SBK | GP Emilia-Romagna 2022, sintesi della FP3

Álvaro Bautista martella sul cronometro, Lecuona sorprende in seconda posizione. Razgatlıoğllu quarto, Kawasaki in difficoltà.


L’ultima mezz’ora di prove libere della SBK per questo GP Emilia-Romagna 2022 si è conclusa da pochi minuti ed ha nuovamente favorito i padroni di casa, ovvero i ducatisti. E’ ancora Álvaro Bautista il più veloce al termine della sessione e, dopo aver preceduto di pochissimo i suoi diretti rivali in FP2, nella FP3 lo spagnolo ha aumentato il passo ed ha fatto segnare il riferimento in 1:33.721, scendendo per primo sotto il ’34 in questo weekend.

E’ un uno-due spagnolo in questa FP3 col sorprendente Iker Lecuona in seconda posizione. Il pilota Honda, dopo un paio di giri veloci, ha concluso a 0”07 dal connazionale ed ha dimostrato i grossi passi avanti che la CBR1000RR-R sta facendo per raggiungere le rivali. Il ritmo del #7 è un po’ altalenante, ma con un po’ di fortuna un piazzamento a podio nelle tre gare potrebbe esser possibile. Curioso anche quanto successo con Jonathan Rea alla curva del Tramonto, col pilota Kawasaki che ha addirittura rallentato la corsa del valenciano alle prese con un giro veloce.

Parlando di Rea, il sei volte campione occupa la sesta posizione. Rispetto a Bautista, il nordirlandese non si è spremuto al massimo in questa mezz’ora e ha dovuto pure aspettare a scendere in pista a causa di alcuni problemi tecnici sulla sua moto, risolti dai meccanici ai box. La situazione delle “Kawa” pare critica, con Alex Lowes 13° e visibilmente deluso a fine turno.

Sotto il ’34 anche il terzo classificato invece, Philipp Öttl (Ducati GoEleven). Il tedesco sta sorprendendo anche pensando alle condizioni fisiche in cui si è presentato a Misano e potrebbe seriamente ambire al primo podio in SBK se le Panigale V4R private dovessero continuare su questo passo. Quinta posizione anche per Axel Bassani, ripresosi da un venerdì poco brillante, mentre è solo 12° Michael Rinaldi.

La situazione di Yamaha non è critica quanto quella Kawasaki, ma le R1 stanno comunque soffrendo un po’ rispetto alle Ducati. Rispetto alla FP1 guidata dalla coppia Crescent, Toprak Razgatlıoğlu ed Andrea Locatelli non sono riusciti a mantenere le prime due posizioni, col turco quarto e l’italiano settimo. Il distacco del campione del mondo non è eccessivo (pari a 0”2) ma è sul passo che Bautista ha fatto paura anche nei suoi confronti; il gap di “Loka” è di 0”6 invece.

Garrett Gerloff, sulla terza R1 gestita dal team GRT, continua a rimanere una costante nella top ten, in mezzo a due piloti ufficiale. Xavi Vierge, infatti, ha portato la seconda Honda all’ottavo posto (a quasi 0”7 dal compagno Lecuona), mentre Scott Redding chiude la top ten davanti al compagno di marca Loris Baz.

Qui i risultati della FP3, l’analisi dei run e la classifica combinata.

Fonte immagine: arubaracing.it

SHARE

SUBSCRIBE

ULTIME NEWS