SBK | GP Portogallo 2021: Toprak Razgatlıoğlu di nuovo in pole a Portimão, Rea secondo

Il turco sovverte il pronostico e strappa la seconda Superpole di fila. Haslam e van der Mark le sorprese al terzo e quinto posto.


Su una pista come Portimão il risultato della Superpole pareva quasi scontato a pochi minuti dall’inizio della sessione, con Jonathan Rea pronto ad ottenere la quinta partenza al palo all’Autodromo dell’Algarve. Invece, come accaduto a Jerez, la pole position per Gara 1 e Gara Sprint è andata a Toprak Razgatlıoğlu, autore del giro record in 1:40.219, ben 0”3 più rapido del suo rivale per il titolo. Per “El Turco” si tratta della terza pole in carriera, dal sapore ancora più gustoso dato che è stata ottenuta su una delle piste preferite del pilota Kawasaki.

“Johnny” si può comunque consolare con la seconda posizione in griglia, limitando i danni dopo un ultimo giro lanciato in cui non è stato capace di sfruttare al meglio la gomma Pirelli da tempo. Altro traguardo raggiunto dal #1 è il premio di miglior pilota sul giro secco dell’anno nella speciale classifica dedicata, conquistato con due gare d’anticipo.

Sorprende il terzo posto di Leon Haslam sulla Honda, un risultato del tutto inaspettato considerando come “Pocket Rocket” non sia mai stato riconosciuto un animale da qualifica. L’inglese ha così escluso il connazionale Scott Redding (Ducati) dalla prima fila. Bravo anche Michael van der Mark, quinto sulla sua BMW.

LA CRONACA

Il primo run comune rispecchia subito le aspettative iniziali, con Jonathan Rea davanti a tutti e seguito in primis dalle Yamaha Pata BRIXX di Toprak Razgatlıoğlu e  Andrea Locatelli. Il primo run delle Ducati è invece poco incisivo, con Redding solo ottavo; le BMW di van der Mark e Laverty salgono al quinto e sesto posto.

Il primo ad utilizzare la gomma da tempo è, come spesso accade, Leon Haslam, il quale gira in 1:40.7 e sale al secondo posto alle spalle di Rea. Poco dopo è il turno del suo ex-compagno di squadra, che però migliora di poco più di un decimo rispetto al primo giro lanciato, concludendo il turno con un 1:40.524.

Redding, Gerloff e Rinaldi non costituiscono una minaccia per la Kawasaki #1, la quale viene però impensierita proprio da Toprak Razgatlıoğlu. L’ultimo giro del pupillo di Kenan Sofuoğlu è magistrale e l’1:40.219 finale corrisponde sia al giro della pole che al nuovo record del circuito.

Rea e Haslam completano la prima fila, mentre in seconda si piazzano Redding sulla prima Ducati, Michael van der Mark ed Álvaro Bautista; nelle prime cinque posizioni ci sono quindi cinque marchi differenti. Qualifica un po’ sottotono per le altre due Yamaha di Locatelli e Gerloff (settimo ed ottavo), davanti a Loris Baz. Chiude la top ten Michael Rinaldi, mentre Eugene Laverty, a causa di una caduta nel giro di lancio, non è riuscito a migliorarsi e partirà solo 13°, dietro a Tati Mercado.

Qui i risultati della Superpole e la griglia di partenza per la gara delle 15:00 della SBK.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM