NASCAR | Weekly News – #16

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Il passaggio di Santino Ferrucci in Nascar è la notizia di copertina. Mercato ancora in primo piano a un mese da Daytona


Santino Ferrucci in Xfinity Series con il Sam Hunt Racing

Dopo settimane di voci alla fine la notizia era vera, anche se con il colpo di scena finale: Santino Ferrucci farà il grande salto dalla IndyCar alla Nascar, tuttavia non gareggerà in Xfinity Series con l’Our Motorsports, come si pensava in origine, bensì con il Sam Hunt Racing.

L’americano di origini italiane disputerà una ventina di gare, debuttando a Homestead a fine febbraio, soprattutto sugli ovali da 1.5 miglia ma non escludendo anche altri appuntamenti come preparazione alla vera stagione di debutto, ovvero il 2022. Sarà anche un’esperienza aggiuntiva per il team che nel 2020 ha disputato dieci gare con Garrett, Diaz e Gdovic. Ferrucci al riguardo ha dichiarato:

“Sono orgoglioso di correre con il SHR e la Toyota. Penso che insieme ci toglieremo molte soddisfazioni. Lavorare con Sam nelle ultime settimane è stato fantastico, il suo ruolo di leader ed il team non sono secondi a nessuno. La transizione verso la Nascar sarà difficile specialmente perché non ci saranno prove libere né qualifiche, né test ma accetto questa sfida. Le mie uniche presenze in pista prima della bandiera verde a Miami saranno il Chili Bowl e il test che ho fatto con le Super Late Model. Fino ad ora tutte le persone dell’ambiente Nascar ed i suoi tifosi mi hanno accolto calorosamente ed i test che ho fatto sono andati molto bene. Non vedo l’ora di cominciare!”


Cup Series: Solo 8 gare con prove libere e qualifiche

Le voci che circolavano fin dalla presentazione del calendario hanno trovato conferma: la pandemia, e la situazione economica conseguente, hanno costretto la Nascar a mettere in programma prove libere e qualifiche soltanto in otto delle 36 gare della prossima stagione. Esse saranno l’apertura di Daytona, la CocaCola600, il gran finale di Phoenix e le cinque nuove gare, e dunque in ordine cronologico:

  • 14 febbraio: Daytona500;
  • 28 marzo: Bristol Dirt;
  • 23 maggio: Austin;
  • 30 maggio: Charlotte;
  • 20 giugno: Nashville;
  • 4 luglio: Road America;
  • 15 agosto: Indianapolis Road;
  • 7 novembre: Phoenix.

Il format del weekend sterrato di Bristol non è stato ancora reso noto così come le simili decisioni per Truck e Xfinity Series.


Front Row Motorsports: confermato McDowell, debutta Alfredo

L’ultimo team importante di cui si attendevano notizie di mercato in Cup Series era il FRM, squadra che tradizionalmente fa contratti annuali di volta in volta con i propri piloti. Inoltre la scuderia di Bob Jenkins aveva dovuto fare i conti con l’improvvisa e inaspettata separazione con John Hunter Nemechek, il quale ha deciso di tornare nei Truck, dunque c’era anche un sedile da assegnare.

Alla fine la scelta è stata quella di proseguire nel segno degli anni scorsi, così accanto al veterano Michael McDowell, alla quarta stagione nel team, ci sarà un altro giovane. Dopo Matt Tifft e il citato Nemechek, a debuttare in Cup Series sarà Anthony Alfredo. Il 21enne del Connecticut di chiare origini italiane lo scorso anno ha corso part time con il RCR in Xfinity Series conquistando due top5 e nove top10 in 19 gare.

https://twitter.com/anthonyalfredo/status/1347354323337015297?s=20

Inoltre, il FRM ha reso noto che alla Daytona500 tenterà la qualificazione su una terza vettura un altro veterano del team, ovvero David Ragan e che proseguirà anche l’avventura nella Truck Series sempre con Todd Gilliland al volante.


Kaulig Racing: obiettivo Cup Series

Il Kaulig Racing conferma gli obiettivi per il futuro. Dopo aver debuttato l’anno scorso in Cup Series alla Daytona500 (13° posto con Justin Haley), nel 2021 il team di Matt Kaulig amplierà il suo calendario da solo una a circa una decina di gare, incluse Daytona500, superspeedway e stradali. Non sono stati annunciati i programmi nel dettaglio, né i piloti che guideranno la vettura #16. Tale impegno è la base in vista del desiderato debutto a tempo pieno nel 2022.


NY Racing Team di nuovo in pista, forse

John Cohen ci riprova un’altra volta, o almeno così dice lui. Dopo le avventure fra 2009 e 2015 come Xxxtreme Motorsport prima e Team Xtreme Racing poi, l’imprenditore del New Jersey ha dichiarato che con il NY Racing Team (lo stesso di prima solo con un nome nuovo) vuole disputare tutta la stagione della Cup Series pur non avendo un charter.

I dubbi al riguardo sono tanti visto che l’ultima vera esperienza nel 2015 si chiuse con Cohen destinatario di un mandato d’accusa e il team che si ritirò prima della gara di Martinsville (dopo 1 WD, 3 DNQ e un 32° posto) per “preparare meglio la gara del Texas” non facendosi più vedere per tre anni di fila diventando allo stesso tempo un meme grazie alla frase sopracitata su Reddit.

Nel 2018 il team, già con il nome attuale, tornò solo per una gara a Charlotte grazie ad una alleanza con il Premium Motorsports; Yeley chiuse la gara al 38° posto. Dopo una serie di collaborazioni con un BK Racing ormai fallito, il team non si è più presentato in pista, di nuovo. Ora invece un altro tentativo, a Daytona con la #44 pare – secondo un leak postato su Reddit – per Johnny Sauter, poi non è noto nulla di più.


Il Wood Brothers Racing acquisisce il 100% del proprio charter

Il Wood Brothers Racing ha annunciato di aver acquisito tutte le azioni della società che gestiva il charter della #21 da Archie St. Hilaire – proprietario del Go Fas Racing – e che i due detenevano dal 2018 ad oggi. All’inizio dell’era dei charter infatti il WBR era un team part time e quindi non ebbe diritto ad una franchigia. Dopo l’alleanza con il Team Penske ed il ritorno a tempo pieno in Nascar, i fratelli Wood appunto divennero comproprietari del charter detenuto fino ad oggi da St.Hilaire, il quale nello scorso autunno ha deciso di ridurre il suo impegno nel motorsport.


Austin Dillon e Cody Ware compagni di squadra alla 24h di Daytona

Dopo Jimmie Johnson e Chase Elliott altri due piloti saranno in pista questo mese alla 24 ore di Daytona, tuttavia anziché essere solo compagni di marca condivideranno anche la stessa vettura. Il RWR Eurasia, branca endurance del Rick Ware Racing, oltre al figlio del titolare Cody Ware ha avuto il sì da parte di Austin Dillon, al debutto nella classica della Florida. Il due guideranno la Ligier JS P217 nella classe LMP2 con il turco Salih Yoluç, vincitore nella classe GTE Am della 24 ore di Le Mans nel 2020 nonché della 24 ore di Spa e della Blancpain Endurance Cup nel 2019.

https://twitter.com/eurasiaracing/status/1344652614357708806?s=20

Mike Harmon annuncia i programmi del suo team

Il veterano Mike Harmon ha annunciato che in Xfinity Series nel 2021 a guidare le due vetture del team saranno Kyle Weatherman (#47) e Bayley Currey (#74). Entrambi i piloti sono stati confermati dopo numerose top20 conquistate nel 2020 e la prima top10 nella storia del team – con Weatherman, ottavo – in Kentucky.


Lessard a tempo pieno con il GMS Racing

La ricerca degli sponsor è andata a buon fine e così Raphaël Lessard nel 2021 non correrà solo 12 gare su 22 sulla #24 del GMS Racing bensì tutta la stagione. Il canadese così avrà una seconda chance nella Truck Series per puntare ai playoff.

Il GMS Racing ha anche comunicato l’abbinamento fra piloti e crew chief: Jeff Stankiewicz rimarrà col campione Sheldon Creed, Kevin Manion con Zane Smith, Chad Walter passa da Ankrum a Lessard, Charles Denike passa dalla #24 (a rotazione nel 2020) ad Ankrum, Jeff Hensley sarà alla guida della vettura di Chase Purdy dopo essere stato negli ultimi anni con Enfinger al ThorSport; infine Chad Norris, l’anno scorso con Moffitt, assumerà il ruolo di competition director.


David Gilliland assume il comando del team

Il DGR-Crosley non si chiamerà più così nel 2021. Infatti David Gilliland ed il suo socio Johnny Gray hanno preso il controllo del team della Truck Series; l’altra metà della squadra, ovvero l’ex pilota Bo LeMastus che rappresenta Crosley Brands, rimarrà nell’organigramma ma solo come curatore del settore sponsor e marketing. Il team diventa dunque solo DGR (David Gilliland Racing) e sarà in pista in Truck Series, ARCA e Late Model. Non è noto chi sarà il pilota nei pick up ma è lecito pensare che sarà confermato Tanner Gray, nipote di Johnny.


Notizie in breve

Il 1° gennaio Chris Monez ha annunciato che sarebbe stato lui lo spotter di Kyle Larson per il 2021. Il 5° gennaio l’Hendrick Motorsports ha reso noto l’interruzione della collaborazione con lo stesso Monez. Il motivo è quello tipico di questi mesi: la scoperta di alcuni like e post su Twitter su temi molto controversi, incluso uno riguardante il tweet che nei mesi scorsi il presidente uscente Donald Trump scrisse accusando Bubba Wallace di aver fabbricato il caso del cappio trovato nel garage.


Oltre all’annuncio con il Mike Harmon Racing in Xfinity Series, Bayley Currey ha reso noto che correrà alcune gare sulla #44 del Niece Motorsports nei Truck con debutto ad Austin.


Jake Griffin, pilota che di solito si faceva vedere soprattutto a Eldora, sarà ancora presente sulla terra della Truck Series correndo sia a Bristol che a Knoxville con il Reaume Brothers Racing. Griffin nel 2016 arrivò quarto proprio a Eldora.


Il circuito di Phoenix ha annunciato che la gara primaverile si terrà – esattamente come lo scorso Championship Weekend di novembre – a capienza limitata. Sulle tribune ci saranno dunque circa 8000 spettatori al massimo.


A Bristol sono iniziati i grandi preparativi in vista della storica gara su sterrato che si terrà per Truck e Cup Series a fine marzo.


La Superstar Racing Experience, la nuova categoria fondata da Tony Stewart e Ray Evernharm che vuole simulare una IROC sugli short track, ha annunciato il suo calendario della stagione di debutto: Stafford (12/6), Knoxville (19/6), Eldora (26/6), IRP (3/7), Slinger(10/7) e Nashville Fairgrounds (17/7). Già noti 9 dei 12 piloti: lo stesso Stewart, Tony Kanaan, Paul Tracy, Bobby Labonte, Helio Castroneves, Willy Ribbs, Mark Webber, Bill Elliott ed Ernie Francis.


Le “World of Outlaws” hanno pubblicato il calendario per la stagione 2021. Brad Sweet difenderà il titolo attraverso oltre 90 gare che si svolgeranno in 27 stati fra il 5 febbraio a Barberville ed il 6 novembre a Charlotte.

https://twitter.com/WorldofOutlaws/status/1343616356877524993?s=20

Immagine: twitter.com/SantinoFerrucci

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci

Avatar of Gabriele Dri
Gabriele Dri
Nato a Udine 27 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

P300 MAGAZINE

NEWSLETTER

ULTIMI ARTICOLI

GRUPPI AMICI

Telegram | Passione Motorsport

ALTRI DALL'AUTORE

P300 MAGAZINE

Continua a seguirci