National | Pubblicato il calendario 2022, pochissime le modifiche

Confermati i 12 appuntamenti del 2021, Hangtown torna a inizio stagione


MX Sports Pro Racing ha pubblicato poco fa il calendario 2022 del National, il campionato statunitense di motocross outdoor. Una stagione che a livello di programma vedrà davvero pochissime novità rispetto al 2021.

I round resteranno tano infatti 12, come è ormai tradizione, e anche le location saranno le stesse della stagione che ha premiato Dylan Ferrandis e Jett Lawrence come primo duo di campioni tutto extra-USA nella storia del National.

In assenza di una nuova pista in grado di sostituire quella di Jacksonville, uscita dal calendario dopo il 2020, sono stati confermati i due round del Pala Raceway, circuito che aprirà e chiuderà la stagione in data 28 maggio e 3 settembre.

L’unica vera novità rispetto al 2021 è l’anticipazione dell’appuntamento di Hangtown, spostata una tantum a fine campionato quest’anno e già pronta a tornare nella sua collocazione di inizio stagione nel 2022. La pista di Sacramento ospiterà il secondo round il 4 giugno, con la trasferta di Thunder Valley posticipata dunque di una settimana all’11 giugno.

Il resto del calendario ricalca esattamente il 2021 anche nella disposizione temporale. Il mese di giugno si concluderà con Mount Morris il giorno 18 mentre a luglio si correrà a Red Bud, Southwick, Spring Creek e Washougal in sequenza. Sarà naturalmente fondamentale l’appuntamento sulla pista del Michigan, che a settembre ospiterà il Motocross delle Nazioni.

Dopo le due settimane di stop che già quest’anno hanno avuto un ruolo importante nell’andamento della stagione, il campionato riprenderà il 13 agosto a Unadilla per poi spostarsi a Budds Creek e quindi all’Ironman Raceway di Crawfordsville. Gran finale, come già accennato, il primo sabato di settembre sempre a Pala.

Queste le dichiarazioni del presidente di MX Sports Pro Racing, Davey Coombs: “Questa sarà probabilmente la stagione più significativa nella storia del motocross americano. Se abbiamo imparato qualcosa dagli ultimi due anni è che nulla è sicuro, ma il nostro sport deve continuare a portare gioia, divertimento e spettacolo a tutti coloro che condividono la passione per il motorsport. In occasione del nostro 50° anniversario la speranza è che per noi possa iniziare una nuova era, con una nuova ripartenza per il Lucas Oil Pro Motocross Championship. Un’epoca che vedrà il ritorno di paddock colmi di appassionati e di quell’atmosfera di grande vicinanza che ha permesso al nostro sport di viaggiare in assoluta autonomia in termini di sostenibilità.

Per cinque decadi abbiamo avuto il privilegio di vedere sfidarsi i migliori talenti del motocross mondiale nella serie più ambita, proprio qui sul suolo americano. Il libro dei record del National rappresenta l’abc del motocross e racconta la storia di piloti, costruttori e piste che hanno contribuito a rendere gli Stati Uniti l’epicentro del motocross mondiale, sia a livello amatoriale che professionistico. Non vediamo l’ora di scoprire cosa avranno in serbo per noi i prossimi 50 anni”.

National | Pubblicato il calendario 2022, pochissime le modifiche

Immagine copertina: RacerX

SHARE

SUBSCRIBE

TOP

LATEST

LEGGI ANCHE

F1

FEEDER SERIES

RUOTE COPERTE

RALLY

USA

FULL ELECTRIC

MOTOMONDIALE

SUPERBIKE/SSP

MOTOCROSS