SBK | GP Estoril 2021: seconda Superpole consecutiva per Jonathan Rea

Il nordirlandese non sbaglia e fa il nuovo record della pista nelle qualifiche. Redding s’inserisce tra le Kawasaki, disastro Davies 16°.


Due su due per Jonathan Rea, per quanto riguarda le Superpole di questo 2021. Il sei volte campione del mondo partirà al palo anche per il GP dell’Estoril dopo aver conquistato la pole position anche in Aragona, a cui si aggiunge anche l’onore del giro record della pista in 1:35.876, ben tre decimi più veloce di quanto fatto da Toprak Razgatlıoğlu nella scorsa edizione. “Johnny” è stato l’unico, tra l’altro, a girare sotto il muro del ’36.

Partiranno con lui, in prima fila, altri due britannici. Scott Redding, sulla sua Ducati, è riuscito a divedere il duo Kawasaki e partirà dalla seconda casella, davanti ad Alex Lowes. Il grande favorito del weekend, Toprak Razgatlıoğlu, partirà quarto, ma ci sono da segnalare le ottime prestazioni di Eugene Laverty, ottavo sulla BMW di RC Squadra Corse, e di Lucas Mahias, nono alla sua seconda qualifica in SBK sulla Kawasaki del team Puccetti.

LA CRONACA

I quindici minuti di Superpole iniziano nel segno di Toprak Razgatlıoğlu, che al termine del primo giro lanciato è al comando inseguito dalle Kawasaki, con Rea che è in pista inseguito a ruota da Lucas Mahias. Il giro di “Razga” viene però cancellato per aver oltrepassato i limiti del tracciato, concedendo quindi al #1 la momentanea pole e al debuttante francese addirittura il secondo posto. Ottimo anche Eugene Laverty, sesto dietro al compagno di marca Sykes.

La lotta diventa ancor più accesa quando i piloti decidono di mettere le gomme da tempo. Rea esce a cinque minuti dalla fine per il suo secondo run, mentre Scott Redding gioca d’anticipo e compie il suo passaggio ben prima dell’avversario. Il #45 passa al comando con sei decimi di vantaggio, mentre Rabat, subito dietro di lui, è quarto dietro al duo Kawasaki Rea-Mahias; entrambi arrivano però lunghi alla curva 1, rovinando gli pneumatici e non potendo fare un secondo tentativo.

Con un T4 più pulito e decisamente più veloce, il campione del mondo si riprende la Superpole in 1:35.876, tempo record ed inattaccabile. Con Lowes terzo e Sykes quarto che hanno scavalcato Laverty, Rinaldi si mette settimo ma l’attesa è per i giri di Razgatlıoğlu e Garrett Gerloff, tra gli ultimissimi a completare il passaggio. Il turco si ritrova però un Chaz Davies che non riesce a sfruttare adeguatamente la gomma morbida, e nonostante Toprak si faccia largo con aggressività alla Parabolica Ayrton Senna, per lui c’è solo il quarto posto. Gerloff è quinto, mentre Davies, avendo dovuto rallentare per il sorpasso subito, sprofonda in 16a posizione.

La seconda fila verrà completata da Tom Sykes per le prime due manche del weekend, mentre Rinaldi aprirà la terza sulla seconda Ducati. Ottavo e nono le sorprese della qualifica, Eugene Laverty e Lucas Mahias, mentre Tito Rabat chiude i primi dieci. Solo 11° Andrea Locatelli, davanti ad Álvaro Bautista.

Queste i risultati delle qualifiche e la griglia di partenza di Gara 1, che scatterà alle 15:00.

Fonte immagine: Kawasaki Press Service

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS