non se l’è passata benissimo quest’oggi, con un sesto posto strappato con le unghie e con i denti da Loris Baz.

LA CRONACA

Il giro di ricognizione dei piloti non vede partire Toprak Razgatlıoğlu, la cui Kawasaki è ferma nella pitlane con i meccanici che sono nell’intento di ripararla prima del via. Purtroppo non sarà così e il turco abbandona la gara Sprint ancor prima di cominciare.

Alla partenza Rea scatta molto bene dalla pole position e mantiene saldamente il comando in curva 1, seguito da Lowes, Haslam e da Bautista, partito molto bene dalla terza fila. L’inizio gara sembra una replica di quello di ieri con Lowes nei tubi di scarico della Ninja #1, ma l’inglese stavolta sbaglia all’ultima curva facendo scappare il campione del mondo. Sul rettilineo la Ducati fa valere la sua maggior potenza sulla Kawasaki di Haslam, così Bautista guadagna il terzo posto.

Dopo poco più di metà giro anche la Yamaha di Lowes viene superata dallo spagnolo, stavolta nel pieno del tratto veloce alla staccata della curva 12. Il vicecampione del mondo è però già a due secondi dal rivale dopo appena tre giri di gara e le sorti della manche sono già decise. Bene Cortese che mantiene la sesta posizione dietro alla moto ufficiale di van der Mark, ma alle sue spalle si palesano Davies e Baz, in recupero sul duo Yamaha.

La pratica Cortese viene risolta di puro motore dal gallese e anche van der Mark diventa un bersaglio alla portata. Si assiste quindi a due duelli per le prime cinque posizioni, Lowes-Haslam davanti e van der Mark-Davies dietro; il confronto tra gli ultimi due dura poco e, sul rettilineo principale, la Panigale svernicia la R1 #60. Haslam invece non riesce a trovare il varco sul suo futuro sostituto, con il numero dei giri mancanti che continua a calare.

Chi deve preoccuparsi di difendere la posizione è, nuovamente, van der Mark, che diventa preda anche di Baz per il sesto posto: il francese entra all’interno della curva 16 su “Magic Michael” che gli risponde in accelerazione, ma alla staccata della curva 1 deve arrendersi all’attacco del pilota Ten Kate. Al suo compagno di squadra va invece molto meglio, bravo a difendersi all’ultimo giro dagli attacchi della Kawasaki alle sue spalle.

La Kawasaki che vince però non cambia: Jonathan Rea vince anche la manche corta e porta a sedici il numero di successi della sua stagione, davanti a Bautista (in solitaria), Lowes, Haslam e Davies. Nell’ultimo giro van der Mark riesce a risorpassare Baz e a relegarlo al settimo posto, davanti a Cortese e ai privati Laverty e Melandri che chiudono la top ten.

Nella classifica piloti Lowes guadagna altri tre punti sul compagno di squadra e gode ora di un vantaggio di dieci lunghezze (328 a 318), per cui gli basterà finire sul podio per essere automaticamente il terzo classificato quest’anno. Davies e Haslam sono invece a pari punti al sesto posto e chi dei due starà davanti questo pomeriggio otterrà la posizione in campionato.

Qui i risultati della manche Sprint e la classifica piloti, oltre che la griglia di gara-2.

Fonte immagine: worldsbk.com



Condividi