SBK | GP Francia 2022, Superpole: stesso tempo al millesimo per Rea e Razgatlıoğlu, al pilota Kawasaki la pole grazie al secondo tempo migliore

SBK
Alyoska Costantino - 10 Settembre 2022 - 12:15

39a partenza al palo in carriera per Rea, Razgatlıoğlu ostacolato da Bernardi all’ultimo giro sfiora l’impresa. Redding in prima fila, Bautista apre la seconda.


Le sfide più cruente ed emozionanti tra Jonathan Rea e Toprak Razgatlıoğlu si sono consumate nelle gare, corte o lunghe che fossero, in questi ultimi anni di SBK. Eppure, la Superpole del GP Francia 2022 diventerà sicuramente un momento storico della loro rivalità, con Jonathan Rea che ha conquistato la prima casella a Magny-Cours… senza un vantaggio cronometrico. 

Lui e “Razga” hanno concluso con lo stesso tempo di 1:36.124 e a determinare lo spareggio è stato il secondo miglior crono registrato. È così che “Jonny” ha conquistato la sua 39a partenza al palo in questa categoria, in quella che è stata la lotta alla Superpole più ravvicinata di sempre (mai nessuna qualifica si era conclusa con meno di 0”001 di vantaggio). 

A completare la prima fila sarà Scott Redding, bravo ad approfittare del traino di Rea durante il giro ma comunque avvantaggiato anche da una moto sempre più competitiva. Per quanto riguarda il leader della classifica iridata Álvaro Bautista, egli partirà dalla quarta posizione in griglia, precedendo la Yamaha di Garrett Gerloff. 

LA CRONACA 

La sessione comincia da dove si era fermata la FP3, con Toprak Razgatlıoğlu che si mette subito al comando con circa 0”2 di vantaggio sugli inseguitori. Il T2 avvantaggia particolarmente lo yamahista e gli permette di tenersi alle spalle le Kawasaki factory di Alex Lowes e Jonathan Rea. Bautista è per il momento quinto, con in mezzo anche Scott Redding. 

Per il secondo run tutti montano le gomme più morbide per fare il tempo e Rea decide di offrire il traino a Redding, nella speranza di poterlo piazzare tra sé e i due rivali in campionato. Il nordirlandese si prende la pole provvisoria in 1:36.124, con Redding secondo ad un decimo. Bautista, nonostante un paio di giri buoni, non va oltre un quarto posto. 

Razgatlıoğlu, invece, inizia il suo ultimo giro immerso nel traffico e con Luca Bernardi davanti a sé, nel suo giro lanciato ma decisamente più lento di lui nel T1. “Razga”, tuttavia, non si arrende e spinge forte negli altri tre settori dopo averlo sorpassato, fino a giungere sul traguardo con lo stesso identico tempo del pilota Kawasaki. La Superpole la conquista però “Jonny”, autore di un secondo tempo di riferimento migliore. 

Redding porta la BMW in prima fila davanti alla Ducati di Álvaro Bautista, per un totale di quattro marchi nei primi quattro posti. Gerloff e Lowes completeranno la seconda fila, mentre in terza scatteranno Michael Rinaldi, Axel Bassani e Loris Baz. Decimo Philipp Öttl, solo 12° e 13° i due contendenti al quarto posto in classifica, Andrea Locatelli ed Iker Lecuona. 

Qui i risultati della Superpole e la griglia per Gara 1 e SP Race della Superbike. 

Fonte immagine: press.kawasaki.eu