SBK | GP Aragona 2021, sintesi della FP3

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Kawasaki guida nuovamente tutto il turno, nell’attacco al tempo finale primeggia nuovamente Razgatlıoğlu. Redding secondo, poi la coppia KRT. Bene Locatelli, rimontato fino al nono posto.


La terza sessione di libere della SBK, un’esclusiva per la categoria maggiore del Circus da quest’anno, ha rivisto Toprak Razgatlıoğlu in cima alla classifica dei tempi, cosa che gli era già riuscita nella FP1 di ieri. Il primo pilota di Yamaha Pata BRIXX ha girato in 1:49.695, migliorando di tre decimi il tempo di riferimento della combinata. Ci sono ancora dubbi sulla costanza del turco in termini di ritmo, ma “Razga” può seriamente essere una minaccia sul giro secco.

Tutti i primi sei piloti hanno migliorato il proprio crono di riferimento del venerdì, compreso il secondo yamahista Garrett Gerloff. L’americano paga poco più di cinque decimi dal pilota turco, ma primeggia nettamente nel confronto col compagno Kohta Nozane; il giapponese è solo 16° infatti. L’ultima R1 nei primi dieci è quella di Andrea Locatelli, che sta finalmente prendendo confidenza col mezzo ed è salito al nono posto.

Come successo nella FP1, a seguire la Yamaha #54 c’è una Ducati. Ieri era quella di Chaz Davies, oggi si tratta di Scott Redding. Un solo, misero millesimo separa l’inglese dalla vetta, che pare finalmente tornato a un buon stato di forma sia sul giro secco che sull’assetto, viste le ottime velocità di punta fatte registrare (320,5 km/h). Davies non è invece riuscito a migliorare quanto fatto nelle sessioni precedenti e si deve quindi accontentare della settima piazza.

Rinaldi rimane ai margini della top ten dietro al suo connazionale Locatelli,  con un distacco di quasi un secondo dal compagno. Da segnalare la crescita di Tito Rabat, 11° e a soli un paio di decimi dal #21 sulla sua Ducati Barni. L’ultima Panigale V4 R, quella di Motocorsa Racing e guidata da Axel Bassani, è scivolata in 19a posizione.

La sessione è stata a lungo guidata dalla coppia Kawasaki Alex Lowes-Jonathan Rea. Fino all’attacco al tempo finale i due alfieri di Akashi sono rimasti costantemente davanti e con margine, e proprio come nella FP1 sono poi calati di posizione sono nel time attack. Lowes rimane comunque terzo e molto vicino a Razgatlıoğlu (0”171 di ritardo), mentre Rea è il primo pilota incapace di sfondare il muro dell’1:50 col suo 1:50.050.

Non cambia granché la situazione degli altri piloti Kawasaki, eccezion fatta per un singolo privato. Oggi si tratta di Lucas Mahias, 13° e bravo a stare in scia ad alcuni piloti di rilievo come Rabat e Haslam sulla Kawa gestita da Manuel Puccetti, mentre Isaac Viñales (Orelac VerdNatura), Samuele Cavalieri e Loris Cresson (TPR Pedercini) rimangono rispettivamente in 18a, 22a e 23a posizione.

Nonostante le riconosciute abilità sul giro secco di Tom Sykes, la sua BMW si è classifica solo all’ottavo posto, a oltre sei decimi dai tempi dei leader. Il barbuto di Huddersfield, a dispetto del risultato non eccezionale, rimane di gran lunga il pilota BMW meglio piazzato, mentre le altre tre M 1000 RR formano un terzetto che va dalla 14a alla 16a posizione; van der Mark precede Folger e Laverty, nello spazio di un decimo e poco più.

Anche Honda sta vivendo una situazione simile, con un pilota che si sta facendo vedere e gli altri due piuttosto indietro. Álvaro Bautista continua a dimostrare come il Motorland Aragón sia una pista molto amica a lui, chiudendo quinto a soli 35 millesimi da Rea e piuttosto vicino anche ai piloti davanti. Leon Haslam è sceso invece al 12° posto, con Leandro Mercado (MIE Racing, tornato a girare con la livrea castrol) è 21°. Da segnalare come il ritardo dell’argentino sia calato di 1”5 in questi due giorni.

Questi i risultati della FP3, il cronologico dei tempi dei protagonisti della Superbike e la classifica combinata.

Fonte immagine: yamaha-racing.com

P300 MAGAZINE

SBK | GP Aragona 2021, sintesi della FP3

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

SBK | GP Aragona 2021, sintesi della FP3

Continua a seguirci