SBK | GP Aragona 2021: Redding sulle slick vince Gara 2, Rea chiude secondo

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il vicecampione punta sulle gomme d’asciutto e batte gli avversari su pneumatici intermedi. Le due Kawasaki chiudono il podio, a terra Davies.


Copione diverso per Gara 2 del Gran Premio d’Aragona 2021 classe Superbike. A vincere stavolta è stato Scott Redding, che rompe così l’egemonia di Jonathan Rea in questo primo round e torna al successo da Gara 2 del Gran Premio di Francia 2020. Il campione 2019 del BSB ha optato per l’azzardo di usare le gomme d’asciutto su una pista ancora leggermente umida, traendo in poco tempo un enorme vantaggio di grip rispetto agli utilizzatori delle gomme intermedie (praticamente tutti gli altri massimi protagonisti).

La Kawasaki, nonostante non sia stato possibile completare la tripletta, non se ne va comunque a mani vuote da questa seconda manche: Jonathan Rea ha comunque ottenuto il massimo possibile chiudendo al secondo posto, mentre Alex Lowes si è messo alle sue spalle al terzo. Per entrambi, quindi, sono arrivati tre podi su tre manche. Da segnalare anche l’ottima prestazione delle BMW, con Tom Sykes quarto e Michael van der Mark quinto.

LA CRONACA

Vista la pista ancora leggermente bagnata, la griglia della SBK si divide in scelte differenti. Le gomme intermedie vanno per la maggiore, mentre Jonas Folger dalla sesta fila e Scott Redding dalla terza optano per un set di gomme slick; Chaz Davies ed Eugene Laverty vanno controcorrente, montando una gomma da bagnato estremo all’anteriore. Al termine del giro di ricognizione, però, diversi piloti fanno cenno al box e c’è addirittura il rientro di Michael Ruben Rinaldi, per montare a sua volta le slick.

Alla partenza Gerloff scatta molto bene dalla terza casella e riesce a inserirsi in mezzo alle due Kawasaki di Rea e Lowes, ma in uscita dalla Checa il fratello di Sam ritorna all’attacco e si riporta in seconda posizione. Pochi secondi più tardi, mentre Rinaldi esce dai box, Chaz Davies scivola in curva 7 e dimostra l’errore della scelta fatta; il gallese ripartirà e cambierà anche la gomma, ma con immenso ritardo.

Il primo giro si conclude con Rea davanti al compagno Lowes, Gerloff, van der Mark, Razgatlıoğlu e soprattutto Redding, che decide di giocare d’attesa aspettando che la pista sia totalmente asciutta. Gerloff, intanto, pare il più in palla di tutti e alla fine del secondo giro risorpassa Lowes, alla staccata del curvone.

Il primo colpo di scena giunge al quarto giro: il texano prova a punzecchiare Rea più volte, ma è troppo frettoloso nell’attacco in curva 14, cadendo e portando il #1 nella ghiaia. Il campione del mondo riesce però a rimanere in piedi tagliando la chicane, rallentando e perdendo “solo” tre posizione; Gerloff invece riparte al 12° posto. Ora c’è Razgatlıoğlu in testa, seguito da Lowes e van der Mark, mentre Redding è quinto.

Mentre si registra anche la caduta di Haslam (era ottavo in quel momento), Redding comincia ad accelerare e in due soli giri sorpassa la coppia Kawasaki. Lowes, nel frattempo, aveva subìto anche l’attacco da parte di Michael van der Mark, che si scatena sulla sua BMW andando addirittura al comando in curva 1, passando l’ex-compagno yamahista. Razgatlıoğlu viene poi passato anche da Redding in uscita dalla curva 10, dove le gomme slick fanno una grandissima differenza sulle gomme intermedie.

Anche van der Mark non può fare granché per difendersi da Redding, che passa sul rettilineo opposto ai box e va al comando, mettendo da subito un margine di sicurezza alle sue spalle. L’olandese della BMW tiene bene il passo, aiutato anche dalla scaramuccia tra “Razga” e Lowes alle sue spalle. Come ieri, il turco e l’inglese si danno battaglia senza esclusione di colpi, fino a che, a dieci giri dalla fine, le due Kawasaki ufficiali non sorpassano la Yamaha #54 in uscita dalla 10, con Rea che poi si libera di Lowes alla staccata della 16. Nel frattempo Garrett Gerloff, dopo aver rimediato un long lap penalty per il contatto con Rea, recupera fino al nono posto dietro ad Andrea Locatelli, mentre Tito Rabat scivola alla 1.

Alle spalle del terzetto ha rimontato anche Tom Sykes in sesta posizione, tra i piloti più veloci in pista in assoluto, ma il calo di Toprak non gli permette di rimanere perfettamente agganciato alla coppia Kawasaki e all’altra BMW. Rea e van der Mark, dal canto loro, danno vita a uno splendido duello, con “Magic Michael” che si difende con le unghie e con i denti come può, fino a che Rea non rompe gli indugi alla staccata in discesa. Intanto, più indietro, Locatelli passa Bautista per la settima piazza.

Dopo il sorpasso subìto da Rea, van der Mark comincia a perdere smalto e finisce per esser superato, nei due giri successivi, anche da Lowes e Sykes. Le posizioni a questo punto vengono consolidate in testa e l’attenzione si sposta sulla bella rimonta di Jonas Folger, partito 18° e ora ottavo, in lotta con Gerloff.

Il tedesco di Bonovo MGM rimane dov’è, mentre Scott Redding vince la sua prima gara stagionale, nonché la sesta in carriera. A quasi 10” termina Rea, davanti al compagno Lowes e alla coppia BMW Sykes-van der Mark. Sesto Toprak Razgatlıoğlu, mentre Andrea Locatelli è crollato nel finale a favore di Gerloff – settimo e bravo a recuperare dalla caduta – e Bautista – ottavo. “Loka” è nono davanti a Mahias, mentre Bautista, 11°, ha tagliato il traguardo rimanendo a secco di benzina. Rinaldi, dopo il pit stop improvvisato a inizio gara, non è rientrato in zona punti.

La classifica piloti dopo il primo round vede Jonathan Rea in testa con 57 punti e 12 di vantaggio sul compagno Alex Lowes, mentre Redding è a quota 40, ergo a -17 dal rivale. Razgatlıoğlu scende al quarto posto con 30 punti, davanti a Sykes e Gerloff.

Il prossimo appuntamento della Superbike sarà tra soli sette giorni all’Estoril, per l’omonimo Gran Premio sulla pista portoghese. L’anno scorso questo tracciato ha consegnato il titolo iridato a Rea dopo una lunga stagione di sfide contro Scott Redding, ma attenzione anche alla Yamaha e a Toprak, autore della doppietta qui nel 2020.

Questi i risultati di Gara 2 e la classifica piloti aggiornata.

Fonte immagine: arubaracing.it

P300 MAGAZINE

SBK | GP Aragona 2021: Redding sulle slick vince Gara 2, Rea chiude secondo

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

SBK | GP Aragona 2021: Redding sulle slick vince Gara 2, Rea chiude secondo

Continua a seguirci