SBK | GP Navarra 2021, sintesi del venerdì

Rea al comando della combinata e nella FP1, Razgatlıoğlu si rifà nella FP2. Bene anche Redding, veloce Rinaldi nel pomeriggio.


Le prime prove libere del GP Navarra 2021 sull’omonima pista spagnola si sono concluse alle 15:47 e, al termine del venerdì, a primeggiare in testa alla classifica combinata è la Kawasaki ZX-10RR #1. Grazie ad un 1:37.629, Jonathan Rea ha ottenuto il miglior tempo nella FP1, distanziando di poco più di un decimo il resto del gruppo. Difficile dire se ci sia ancora ampio margine di miglioramento, ma con le temperature fresche la Ninja del campione del mondo si è comportata molto bene.

Le altre Kawasaki restano invece staccate. Il compagno di Rea, Alex Lowes, si è piazzato in top ten ma solo al decimo posto e con oltre 1” di ritardo dal #1, mentre Lucas Mahias, rientrato dall’infortunio sulla Kawasaki del team Puccetti, è solo 16° ed ha fatto il suo miglior tempo nella caldissima FP2.

La top tre, come successo a Most, rimane monopolizzata dai tre protagonisti del campionato. A poco più di 0”1 da Rea compaiono Toprak Razgatlıoğlu e Scott Redding, col turco al comando nella FP2 e l’inglese nei primi tre sia al mattino che al pomeriggio. “Stoprak” ha girato a soli 0”4 dal proprio tempo di riferimento fatto nella FP1, mentre Redding, prossimo a lasciare la Ducati, ha terminato a soli due decimi dal tempo dello yamahista nella seconda sessione. Nell’ultimo minuto di questa il #45 si è fermato per un problema tecnico.

Le R1 di Garrett Gerloff ed Andrea Locatelli sono ricomparse nelle prime posizioni, con l’americano quarto e l’italiano quinto nella combinata, dopo essersi scambiati le posizioni tra mattina e pomeriggio. Parecchio indietro, invece, Kōta Nozane sulla Yamaha GRT, gemella a quella di Gerloff.

Michael Ruben Rinaldi, sulla seconda Panigale V4 R ufficiale, non ha brillato granché con le temperature più fresche, ma sotto il sole di Navarra ha dato del suo meglio ed è stato tra i pochissimi a girare più forte in FP2 rispetto alla FP1. Chaz Davies, sulla Ducati GoEleven, lo precede al sesto posto, mentre Axel Bassani (Motocorsa Racing) è 12°.

Honda e BMW continuano ad osservare dalla distanza la lotta a tre tra Kawasaki, Yamaha e Ducati. Álvaro Bautista si è classificato ottavo e, nonostante i molti rumor sul suo futuro, il GP Navarra potrebbe essere la giusta occasione per ottenere un piazzamento nei primi cinque (avendo solo due decimi di ritardo da Rinaldi). Leon Haslam è 15°, mentre Leandro Mercado, rientrato a sua volta, è 19° sulla CBR1000RR-R del team MIE Racing.

La Casa di Monaco di Baviera vede Tom Sykes, che ieri ha festeggiato 36 anni malamente visto l’annuncio di BMW riguardante Redding, in nona piazza, davanti al connazionale Lowes e a Michael van der Mark. L’olandese paga due decimi dall’ex-campione del mondo sulla moto gemella ed ha, a sua volta, due decimi di vantaggio su Jonas Folger (Bonovo MGM Racing).

Guardando al resto dei team privati, Tito Rabat è 14° su una pista sì di casa ma su cui non ha mai corso, mentre nelle retrovie rimane il team Pedercini con Loris Cresson 21° e Jayson Uribe ultimo. Uramoto, wildcard su Suzuki del team JEG, è davanti alla coppia TPR e alle spalle di Christophe Ponsson.

Questi i risultati delle FP1 e FP2 SBK, insieme alla classifica combinata.

Fonte immagine: worldsbk.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM