Roczen e Brayton al Supercross di Parigi con Honda Genuine Racing

di Federico Benedusi @federicob95
5 Novembre 2022 - 11:00

Completata una entry list che sarà invece priva dei fratelli Lawrence, fermati da problemi di visto


Manca una settimana al Supercross di Parigi 2022 e il quadro dei partecipanti si è completato con l’aggiunta di Ken Roczen e Justin Brayton, grandi protagonisti del recente campionato mondiale vinto dal tedesco con lo statunitense tra i suoi avversari più competitivi.

I due condivideranno la tenda del team Honda Genuine Racing, tornando ad essere compagni di squadra a quasi tre anni di distanza dal Supercross USA del 2020 quando difesero i colori di HRC. Roczen gareggerà quindi con la stessa moto del titolo mondiale, mentre Brayton sta correndo con la squadra di Yarrive Konsky nel campionato nazionale australiano. Il pilota dell’Iowa ha inoltre un’esperienza con il team australiano nella serie AMA del 2021, con un podio all’attivo nella gara di Houston #2.

Roczen e Brayton al Supercross di Parigi con Honda Genuine Racing

I due vanno di fatto a sostituire i fratelli Lawrence, Jett e Hunter, previsti inizialmente al via ma fermati da problemi di visto con qualche settimana di anticipo. Dopo il forfait del 2021, i due fuoriclasse australiani hanno dato “buca” anche quest’anno nella speranza di riuscire finalmente ad essere protagonisti alla Défense Arena nel 2023.

Fa specie notare come, al di là del secondo posto dello scorso mese a Cardiff, questa sia la prima presenza di Roczen in un evento internazionale di supercross in Europa. Ken ha già corso a Parigi ma nella gara di contorno riservata alle 80cc nel lontano 2006, quando a vincere fu Max Anstie. Per Brayton invece sarà tutt’altro che una prima volta nella capitale francese, potendo vantare addirittura una vittoria nel 2009 e un terzo posto assoluto nel 2021.

Si preannuncia dunque una 38esima edizione del Supercross di Parigi da fuochi d’artificio. Roczen e Brayton infatti dovranno vedersela con piloti ben conosciuti e di altissimo calibro come il vincitore in carica Marvin Musquin, il campione americano Eli Tomac e il suo predecessore Cooper Webb, nonché diversi punti di riferimento del supercross europeo già visti in azione anche nel World SX. Quest’anno l’evento tornerà a disputarsi su due giorni, sabato con un programma serale a partire dalle 19:00 e domenica pomeriggio dalle 15:00.

Immagini: WSX Media, Ken Roczen Instagram