SBK | GP Argentina 2021: rivincita in Gara 2 per Scott Redding

Il ducatista esce dalla lotta per il titolo ma si consola col ritorno al successo. Rea secondo, Razgatlıoğlu terzo.


Il GP Argentina 2021 della SBK sembrava destinato a concludersi con la prima tripletta in carriera per Toprak Razgatlıoğlu, ed invece a rovinargli la festa ci ha pensato il pilota che era stato battuto proprio da lui nella Gara Sprint. Scott Redding ha infatti conquistato il settimo successo stagionale davanti a Jonathan Rea e al leader della classifica iridata, prendendosi un’importante rivincita dopo le recenti sconfitte subite proprio alle spese di Razgatlıoğlu.

Si tratta, tuttavia, di una vittoria di Pirro, poiché questa gara lo esclude definitivamente dalla corsa al titolo, ristretta così a Rea e “Razga”. Il nordirlandese ha guadagnato quattro punti nella classifica iridata nei confronti dello yamahista, riducendo il suo gap a 30 punti col solo round di Mandalika da svolgere.

Da segnalare anche la gara maiuscola di Axel Bassani, giunto nuovamente quarto dopo aver tenuto a lungo la coda dei primi tre. Quinto Michael Ruben Rinaldi sulla seconda Ducati ufficiale.

LA CRONACA

Pochi minuti prima del via arriva la notizia del forfait di Alex Lowes sulla seconda Kawasaki factory, essendo stato dichiarato non fisicamente idoneo a correre per i problemi alla mano destra. Il meteo è soleggiato e sullo schieramento tutti i piloti optano per la Pirelli SCX al posteriore e quasi tutti scelgono la SC1 all’anteriore, eccezion fatta per Rea e Tito Rabat con la SC2.

Allo spegnimento dei semafori Rea parte bene dalla terza casella e si mette secondo alle spalle di Razgatlıoğlu, mentre le Ducati di Redding e Bassani si pongono all’inseguimento. Già nel corso del primo giro la battaglia per la testa si accende, con Rea che si fionda all’interno di curva 9 per poi ricevere la risposta di Toprak alla 10.

In questa lotta prova ad inserirsi Scott Redding attaccando “Johnny” alla 1, ma non riesce a concludere il sorpasso e ad approfittarne è quindi Bassani, che si mette così virtualmente a podio. Un errore di Razgatlıoğlu alla 8 cede nuovamente a Rea il comando, ma a Toprak basta un altro giro per riattaccarlo alla 10.

Al quarto giro il pilota della Kawasaki si fionda all’interno della lunga curva 7 per tornare davanti, ma in accelerazione lo slancio della Yamaha R1 è superiore ed il campione del mondo viene ripassato anche da Redding, il quale poi passa anche “Razga” sullo stesso rettilineo al quinto giro. Un errore del #45 lo rispedisce però al terzo posto.

Questo durissimo confronto a quattro permette agli inseguitori di riavvicinarsi, in primis Michael van der Mark e Michael Ruben Rinaldi. Appena però i tempi dei primi si attestano sul ’37 alto la musica cambia ed il gruppo di testa torna a sfilacciarsi, con Redding nuovamente secondo dopo aver superato Rea in curva 1. Si arriva così al decimo giro, quello nel quale la Ducati #45 si mette al comando superando la Yamaha #54 in curva 7.

Con pista libera Redding può fare finalmente la differenza sugli altri ed in soli tre giri il suo vantaggio sale ad addirittura 1”3. Rispetto a ieri il ritmo di Razgatlıoğlu non è eccezionale e ciò permette al campione del mondo di rifarsi sotto, con anche Bassani sempre a tiro per un attacco. Si sono invece staccati Rinaldi (passato quinto) e van der Mark.

A sei giri dalla fine Rea rompe gli indugi e passa Razgatlıoğlu alla 1, resistendo poi al contrattacco in curva 3. Anche il pilota Kawasaki, ora con pista libera, riesce a fare la differenza nei confronti dello yamahista, guadagnando 0”8 e recuperandone 0”4 a Redding, il quale però ha già accumulato un vantaggio consistente. Anche Rinaldi e soprattutto Gerloff stanno girando veloci, ma sono decisamente staccati.

Scott Redding va così a vincere Gara 2 del GP Argentina 2021 con due secondi e mezzo di vantaggio su Rea e quasi 4” su Razgatlıoğlu, mentre Bassani conclude un weekend incredibilmente positivo con la quarta posizione. In top ten anche Rinaldi, van der Mark, Locatelli, Gerloff, Davies e Bautista.

Nella generale piloti Razgatlıoğlu conserva un vantaggio di 30 punti col solo round dell’Indonesia ancora da svolgere, mentre Rea è secondo e dovrà sperare in un vero miracolo per potersi aggiudicare il settimo titolo consecutivo. Redding, con 465 punti raccolti e a -66, è ufficialmente fuori dai giochi per il titolo, mentre Michael Ruben Rinaldi guadagna un paio di punti su Locatelli nella lotta per la medaglia di legno (278 a 270).

Ci sarà ora più di un mese d’attesa prima del Gran Premio dell’Indonesia sul circuito cittadino di Mandalika, una gara il cui svolgimento non è ancora sicuro ma che, se dovesse esser confermata, avrebbe l’onore di assegnare il titolo di una delle stagioni SBK più combattute di sempre, al culmine di un duello rusticano come quello Rea-Razgatlıoğlu. Anche il mondiale marche sarà da assegnare, così come quello per i team.

Qui i risultati di Gara 2 e la classifica piloti aggiornata.

Fonte immagine: arubaracing.it

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS