Matomo

Perché lasciamo Facebook e come potete continuare a seguirci

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

A partire dal mese di maggio non pubblicheremo più i nostri contenuti su Facebook. Potrete continuare ad essere aggiornati tempestivamente tramite Telegram, Twitter e Google News.


La scelta di abbandonare Facebook come strumento di condivisione del lavoro di P300.it deriva da riflessioni partite, in realtà, molto tempo fa. È infatti da mesi, se non anni, che Facebook non rappresenta più la piattaforma ideale per quello che è il nostro modo di fare informazione.

P300.it condivide il proprio lavoro per mostrarlo al pubblico ma non lo crea direttamente sulla piattaforma social, cosa che Facebook predilige e alla quale ha dato sempre più risalto. Non abbiamo mai ritenuto sensato, per il nostro modo di lavorare, creare contenuti sui social – e che restano di proprietà dei social, anche quando muoiono – avendo a disposizione un sito web sul quale investiamo tempo e denaro. Vogliamo che tutto il nostro prodotto resti qui, su queste pagine, anche per poterne avere il controllo.

Con il tempo abbiamo notato la differenza, sempre più crescente, con la quale Facebook supporta tramite i suoi algoritmi pagine con contenuti diretti e senza link a questo o quel sito web.

Non è un mistero, inoltre – chi ne gestisce una lo può confermare – che il numero di iscritti ad una pagina non rappresenti in realtà la quantità di persone che viene raggiunta dai nuovi post pubblicati, con percentuali irrisorie e la richiesta di pagare per mostrare i propri contenuti a persone che dovrebbero già essere aggiornate in quanto iscritte. Inaccettabile.

Infine, e questo è un aspetto che riguarda non solo l’informazione motoristica, non abbiamo fatto a meno di notare l’esplosione delle fake news e della totale anarchia che vige all’interno di questa piattaforma dal punto di vista del controllo dei contenuti.

La somma di questi fattori ci ha portati a lavorare intensamente dietro le quinte, con l’obiettivo di diventare il quanto più indipendenti possibile da Facebook (in questo caso) e dai social in generale. Crediamo di aver raggiunto questo obiettivo e, pertanto, ecco la decisione di lasciare una piattaforma nella quale non crediamo più.

Comprendiamo che possa essere una decisione discutibile per chi si limita a seguire senza essere a conoscenza – perché non tenuto – dei tecnicismi dietro queste gestioni. È altrettanto vero, però, che se si ritiene un prodotto valido l’assenza su un social non può essere determinante per seguirlo o meno.

Siamo felici di aver notato, in queste due settimane dal primo annuncio, diversi utenti dividersi su altri canali per poter continuare a seguirci con costanza. E i canali, di certo, non mancano. Abbiamo scelto Telegram come fonte più diretta per essere aggiornati in tempo reale, ma resteranno attivi i nostri profili su Twitter, Google News ed Instagram. Rimarrà, ovviamente, attivo il nostro Forum, al quale teniamo molto proprio per quel concetto di voler mantenere i contenuti in casa.

Questo è quanto. Pagina e Gruppo di Facebook resteranno visibili per qualche settimana dopo la fine delle pubblicazioni per informare della novità. Noi saremo qui pronti a fare il nostro, come sempre. Aspettiamo anche voi.

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

Perché lasciamo Facebook e come potete continuare a seguirci 1
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

ALTRI DALL'AUTORE