SBK | GP Indonesia 2022, sintesi della FP3

di Alyoska Costantino @AlyxF1
12 Novembre 2022 - 02:29

La risposta della Yamaha nella FP3 arriva puntuale sulla Ducati, Razgatlıoğlu primo e Locatelli secondo davanti a Bautista e Rea. Ottimo Bassani, quinto.


L’ultima sessione di prove disponibile per i piloti della SBK per preparare al meglio la Superpole e le tre gare del GP Indonesia 2022 si è conclusa da pochi minuti. Sul tracciato di Mandalika si è assistito ad un nuovo rovesciamento del fronte nella sfida tra i due principali contendenti al titolo iridato. 

Se al venerdì pomeriggio erano state le Ducati ad impressionare maggiormente con la coppia Aruba.it e non solo, nella FP3 del sabato mattina le Yamaha R1 del team Pata Crescent si sono assicurate le prime due posizioni con Toprak Razgatlıoğlu primo ed Andrea Locatelli secondo. Il #1 ha anche sfondato il record del tracciato di Mandalika stabilito da lui stesso nelle qualifiche dello scorso anno, di ben 0”6. Questo netto miglioramento dei tempi è sicuramente dovuto ad una pista sempre più pulita e gommata, un vero toccasana per le moto di Iwata. 

Il distacco rifilato al compagno di squadra da parte di Razgatlıoğlu è stato semplicemente abissale, pari a 1”1. Addirittura imbarazzante quello rimediato dagli altri competitor, in primis proprio Álvaro Bautista, oggi terzo a 1”2, che da favorito per la Superpole e per Gara 1 si ritrova ora a dover fare i conti con la ritrovata competitività di Toprak. 

Jonathan Rea, per il momento, fa da spettatore privilegiato a questa sfida Ducati-Yamaha, ma senza poter ambire a molto di più. La quarta posizione ottenuta nella FP3 equivale a 1”4 di ritardo dal suo rivale numero uno. Il nordirlandese ha anche pagato qualche noia tecnica, scaturita da un avvicendamento con Kōta Nozane in pista. 

Nella lotta tra i privati, Axel Bassani ha ristabilito a proprio favore le gerarchie entrando in top five ad appena un decimo da “Jonny”. Anche per il pilota Motocorsa Racing il distacco dal leader della classifica è molto pesante (un secondo e mezzo), ma quantomeno il veneto si può consolare con lo stare davanti a Garrett Gerloff e Philipp Öttl, i quali lo seguono da vicino. 

La top ten è conclusa da Michael Ruben Rinaldi e dalle due BMW ufficiali. Come per Bautista, la ritrovata competitività degli avversari ha messo in difficoltà il #21, che dista quasi due secondi da Razgatlıoğlu. Per quanto riguarda Scott Redding e Michael van der Mark, rispettivamente nono e decimo, solo l’arrivo della pioggia potrebbe metterli in gioco per un risultato migliore di una magra top ten. 

Qui i risultati della FP3, l’analisi dei run e la classifica combinata. Alle 02:55 scatteranno le qualifiche della Supersport a Mandalika.

Fonte immagine: yamaha-racing.com