SBK | GP Argentina 2021: volata entusiasmante nella SP Race, Toprak Razgatlıoğlu vince ancora

Il turco della Yamaha batte Redding sul filo di lana e guadagna altri cinque punti nella generale su Rea (terzo). Bene Bassani, quarto.


Pur non mostrando la superiorità messa in scena tra venerdì e sabato, Toprak Razgatlıoğlu ha di nuovo raggiunto il gradino più alto del podio nella SP Race del GP Argentina 2021 classe SBK. Il duello che si attendeva già ieri è esploso nei dieci giri della Sprint, con Scott Redding che ha dato il 100% pur di tornare a vincere, fallendo però.

Un successo che avvicina lo yamahista al titolo ancora di più, considerando la terza posizione di Jonathan Rea. Il campione del mondo ha così perso altri cinque punti nel confronto iridato ed il suo distacco ammonta ora a 34. Redding, invece, rischia di uscire dalla lotta iridata già a San Juan, avendo un ritardo di 75 punti.

LA CRONACA

Alla partenza Redding scatta bene, ma Toprak Razgatlıoğlu anche meglio ed è nuovamente lui a girare per primo in curva 1, davanti ai due rivali anglosassoni. Stavolta il primo giro procede senza intoppi, con Razgatlıoğlu in testa davanti a Redding, Rea, Lowes e Bassani.

Al terzo giro “El Bocia” passa il fratello di Sam per la quarta piazza, ma i primi tre hanno già scavato un solco importante. Ben presto tra i tre contendenti al titolo è Rea a mollare un po’ il colpo, mentre alla fine del terzo passaggio un lungo in curva 15 fa perdere a Scott mezzo secondo da Razgatlıoğlu.

Mentre davanti l’elastico tra i primi due prosegue per due giri, l’attenzione si sposta sulla battaglia per la sesta posizione tra gli italiani Rinaldi e Locatelli, col pilota Ducati che supera lo yamahista all’ingresso della 8. Al sesto giro il suo compagno Redding suona la carica, stampando il giro veloce e riportandosi a 0”4 dal leader.

Nonostante il recupero, compiere la manovra sul turco si rivela nuovamente un’impresa: per due giri Redding non trova nessun varco, rimanendo costantemente tra i tre ed i quattro decimi. All’ultimo giro il #45 decide di anticipare l’attacco alla curva 7, ma arriva largo e Razgatlıoğlu ha agio per tornare davanti. L’ultimo disperato tentativo avviene in uscita dalla 17, con Toprak che si scompone e Redding che tenta di sfruttare l’accelerazione; alla fine solo 0”046 separano i duellanti sul traguardo.

Rea conclude terzo ad oltre 3”, seguito da Bassani, van der Mark, Locatelli, Gerloff, Rinaldi e Lowes (coi due piloti ufficiali autori di un paio di errori negli ultimi tre giri). Leon Haslam conclude la top ten davanti al compagno Bautista, ma non ottiene punti.

Nella generale piloti Razgatlıoğlu raggiunge, con questa 13a vittoria, quota 515 punti e vede la possibilità della prima tripletta in vista di Gara 2. Rea, a quota 481, può solo sperare in un altro colpo di fortuna per tenere seriamente aperti i giochi iridati, mentre Redding (440) dovrà recuperare almeno 14 lunghezze per rimanere in lotta fino al GP d’Indonesia.

Questi i risultati della Gara Sprint, la classifica piloti e la griglia di partenza della seconda manche.

Fonte immagine: worldsbk.com

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS