SBK | GP Catalogna 2021: Rea conquista la Superpole Race, battuta d’arresto per Redding

Il campione del mondo vince un’altra Gara Sprint, Razgatlıoğlu perde altri tre punti. L’incidente tra Nozane e Locatelli svantaggia il pilota Ducati.


La Superpole Race del GP Catalogna 2021 di SBK non è stata tra le più emozionanti viste quest’anno, ma sicuramente ha di nuovo spostato gli equilibri del campionato in corso. A vincere è stato Jonathan Rea, che ottiene così la sua sesta vittoria stagionale in una manche corta.

Il campione in carica ha approfittato della battaglia tra Toprak Razgatlıoğlu ed Álvaro Bautista per prendere i metri necessari alla fuga, battendo poi di pochi decimi il rivale Toprak Razgatlıoğlu. Il distacco tra i due contendenti è cresciuto di nove punti nella generale.

Terzo posto per Bautista appunto, che ottiene così il suo primo podio della stagione, oltre che il primo per la Honda quest’anno. Per quanto concerne le Ducati, il bel risultato ottenuto ieri è rimasto un miraggio nella prima gara di oggi, a seguito di quanto successo al primo giro successivo ad una ripartenza: un contatto tra Kōta Nozane, Andrea Locatelli ed Alex Lowes ha mandato per ghiaia Scott Redding, il quale poi è giunto solo 15° e senza prendere punti. Rinaldi ha terminato quinto.

LA CRONACA

Alla partenza Sykes non riesce a sfruttare la pole conquistata ieri e viene subito risucchiato dagli altri contendenti. Il miglior scatto ce l’ha Scott Redding dalla seconda fila, ma Toprak Razgatlıoğlu lo passa in staccata immediatamente e si mette davanti. Rea ci mette qualche curva in più a fare lo stesso, salendo al secondo posto alla Repsol; il campione del mondo deve far fruttare la gomma morbida SC0 montata al posteriore.

Più indietro si assiste al primo contatto, che mette fuori gioco entrambe le BMW ufficiali già dopo i primi chilometri: van der Mark e Sykes si agganciano alla esse 7-8 e l’olandese finisce a terra, mentre Sykes è costretto a rientrare ai box e a ritirarsi.

Nei due giri successivi il confronto tra Rea e Razgatlıoğlu si accende, con Jonathan che prova per due volte a superare il turco in staccata ma senza riuscirci. Tuttavia, la sfida viene interrotta dalla bandiera rossa per un contatto tra Chaz Davies e Lucas Mahias; il francese riesce a ripartire, mentre il gallese rimane a terra e viene soccorso dai commissari. Poco dopo, fortunatamente, Chaz è in piedi e verrà trasportato al centro medico per accertamenti.

Alle 11:19 la pitlane viene riaperta e tutti riescono a schierarsi in tempo, eccezion fatta per Mahias la cui moto è stata riparata. Il #44 parte dalla pit lane, mentre la gara viene ridotta a cinque giri.

Al secondo start Razgatlıoğlu parte ancora bene ed anche stavolta gira per primo alla 1, mentre Rinaldi è largo e viene rispedito a fondo gruppo. Redding parte invece malissimo rispetto a prima e si ritrova sesto, mentre i due leader del campionato entrano in battaglia da subito. Rea tenta d’inserirsi alla 4 ed i due rimangono affiancati nelle tre curve successive, finché il pilota Kawasaki non riesce a farsi largo alla Campsa mandando anche leggermente lungo l’avversario.

Ad approfittarne è quindi Bautista e tutto il gruppo arriva molto compatto alla staccata della Caixa. Qui avviene un secondo incidente multiplo: Locatelli, nel tentativo di difendersi da Nozane, accelera troppo presto e finisce addosso ad Alex Lowes, coinvolgendo anche il giapponese; il #22 prosegue, mentre Redding, esterno, si ritrova la strada bloccata ed è costretto a tagliare per la via di fuga in ghiaia. Il vincitore di ieri scende al 16° posto.

Con Bautista a fare da tappo a Toprak, Rea può mettere 0”7 di vantaggio tra sé e gli inseguitori. Lo yamahista riesce, al secondo giro di cinque, a passare il pilota Honda, ma il ritmo di Rea è molto elevato e non riesce a recuperare il distacco. Sempre nello stesso giro Lowes sorpassa lo spagnolo.

La battaglia per il terzo posto prosegue con Bautista che torna al comando sul rettilineo, ma l’attenzione è tutta davanti poiché il vantaggio di “Johnny” scende a 0”4 all’inizio dell’ultimo giro. Razgatlıoğlu fa addirittura il giro più veloce della gara, ma la vittoria va comunque a Rea per appena 0”2. Terzo Bautista davanti a Lowes, Rinaldi, Bassani, Haslam, Gerloff e un sorprendente Ponsson, che ottiene la nona posizione in griglia. Mercado chiude i primi dieci, mentre Redding, 15°, non ottiene punti.

Nella classifica piloti Rea sale a 388 punti ed il suo vantaggio è ora di nove lunghezze su “Stoprak”. Redding è terzo a -65, mentre Rinaldi ottiene la quarta posizione in campionato superando il connazionale Locatelli, rimasto fermo a 190 quest’oggi. Tra i due si è inserito Alex Lowes, a quota 192.

Qui i risultati della SP Race, la griglia di Gara 2 la classifica piloti aggiornata.

Fonte immagine: press.kawasaki.eu

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM