SBK | Gara-1 sospesa a 6 giri dalla fine, vittoria schiacciante di Davies a Imola

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

È durata meno del previsto la prima manche del quinto round del Mondiale Superbike, ma il risultato è stato schiacciante comunque. Il vincitore è stato Chaz Davies che ha completato un vero e proprio grand chelem andando a vincere dalla pole, col giro veloce e comandando dalla prima curva all’ultima.

La gara, prevista per 18 giri, si è accorciata di 6 dopo un contatto durissimo alla discesa verso la Rivazza tra Lowes e Laverty. Per fortuna è stato un incidente solo spettacolare per le fiamme, niente danni per i piloti. Sul podio si sono uniti al gallese il capoclassifica Jonathan Rea e il #33 Marco Melandri, davanti al numeroso pubblico dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola. Il punteggio assegnato è stato totale.

Il semaforo verde di gara-1 ha visto la partenza a razzo delle Panigale ufficiali di Davies dalla pole e di Melandri dalla seconda fila. Le prime due varianti non hanno visto contatti o scivolate per fortuna, mentre il quartetto di testa ha cominciato subito a mettere dello spazio tra sé e gli inseguitori. Il primo giro da fermo di Chaz è stato di 1:47.0.

Mentre Davies salutava la compagnia, il Porcospino ha messo in piedi un ritmo notevole rispetto ai turni di prove. C’era comunque ben poco da fare per l’italiano e per le Ninja di Rea e Sykes: il ritmo di Davies oggi era di almeno un secondo più veloce rispetto a tutti quanti. Al quarto giro Rea ha rotto gli indugi sul ravennate, passandolo alla Variante Alta e portandosi in piazza d’onore. Più indietro proseguiva la battaglia Laverty-Forés mentre si ritiravano Mercado (caduta) e Hayden (rottura).

Mentre le posizioni davanti si cristallizzavano (eccezion fatta per un duello a elastico tra Melandri e Sykes), più indietro l’Aprilia del team Milwaukee di Laverty ha cominciato a risentire parecchio sulle gomme ed è stata così attaccata sia dalla MV Agusta di Camier sia dalle Yamaha R1. La situazione difficile della casa di Noale a Imola è testimoniata anche dal risultato finale di Lorenzo Savadori, oltre i primi dieci.

A sei giri dalla finela ciliegina sulla torta di guai per Laverty: dopo un ingresso troppo largo e aggressivo di Alex Lowes alla discesa verso la Rivazza, la RSV4 ha perso il parafango, mentre Eugene ha perso totalmente il controllo e per evitare di farsi male si è dovuto letteralmente buttare dalla moto, che si è andata a schiantare a piena velocità sul muro, facendo fuoco e fiamme. La gara è stata così sospesa e la classifica valida è rimasta quella del giro precedente.

Davies ha così vinto dominando gara-1, con 6.6 secondi di vantaggio sull’acerrimo rivale Rea e quasi 10 su Melandri e Sykes, più scialbo del previsto. L’ultimo dei primi 5 è stato Xavi Forés, di fronte a un ottimo Camier; a seguire Van Der Mark, Lowes (sotto inchiesta per il contatto), Ramos e Bradl. Non classificato l’irlandese dell’Aprilia, Laverty.

Nella classifica piloti Rea guadagna altro terreno sul primo inseguitore Sykes, che oggi ha perso 12 punti su Davies: i tre inglesi sono rispettivamente a 215, 144 e 136 punti, mentre Melandri sfonda il traguardo dei 100 punti (113). Nella classifica costruttori la Kawasaki è a 215 (tutti punti di Rea), mentre la Ducati è a 176 con la solita Yamaha terza ancora sotto i 100 punti, a 96.

La manche di domani potrebbe regalare alla casa di Borgo Panigale la seconda doppietta consecutiva a Imola, per merito di Davies. Non ci resta che aspettare.

Fonte immagine: oasport.it

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alyoska Costantino
Alyoska Costantino
Sono Alyoska Costantino, per gli amici Aly. Ed è da quando avevo 6 anni che ho cominciato a vedere in televisione auto e motociclette sfrecciare a 300 km/h sui circuiti più belli di sempre. Weekend dopo weekend aumento la mia affinità col Motorsport, magari anche con categorie nuove da scoprire, specialmente con le due ruote che stanno diventando il mio pane. Pronto a dirvi le mie opinioni e ascoltare le vostre.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci