SBK | GP Francia 2022, sintesi delle FP3 

SBK
Alyoska Costantino - 10 Settembre 2022 - 10:07

Pista di nuovo asciutta, Razgatlıoğlu inarrestabile nella FP3 SBK. Secondo Redding, a terra Rea (sesto).


La FP3 della SBK è andata a precedere i turni della Superpole delle tre categorie. La terza sessione di libere del GP Francia 2022, nonostante sia stata disputata sull’asciutto, non ha rimesso perfettamente in ordine i valori in campo previsti per le tre manche tra sabato e domenica, ma anzi ha regalato qualche sorpresa inaspettata. 

Non sorprende che, in condizioni regolari, sia Toprak Razgatlıoğlu a guidare la classifica. Con un 1:36.626, il campione del mondo è tornato a fare il bello e cattivo tempo sulla sua pista preferita, rifilando 0”5 al secondo classificato. I tempi sono stati decisamente più veloci rispetto a ieri mattina, ma il balzo in avanti fatto da “Razga” non è stato eguagliato da nessuno. Le altre Yamaha non brillano granché, con Garrett Gerloff ottavo ed Andrea Locatelli nono. 

Hanno sorpreso in positivo le BMW quest’oggi. Infatti, Scott Redding è il primo inseguitore di Toprak ed è il primo pilota sopra l’1:37 col suo 1:37.197. A seguirlo c’è Loris Baz sulla seconda M1000RR, stavolta gestita dalla squadra Bonovo. Solo 14° Michael van der Mark, ma i primi due alfieri della Casa tedesca potrebbero davvero essere le carte matte del weekend. 

Ducati e Kawasaki, al momento, sono più o meno sulla stessa barca. Le due coppie rosse e verdi si alternano tra la quarta e la settima posizione e tutti e quattro i piloti factory hanno un ritardo di 0”7 da Razgatlıoğlu. Álvaro Bautista guida questo quartetto davanti alle Ninja di Alex Lowes e Jonathan Rea, mentre Michael Ruben Rinaldi è settimo. Una terza Ducati in top ten occupa la decima posizione, ovvero la Panigale V4R del team GoEleven e guidata da Philipp Öttl (a 1”2 di ritardo). 

Per quanto riguarda Rea, egli sta probabilmente sperando nella pioggia con tutto sé stesso. Se il risultato ottenuto ieri col sopraggiungere del maltempo non aveva fatto testo, quest’oggi il sesto posto ottenuto fa sorgere qualche preoccupazione. Il #65, tra l’altro, è incappato in una scivolata piuttosto banale all’uscita della esse Nürburgring e non ha potuto provare la prova di partenza. 

Oltre a lui, è caduto anche Hafizh Syahrin nel finale di turno ed il pilota malese è stato portato al centro medico per un controllo. La prima Honda occupa l’11a posizione con Iker Lecuona, mentre Xavi Vierge, dopo l’exploit di ieri, è crollato al 17° posto. 

Qui i risultati della FP3 SBK, l’analisi dei run e la classifica combinata. 

Fonte immagine: yamaha-racing.com