SBK | GP Catalogna 2022, Superpole: Iker Lecuona stupisce tutti e riporta la Honda in pole dopo sei anni

di Alyoska Costantino @AlyxF1
24 Settembre 2022 - 11:56

La Casa dell’Ala Dorata torna a dire la propria grazie al debuttante valenciano. Dietro Lecuona le due Kawasaki di Lowes e Rea.


È una giornata di rivincite per Honda nel motociclismo. Dopo la storica pole position di Marc Márquez questa mattina sotto la pioggia di Motegi, anche in SBK la Casa giapponese ha goduto della propria fetta di gloria, nella Superpole del GP Catalogna 2022. A partire al palo per Gara 1 e Gara Sprint sarà Iker Lecuona, che nella sua stagione di debutto è riuscito a portare l’ancora grezza CBR1000RR-R davanti a tutti nelle qualifiche del Montmelò. L’ultima pole Honda risaliva al 2016 (Tailandia con van der Mark), inoltre era da undici anni che Honda non otteneva due pole lo stesso giorno in MotoGP e SBK, ovvero dall’11 ottobre del 2011 (Casey Stoner in Australia e Jonathan Rea in Portogallo). 

È stato proprio “Jonny”, insieme al suo compagno di squadra in Kawasaki Alex Lowes, a contendere il primato al valenciano. Alla fine i due piloti in verde si sono aggiudicati la prima fila con Lowes davanti al nordirlandese, ma sono stati entrambi beffati dall’hondista (intelligente anche a sfruttare la loro scia nell’ultimo tentativo buono). Solo 0”023 separano il #22 dalla prima posizione. 

A Rea la prima fila comunque non dispiacerà, viste le qualifiche dei suoi due principali rivali in campionato. Álvaro Bautista, da grande favorito del weekend, scatterà “solo” quinto, mentre ha completamente perso la sua chance sulla gomma morbida Toprak Razgatlıoğlu, solo ottavo sullo schieramento. 

LA CRONACA 

Con la pista tornata completamente asciutta, i piloti SBK sono liberi di spingere quanto vogliono nei quindici minuti previsti, ma il primo colpo di scena arriva con l’uscita di pista di Michael Ruben Rinaldi a inizio turno, per il bloccaggio della ruota posteriore in fondo al rettilineo alla curva Elf. Il #21 riesce a ripartire e a tornare ai box per delle riparazioni, mentre il primo run avvantaggia Iker Lecuona sulla Honda. 

A soffiare sul collo del #7 c’è Lowes a 0”011, poi Razgatlıoğlu completa la prima fila davanti a Vierge, Bautista e Rea. Le due R1 ufficiali escono per prime col set di gomme morbide, mentre un gruppone molto fornito di piloti parte a quattro minuti dalla conclusione dai box e comprende le due Kawasaki di Lowes e Rea, Lecuona e anche Scott Redding. 

L’inglese della BMW perde il suo giro buono per un lungo in curva 1 e lo stesso fa Razgatlıoğlu, che viene anche superato dal compagno alla 5 alle prese col suo giro più veloce. La Pirelli morbida permette un solo giro buono al 100% ed il secondo passaggio di Razgatlıoğlu non vale più dell’ottava posizione, mentre Bautista non riesce a scendere sotto l’1:41 al contrario di Locatelli, momentaneamente primo in 1:40.9. 

A rovinare la festa a “Loka” sono le due Kawasaki e Lecuona, che conquista la Superpole in 1:40.766. Lowes è a soli 0”023, mentre il distacco di Rea cresce a 0”2 ma è comunque sufficiente per conquistare la prima fila davanti a Locatelli, Bautista, Gerloff, Bassani, Razgatlıoğlu e Vierge (a 0”9 dal compagno). Rinaldi, col suo unico tentativo, si qualifica decimo ad un secondo pieno da Lecuona. 

Ecco i risultati della Superpole e la griglia di partenza SBK per Gara 1 e SP Race. 

Fonte immagine: hondaracingcorporation.com