National | Jett Lawrence gioca responsabilmente a Mount Morris, la classifica si accorcia

National | Jett Lawrence gioca responsabilmente a Mount Morris, la classifica si accorcia

National
Tempo di lettura: 6 minuti
di Federico Benedusi @federicob95
15 Giugno 2024 - 23:56
Home  »  NationalTop

Il campione in carica gioca con gli avversari ma segna un’altra doppietta, forte del suo strapotere; primo successo per Masterpool in 250cc

Il National ha concluso la prima fase della stagione 2024 con il quarto appuntamento in quattro weekend consecutivi a Mount Morris, Pennsylvania. Sulla pista di High Point, Jett Lawrence è tornato ufficialmente quello del 2023: un continuo gioco al gatto con il topo nei confronti di avversari di alta qualità ma che vengono puntualmente illusi di poter battere un pilota che guida ben oltre le capacità di un comune essere umano e che, in realtà, per vincere sta patendo molto meno di quanto non dia a vedere.

In gara-1 il nuovo duello in famiglia ha visto Jett prevalere sul fratello maggiore Hunter, leader nella prima parte della corsa ma poi superato con facilità dal campione in carica. Le due Honda sono arrivate in parata, con Hunter che all’ultimo giro ha abbozzato anche un attacco nei confronti di un Jett sempre in controllo totale.

Più esplicativa gara-2, con vittima sacrificale il “solito” Chase Sexton: superati Lawrence e Jason Anderson in un solo colpo, il pilota KTM ha reso il comando nel giro di poche curve all’australiano ma in seguito è riuscito a rimettere la propria moto davanti a quella dell’avversario. Dopo qualche minuto di elastico in cui un Sexton evidentemente al limite ha commesso anche diverse imprecisioni, su una pista molto scavata dalla pioggia caduta nei giorni scorsi, il #4 è finito al suolo lasciando campo più che libero al campione in carica.

Sexton, terzo a 37 secondi dal vincitore in gara-1, è salito sul secondo gradino del podio scambiandosi i risultati con Hunter Lawrence, terzo nella seconda manche e confermatosi capoclassifica di campionato. Entrambi danno l’impressione di avere raggiunto un livello competitivo molto alto, ma attualmente ben poco è concesso contro il fenomenale #1 delle serie AMA che gestisce ogni manche col calibro, conscio di sapere in ogni momento cosa fare e come farlo.

Ai piedi del podio a Mount Morris troviamo Aaron Plessinger, due volte quinto, con lo stesso punteggio di Justin Cooper che si è invece piazzato quarto e sesto. La quarta posizione di gara-2 è andata ad Anderson, partito forte dopo avere invece steccato l’ennesimo start nella prima frazione (settimo). Nota positiva è il ritorno nelle prime posizioni di Shane McElrath in sella alla Suzuki del team PMG: ottimo quinto in qualifica, poi ottavo e decimo nelle due gare per il decimo posto assoluto.

La classifica generale della 450cc si è notevolmente accorciata, ma nonostante Hunter Lawrence guidi con 171 punti contro i 165 di Sexton e i 163 di Jett l’impressione è che la categoria regina, alla distanza, possa essere molto meno combattuta di quanto il punteggio non mostri.

In preda alla follia è stata invece la classe 250cc, che ha visto la prima affermazione (nonché primo podio) in carriera di Ty Masterpool in sella alla Kawasaki ufficiale del team Pro Circuit, il quale ha contestualmente raggiunto il tanto agognato successo numero 300 della sua storia. L’incredibile storia del pilota texano ha vissuto il suo coronamento su una pista che spesso e volentieri ha offerto responsi contro pronostico, ma in questo caso potrebbe davvero trattarsi di un risultato destinato a ripetersi o comunque ad essere seguito da qualche nuovo capitolo in futuro. Masterpool si è imposto con un secondo e un primo posto di manche in una giornata in cui a dettare legge è stato, in ogni caso, Haiden Deegan.

“Dangerboy” si è infatti prodotto in una formidabile rimonta in gara-1, risalendo dalla 14esima posizione fino alla prima conquistata all’inizio dell’ultimo giro proprio ai danni di Masterpool. Nella seconda frazione il capoclassifica ha cercato un’impresa ancora più complicata, ripartendo 18° da una caduta al primo giro: la doppietta è mancata di appena tre decimi, dopo avere mangiato una decina di secondi alla Kawasaki #29 solo negli ultimi due giri. La striscia di vittorie overall si è fermata solo per la discriminante del risultato di gara-2, ma il weekend di Mount Morris ha ulteriormente indirizzato la stagione cadetta outdoor.

Poco ha potuto un Chance Hymas che in entrambe le gare ha alternato momenti fulminanti a vuoti di sceneggiatura, terminando quarto e terzo per il secondo podio consecutivo. In casa Honda è tornato a calcare i palcoscenici più importanti anche Jo Shimoda, terzo e quinto e ora davvero vicino alla sua condizione migliore, quella che con buona probabilità gli permetterà di tornare a lottare per la vittoria dal prossimo round.

Giornata difficile per Tom Vialle, quarto in gara-1 fino ad una caduta che gli ha tolto ritmo e lo ha retrocesso ottavo e di nuovo ai piedi del podio in gara-2, seppur molto lontano da chi si è giocato la vittoria odierna. In chiave campionato è andata ancora peggio a Levi Kitchen, che ha visto riaffiorare paurosamente i suoi limiti di pilota poco avvezzo a correre in rimonta: partito sempre nelle retrovie, “The Chef” non è andato oltre un decimo e un nono posto perdendo tantissimi punti nella generale.

Sesto overall Julien Beaumer (6-8) a precedere Ryder DiFrancesco (5-13) e Pierce Brown (13-6). Più in difficoltà le Triumph: un settimo posto parziale a testa per Jalek Swoll e Joey Savatgy, quest’ultimo sempre in prima linea quando si tratta di episodi sfortunati come accaduto nuovamente in gara-1. Si è messo nuovamente in mostra il giovane talento del team Yamaha ClubMX, Mark Fineis: il rookie dell’Indiana è partito davanti a tutti in gara-2 lottando contro i migliori piloti della categoria fino ad una caduta che ha danneggiato il radiatore della sua YZ250F, costringendolo al ritiro. I risultati ancora mancano, ma il #705 è un pilota di cui si sentirà parlare ancora a lungo.

Nuovo allungo per Deegan in una classifica generale che vede il pilota ufficiale Yamaha comandare con 191 punti a fronte dei 159 di Hymas e dei 153 di un Vialle evidentemente non nella condizione migliore; resta quarto Kitchen anche se ora i suoi punti sono 144 e la vetta si è allontanata con forza.

Dopo quattro round in fila, il National si ferma per un fine settimana. Il quinto appuntamento della stagione 2024 andrà in scena il 29 giugno sulla pista sabbiosa di Southwick.

Classifica 450cc:

Campionato piloti 450cc:

Classifica 250cc:

Campionato piloti 250cc:

Immagini: Pro Motocross on X, Pro Circuit Racing Instagram

Leggi anche

Tutte le ultime News di P300.it

È vietata la riproduzione, anche se parziale, dei contenuti pubblicati su P300.it senza autorizzazione scritta da richiedere a info@p300.it.

LE ULTIME DI CATEGORIA
Lascia un commento

Devi essere collegato per pubblicare un commento.

COLLABORIAMO CON

P300.it SOSTIENE

MENU UTENTE

REGISTRATI

CONDIVIDI L'ARTICOLO
RICEVI LA NEWSLETTER
Iscriviti per rimanere sempre aggiornato
(puoi sempre iscriverti in seguito)
SOCIAL
Iscriviti sui nostri canali social
per ricevere aggiornamenti live