Paffett: “Il sistema di punti FIA per la Superlicenza va rivisto”

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Gary Paffett, ex collaudatore Mclaren e campione 2005 del DTM, ha parlato riguardo il nuovo sistema a punti introdotto dalla FIA per ottenere la Superlicenza, criticandolo in parte.

Paffett si trova d’accordo con il metodo introdotto, cioè quello di assegnare dei punti nelle varie competizioni e un’età minima (18 anni) per potere ottenere la licenza, ma non con alcuni dettagli. Ad esempio, il campionato DTM è stato escluso dalla lista delle serie che assegnano punti (per arrivare in F1 ne occorrono 40).

“Sono d’accordo con la teoria, ma escludere alcune competizioni, e specialmente il DTM, dal sistema di punti FIA è un danno. Quando ho vinto il il campionato nel 2005, era il mio terzo anno in DTM e avevo una buona opportunità per entrare in F1 nel 2006. Con il nuovo sistema di punti, avrei gareggiato per tre anni senza ottenere punti per la Superlicenza”.

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Alessandro Secchi
Alessandro Secchi
Classe 1983. Ragioniere sulla carta, informatico per necessità, blogger per anni ed ora giornalista pubblicista per passione. Una sedia, una tastiera e tre schermi sono il mio habitat naturale.
"Il mio Michael" è il mio libro su Schumi ma, soprattutto, il mio personale modo di dirgli "Grazie". #KeepFightingMichael, sempre!

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci