National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Federico Benedusi - 28 Agosto 2022 - 18:16

Una vittoria e un secondo posto a testa per i due pretendenti al titolo, che si giocheranno tutto nell’ultimo round; Jett Lawrence vince e mette una mano sulla corona 250cc


Stallo totale anche nel penultimo round del National 2022, all’Ironman Raceway di Crawfordsville. Eli Tomac e Chase Sexton si sono divisi una vittoria e un secondo posto, con il pilota Honda trionfatore dell’evento in virtù del successo di gara-2, mantenendo un punto di gap nella classifica generale a favore però del pilota Yamaha, che comunque non potrà concedersi il minimo calcolo nell’ultimo e decisivo appuntamento.

Stupefacente il duello di gara-1, protrattosi per oltre un quarto d’ora. Dopo una lunga fase di studio, Sexton ha approfittato di un errore di Tomac a tempo quasi scaduto per prendere il comando ma quest’ultimo si è rifatto un paio di tornate più tardi con un sorpasso d’antologia all’esterno, rifilando tre secondi e sette decimi all’avversario in quello stesso giro e conquistando la vittoria. Nella seconda manche invece nessun problema per il pilota dell’Illinois, leader dall’inizio alla fine salvo la solita sfuriata iniziale di Ken Roczen; Tomac ha cercato un’offensiva a meno di dieci minuti dallo scadere ma un errore nell’affrontare un canale lo ha portato a più miti consigli. Il pilota del Colorado ha raggiunto così il suo 200° podio da professionista nei campionati americani.

Pregiato podio per Aaron Plessinger in sella alla KTM, terzo in entrambe le manche. Nella prima ha avuto ragione di Ryan Dungey dopo un lungo confronto, mentre nella seconda ha approfittato di una penalità per taglio pista inflitta a Jason Anderson dopo che il pilota Kawasaki gli aveva soffiato la posizione in rimonta. Giornata storta per “El Hombre” dopo la vittoria di Budds Creek, con una caduta alla prima curva che gli ha impedito di andare oltre il sesto posto di gara-1 prima del quarto nella seconda.

Alle spalle di Anderson si è piazzato Christian Craig, due volte quinto con l’holeshot di gara-2, quindi Dungey (4-7) e un Roczen ancora una volta in modalità “gambero” con due ottime partenze a cui però non ha fatto seguito un ritmo di gara adeguato. Il tedesco ha raggiunto solo un settimo e un sesto posto parziali per il settimo assoluto, davanti alle Husqvarna di Malcolm Stewart e Dean Wilson divise dall’ottimo privato svedese Fredrik Norén.

Come detto, quindi, un solo punto divide i due pretendenti al titolo 450cc 2022 e la cosa più stupefacente è che questa singola lunghezza non ci sarebbe nemmeno stata senza la “leggerezza” di Sexton durante la seconda manche di Thunder Valley, con la violazione di una bandiera medica costatagli un punto di penalità. L’ultimo round assegnerà anche il titolo costruttori tra Honda e Yamaha, divise da quattro punti a favore della prima: la Casa dell’Ala Dorata non vince il campionato marche della classe regina degli Stati Uniti dal 2004, ultimo anno (condito da un en plein di vittorie) di Ricky Carmichael in rosso.

Settima vittoria assoluta in 11 round per Jett Lawrence nella classe 250cc. Il leader della classifica generale è finalmente tornato al successo in gara-1 dopo sei manche di digiuno, mentre in gara-2 si è accontentato di un terzo posto in rimonta mettendo una mano ben salda sul secondo titolo outdoor cadetto consecutivo. Quello dell’Indiana è stato un appuntamento oltremodo positivo alla luce della “steccata” di Jo Shimoda, vincitore di gara-2 ma solo quinto in gara-1 dopo una cattiva partenza e una caduta.

National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Il giapponese ha comunque allungato di un ulteriore punto su Hunter Lawrence, con il pilota australiano che nella prima corsa di Crawfordsville è stato penalizzato di due per non avere rispettato un regime di bandiera gialla. Il maggiore dei due fratelli del team Honda si è piazzato terzo e secondo nelle due corse, completando il podio di giornata nonostante la sottrazione a pari merito con RJ Hampshire, secondo e quarto.

Miglior piazzamento in carriera per Nate Thrasher, quarto e sesto dopo avere comandato gara-1 per oltre metà distanza e quinto assoluto. Il giovane alfiere di casa Yamaha ha preceduto un opaco Justin Cooper (6-5) e Max Vohland, a sua volta protagonista nella prima manche prima di un progressivo calo di ritmo: due settimi posti per il figlio d’arte del team KTM. Un ottavo posto e un ritiro per Levi Kitchen, al ritorno in pista dopo l’infortunio al polso.

Sfortunato l’attesissimo debutto da professionista di Haiden Deegan, in sella all’ennesima Yamaha ufficiale, ritirato per caduta al penultimo giro di gara-1 mentre era 11° e 24° in gara-2 dopo essere rimasto coinvolto in un incidente alla prima curva. Tra gli altri neo-pro Ryder DiFrancesco ha terminato 14° assoluto, mentre Talon Hawkins è rimasto a secco di punti in sella alla Husqvarna ufficiale. Nell’ultimo round dovrebbe arrivare anche la prima di Chance Hymas, pilota Honda HRC vincitore dell’evento riservato agli amatori a Crawfordsville.

La stagione americana si concluderà quindi sabato prossimo a Pala, California, già sede del primo appuntamento del National.

Classifica 450cc:

National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Campionato piloti 450cc:

National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Classifica 250cc:

National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Campionato piloti 250cc:

National | Parità tra Sexton e Tomac a Crawfordsville, un punto per la lotta titolata

Immagini: Honda Racing Global Twitter