Che quasi quasi, due lire sulla Red Bull…

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Buon anno a tutti! Rilassati? Appesantiti? Giusto così.

Il 2017 è iniziato da 32 ore e già girano voci su spostamenti vari. Oggi si parla di un Wehrlein in Sauber, che chiuderebbe quasi definitivamente, a meno di impensabili ribaltoni, la questione Bottas in Mercedes. Ovvero come tenersi stretto Lewis affiancandogli un pilota non considerato top. Che poi, pure Nico non era considerato un genio della lampada, eppure abbiamo visto.

Detto questo, tra un Bottas spinto là dove forse non avrebbe meritato, un Wherlein ancora in ghiacciaia perché troppo giovane (ma inizia a sembrare una bella scusa, almeno a me), una Ferrari che non si sa se sarà più bianca che rossa sperando che sia veloce e basta e un Massa sul quale, fino a comunicato ufficiale, preferisco non pronunciarmi, c’è un signore che da mesi, se non da un anno, è in attesa che la sua creatura adagi sul terreno le sue quattro ruote per la prima volta.

Il signore in questione si chiama Adrian Newey e la sua prossima bimba, probabilmente nominata RB13, ho il presentimento che potrà essere quella del ritorno alla lotta per il titolo. Nessuna certezza, perché nessuno ne ha anche se pensa di possedere la sfera di cristallo. Semplicemente le nuove F1 saranno molto diverse (e lo sappiamo), avranno molto più grip (e lo sappiamo), sfrutteranno maggiormente l’aerodinamica al posteriore (e lo sappiamo) e insomma, fino al 2013 abbiamo visto Newey che conigli ha sfornato dal cilindro. E lo sappiamo.

Detto questo, quindi, un due lire sulla Red Bull per la conquista dei titoli ce le metterei. In trasmissione con Ettori, un paio di settimane fa, abbiamo lanciato pure un Verstappen possibile iridato (il quale, nel caso, devasterebbe il record di precocità), ma c’è da considerare che l’altra metà del box è in mano a un piedino mica da ridere come quello di Ricciardo.

Sì, lo so, si corre con la fantasia quando mancano ancora quasi tre mesi (TRE MESI) all’inizio del mondiale, ma la mia è una sensazione e volevo buttarvela così, com’è uscita.

Sempre meglio che parlare di panettoni, pandori, bianco, verde e rosso e cose così.

Spero abbiate passato un buon fine anno e rinnovo gli auguri per un bel 2017. Qui ci riposa un pochettino, poi si riprende come al solito.

P300 MAGAZINE

Che quasi quasi, due lire sulla Red Bull...

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Che quasi quasi, due lire sulla Red Bull...

Continua a seguirci