SBK | GP Portogallo 2021: BMW torna al successo dopo otto anni, van der Mark vince la SP Race

Prima vittoria di van der Mark sulla moto bavarese, a podio le Ducati di Redding e Baz. Altra caduta di Rea, Razgatlıoğlu sesto.


La data del primo settembre 2013 corrispondeva, fino a pochi minuti fa, a quella dell’ultimo successo del marchio BMW in SBK. A condurre la S 1000 RR sponsorizzata Goldbet fu Chaz Davies in quell’occasione, che vinse una gara terminata anticipatamente per una bandiera rossa.

Sono passati più di otto anni da quel successo e la Casa bavarese è tornata sul gradino più alto del podio nella SP Race del GP Portogallo 2021. Michael van der Mark, sfruttando le condizioni di bagnato favorevoli, ha ottenuto il suo primo successo stagionale ed il quinto nella categoria, ponendo fine sia al suo digiuno personale (poiché non vinceva dal GP di Catalogna 2020) sia a quello della BMW.

La lotta per il titolo iridato non è comunque passata totalmente in secondo piano, anzi. Mentre Scott Redding ha ottenuto un altro secondo posto precedendo Loris Baz, Toprak Razgatlıoğlu ha tagliato il traguardo solo in sesta posizione, ma è riuscito comunque ad aumentare il suo vantaggio su un Jonathan Rea finito nuovamente a terra. La crisi del campione in carica non accenna a diminuire ed i punti di ritardo sono ora 49.

LA CRONACA

Il cielo si apre sopra l’Autodromo dell’Algarve, ma l’asfalto è ancora bagnatissimo per via dell’acquazzone del mattino. Loris Cresson è costretto a partire dal fondo della griglia dopo che la sua moto è stata riportata ai box prima della procedura di partenza.

Alla partenza Razgatlıoğlu scatta molto bene e lo stesso fa il compagno Andrea Locatelli, che gira in seconda posizione alla Primeira; nelle due curve successive, però, l’italiano subisce il contrattacco degli anglosassoni Rea e Redding, i quali si mettono all’inseguimento di “Razga”. Il pilota Kawasaki non perde tempo e supera il suo rivale alla Torre Vip, con Redding che lo imita poco dopo in uscita della Samsung. La prima caduta è quella di Michael Ruben Rinaldi, che perde il posteriore alla 7 e finisce a terra malamente.

Un grosso colpo di scena arriva pochi secondi dopo all’ingresso di curva 13: Rea sta allungando sul ducatista alle sue spalle, ma perde clamorosamente l’anteriore e finisce a terra, non riuscendo a ripartire; per Gara 2 “Johnny” sarà costretto a partire dal fondo, mentre Razgatlıoğlu può ottenere punti importantissimi.

Il turco, però, gioca sulla difensiva in un primo momento. Michael van der Mark, partito quinto, lo supera alla prima staccata con facilità, seguito poi da Baz al terzo giro. Entrambe le R1 ufficiali soffrono sul bagnato, con anche Andrea Locatelli attaccato e superato da Leon Haslam per la quinta piazza.

Il più veloce in pista è invece “Magic Michael”, che raggiunge Redding in testa alla gara e comincia a stuzzicarlo. L’affondo arriva nel primo settore durante il quarto giro e da lì inizia la cavalcata del pilota olandese, con Redding più concentrato a conservare il secondo posto. Razgatlıoğlu scende invece al settimo, venendo superato dal compagno e da Bautista sulla seconda Honda.

Per qualche giro le posizioni rimangono congelate, ma a tre passaggi dalla fine Haslam comincia ad impensierire Baz per l’ultimo gradino del podio. Il francese di GoEleven risponde bene, fino a che l’hondista non tenta di passare alla curva 13: Haslam tenta all’interno ma perde l’anteriore e per poco non porta via con sé anche il #11; “Pocket Rocket” riparte in nona posizione, ma una seconda scivolata alla curva Lagos lo estromette definitivamente dalla gara.

Nel finale van der Mark aumenta il suo vantaggio fino a 3” su Redding, sufficienti per consegnare a lui ed alla BMW il primo successo del 2021. Altro secondo posto per il #45, seguito da Loris Baz che conferma la terza piazza ottenuta ieri. Andrea Locatelli è quarto davanti a Bautista e a “Razga”, che perde la pole e scatterà dalla seconda fila. Punti anche per Bassani, Gerloff e Laverty.

Il vantaggio di Toprak Razgatlıoğlu nella classifica piloti è ora di 49 punti su Rea, mentre Scott Redding è a -74 (lo stesso svantaggio che aveva dopo il round di Jerez). Grande balzo in classifica per Michael van der Mark, che sale al sesto posto superando l’assente Alex Lowes (201 a 199); ora “VDM” è alle spalle della coppia italiana Rinaldi-Locatelli.

Qui i risultati finali della Gara Sprint, la griglia di partenza per Gara 2 e la generale piloti.

Fonte immagine: bmw-motorradworldsbk.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM