SBK | GP Francia 2021: Superpole Race di fuoco, Razgatlıoğlu batte Rea sul filo del rasoio

Secondo successo per Razgatlıoğlu in una SP Race del 2021, Rea sconfitto all’ultimo giro. Entrambe le Kawasaki a podio con Lowes terzo, Redding quinto.


La SP Race del GP Francia ha largamente compensato alla poca azione vista in pista durante Gara 1, con un duello tra Toprak Razgatlıoğlu e Jonathan Rea. Nell’ennesimo confronto all’ultimo giro tra i due fenomeni è stato il turco di casa Yamaha a prevalere, rispondendo all’ultimo assalto del campione del mondo superandolo con un’ultima staccata poderosa al Complexe du Lycée, decisiva per conquistare il 13° centro in carriera.

“Johnny” ha incassato un colpo molto duro in quest’occasione. Non tanto a livello di punti persi, col distacco in classificato cresciuto ad otto punti ma certamente ancora recuperabile, quanto più per la bruciante sconfitta subita dal rivale in campionato. Ora come non mai, il suo scettro di campione della SBK è in bilico.

A concludere il podio ci ha pensato Alex Lowes, finalmente tornato nei primi tre dopo ben tre round di totale digiuno. La terza piazza mette una pezza al passo falso commesso ieri pomeriggio in Gara 1 e gli permetterà di partire in prima fila per Gara 2. Andrea Locatelli ha concluso quarto, a testimonianza del grande equilibrio tra Kawasaki e Yamaha su questa pista.

Dopo la caduta ed il mesto 12° posto di ieri, Scott Redding ha quantomeno migliorato la sua posizione di partenza per seconda manche di lunga durata. Questo quinto posto gli permette anche di limitare i danni e di essere quantomeno vicini ai due fuggitivi in campionato.

LA CRONACA

Già dalla partenza le due Kawasaki e le due Yamaha fuggono lasciando un po’ al palo Haslam, le due BMW e le due Ducati, creando immediatamente un gap tra i due gruppi. Rea mantiene la testa della corsa per tutto il primo giro seguito da Razgatlıoğlu e Lowes (quest’ultimo autore di un bel sorpasso su Locatelli alla Chateaux  

Yamaha e Kawasaki in fuga allo start, Rea mantiene il comando al primo giro mentre lowes sorpassa Locatelli alla Chateaux d’Eau). Haslam è quinto davanti a Rinaldi, van der Mark, Redding e Bautista, mentre Sykes sprofonda da subito nelle retrovie.

Durante il secondo giro Rea e Razgatlıoğlu seminano i rispettivi compagni di squadra ed iniziano la lotta per la vittoria, col turco che attacca e supera il rivale al tornantino Adelaide. E’ quindi lo yamahista a fare il ritmo, mentre Haslam, ancora quinto, fa da tappo agli inseguitori; alle sue spalle van der Mark sorpassa Rinaldi all’interno di curva 9.

Rispetto a ieri Redding ha fatto dei progressi sul passo e ciò gli permette di attaccare il compagno di squadra per la settima posizione, relegandolo poi alla lotta con Bautista e Bassani per rimanere in top ten. Durante il quarto giro, sempre alla curva da 180°, Haslam rimane scoperto all’interno e “VDM” lo può superare, aprendo un varco anche a Redding. I due salgono quindi in quinta e sesta posizione.

Per qualche giro le posizioni si congelano, con Rea sempre sulla coda di “Razga” e Lowes terzo in solitaria, mentre la battaglia più accesa rimane quella per entrare in top five. Al quinto giro Redding sorpassa van der Mark alla frenata della 15 ed ottiene un quinto posto importantissimo per tenere in vita le poche chance iridate rimastegli, mentre Bautista scavalca il compagno Haslam per la settima piazza.

Dopo diversi giri di studio, la battaglia per la vittoria esplode proprio durante il decimo ed ultimo giro: Rea esce decisamente meglio da curva 10 ed affianca Razgatlıoğlu alla Imola, completando con successo il sorpasso; sembra fatta per il campione del mondo, ma alla discesa verso il Complexe du Lycée Razgatlıoğlu molla i freni e compie il miracolo, riconquistando il primo posto e difendendolo fino all’arrivo sotto la bandiera a scacchi.

Razgatlıoğlu quindi vince la Gara Sprint davanti ad un Rea visibilmente deluso (nonostante faccia i complimenti al turco durante il giro di rientro), poi Lowes e Locatelli. Redding termina quinto davanti a van der Mark, Bautista, Davies ed Haslam. Saranno loro a schierarsi sulle prime nove caselle di Gara 2.

Nella classifica piloti Razgatlıoğlu ha ora 348 punti ed otto di vantaggio su Jonathan, mentre il distacco di Redding è di nuovo salito a 66 punti. Lowes mantiene il quarto posto e guadagna un punto su Locatelli (176 a 173), con Rinaldi sesto a 163. Yamaha guida anche la classifica costruttori con 368 punti, mentre Kawasaki e Ducati sono rispettivamente a -14 e -16.

Qui i risultati della Gara Sprint SBK e la classifica piloti aggiornata. Alle 14:00 scatterà Gara 2 con questa griglia.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM