SBK | GP Portogallo 2022, Gara 1: Toprak Razgatlıoğlu torna a vincere su Bautista e Rea, Bassani quarto

di Alyoska Costantino @AlyxF1
8 Ottobre 2022 - 17:23

Nella sfida con Rea, Razgatlıoğlu mostra i muscoli e conquista la nona vittoria stagionale. Bautista limita i danni al meglio, Rea perde ulteriore terreno nella generale.


Nonostante il gran ritardo, alla fine la Gara 1 del GP Portogallo 2022 classe SBK si è disputata (seppur in forma ridotta) e Toprak Razgatlıoğlu ne è emerso vincitore. Il campione turco ha conquistato a Portimão la sua nona vittoria stagionale e la 27a in carriera riportandosi alla pari col rivale Álvaro Bautista, guidando la corsa per gli ultimi nove giri dopo aver scavalcato Jonathan Rea. 

Un successo che permette al campione del mondo di accorciare ancora di qualche lunghezza il proprio distacco in campionato sul pilota spagnolo, capace però di limitare i danni al meglio col secondo posto ottenuto a pochi decimi dal vincitore. Persino in una pista storicamente ostica alla Ducati, il #19 esce comunque soddisfatto al termine di Gara 1. 

Chi invece non può esserlo è Rea, terzo. Essendo Portimão la sua pista prediletta, aver visto i propri due rivali davanti con discreta facilità su di lui non va di certo a migliorare il suo morale, specie dopo l’aumento delle aspettative portato dalla fantastica Superpole ottenuta questa mattina. Ora il suo distacco da Bautista è di 71 punti, mentre quello di “Razga” è sceso a 54. 

Menzione d’onore ad Axel Bassani, giunto quarto dopo una bella battaglia con Alex Lowes. Ancora una volta, il pilota veneto è il migliore dei privati sulla sua Ducati di Motocorsa Racing. 

LA CRONACA

L’avvio di gara è previsto alle 15:00, ma piloti e squadre sono costretti ad una lunga attesa prima del ritorno dell’elisoccorso dall’ospedale Faro, dove Victor Steeman è stato portato in seguito all’incidente della SSP300

Dopo un’ora e un quarto la gara può cominciare, con una distanza ridotta di quattordici giri ed una griglia rivista in seguito al ricorso dei piloti penalizzati nel finale dalla bandiera gialla causata da Nozane. Bautista riguadagna così la propria quarta posizione in griglia. 

Allo spegnimento dei semafori tutta la prima fila parte bene e Rea mantiene il comando seguito da Razgatlıoğlu e dal compagno Lowes, mentre Bassani, dall’interno, passa quarto e Bautista riesce ad incrociare la traiettoria di Locatelli per salire al quinto posto. 

L’azione di disturbo di Lowes per favorire il compagno Rea ha inizio alla Torre Vip, dove sorpassa con decisione Razgatlıoğlu in staccata prendendosi la seconda piazza. Già sul rettilineo principale il turco può tornare secondo, mentre Redding sorpassa Locatelli per la sesta posizione. 

Ben presto i primi cinque formano un gap sulla coppia Redding-Locatelli e Bassani riesce sorprendentemente a tenere il ritmo dei quattro piloti ufficiali, azzardando persino il sorpasso su Lowes alla 5. Il pilota veneto è scatenato e riesce anche a limare qualche decimo dalla coppia di testa, con Rea che ha 0”7 di vantaggio su Toprak. Bautista, a sua volta, supera Lowes sul rettilineo e comincia a stuzzicare il compagno di marca. 

La fuga di Rea, ancora in testa, non va a buon fine e ben presto i primi quattro cominciano a raggrupparsi. La battaglia tra le Ducati si risolve a favore di Bautista con un blockpass alla Lagos, mentre Razgatlıoğlu deve attendere fino al sesto giro prima di affondare una staccata poderosa sul #65; Rea è costretto ad andare largo e lo yamahista può approfittarne per prendere margine. 

La sfida dei due ducatisti ha dato modo a Razgatlıoğlu e Rea di prendere qualche decimo di vantaggio, ma a cinque tornate dalla fine Álvaro è di nuovo negli scarichi della Kawasaki. Il primo attacco penalizza però lo spagnolo, che finisce largo nella via di fuga della 1 ed è costretto a ricominciare il lavoro da capo. 

A tre giri dal termine l’attacco stavolta riesce, ma “Razga” ha accumulato più di un secondo di vantaggio e Bautista decide di non azzardare l’inseguimento. L’attenzione si sposta sulla lotta per il quarto posto, nella quale Bassani difende si difende con le unghie e con i denti dall’assalto di Lowes, riuscendoci in uscita dalla Torre Vip. 

All’ultimo giro Bassani stringe le traiettorie ed il fratello di Sam non può fare molto per impensierirlo, cedendo la medaglia di legno al ducatista privato. Toprak Razgatlıoğlu va invece a vincere la prima gara del weekend su Bautista e Rea, mentre all’ultimo giro Redding, settimo, è caduto alla 5 facendo scalare di una posizione Rinaldi, Vierge, Baz e Gerloff. 

Nella classifica piloti Bautista ha ora 414 punti contro i 360 del turco di Yamaha Pata, mentre Rea fatica a mantenere il passo ed è a quota 343. Nella sfida per il quarto posto Rinaldi mantiene saldamente la posizione con 31 punti di margine su Locatelli e Bassani, ora appaiati in classifica. 

Questa la classifica di Gara 1 e la generale piloti attuale. 

Fonte immagine: yamaha-racing.com