NASCAR | Weekly News – #15

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Un’altra settimana ricca di notizie prima del Natale. Tanti aggiornamenti in vista del 2021 ma non solo


Buescher chiude i test 2020 per la NextGen

L’ultima sessione di test per la vettura NextGen di quest’anno si è svolta sull’ovale di Daytona. In questa occasione al volante, nella consueta rotazione fra i costruttori, c’era Chris Buescher del Roush Fenway Racing. In pista invece, a differenza della scorsa sessione di Charlotte, solo un modello, quello originale realizzato da Nascar e RCR, giunto però alla terza evoluzione.

Il test, contrariamente allo scorso, si è svolto senza problemi e i dati ottenuti hanno rispettato le attese. A questo riguardo John Probst, “Senior Vice President of Racing Innovation” della Nascar, ha dichiarato: “Daytona era un test importante per noi, perché quando ci torneremo nel 2022 (al debutto, ndr) dobbiamo essere sicuri di rispettare gli obiettivi di velocità che ci siamo fissati. Siamo venuti qua con una sola vettura, ovviamente ne avremmo volute 15 o 20, ma al momento non ne abbiamo così tante.”

“Quindi abbiamo giocato un po’ con i livelli di potenza e drag per raggiungere le velocità desiderate e ci siamo riusciti abbastanza facilmente nel primo giorno. Poi nel secondo abbiamo provato altre cose relative allo sterzo e all’altezza dal suolo per valutare la sensibilità della vettura a queste variazioni. Niente di sorprendente, normale amministrazione nello sviluppo.”

“Penso che tutto quello che abbiamo trovato in questa vettura sia molto promettente per le piste su cui andremo in futuro. Quindi, in caso di bisogno, potremmo anche portarla su una piccola pista nella zona di Charlotte per un paio di ore giusto per verificare se quello che abbiamo ottenuto qua si trasferisce anche su altre tipologie di ovale. Adesso stiamo lavorando con i costruttori e con i team per stabilire il programma dei test futuri. Lavoreremo anche con la Goodyear per almeno un paio di sessioni per concentrarci principalmente sulle mescole nella prima parte del 2021.”

A margine del test ha parlato anche Buescher dicendo: “All’inizio abbiamo fatto un sacco di modifiche per assettare la vettura nel modo giusto ed avvicinarci tuttavia a qualcosa che non conoscevamo bene. […] Per quanto mi riguarda, mi sono concentrato molto sulle cambiate e devo dire che il nuovo cambio sequenziale è molto bello. […] I freni inoltre sono incredibili e questo non era nemmeno il pacchetto adatto agli short track. Funzionano molto bene. Non ci sono problemi ad entrare in pit lane, sarà solo una questione di non andare in testacoda.”

“Ovviamente fare delle prove a Daytona da solo non è divertente, ma ho imparato molto. Sono stato in grado di dare molti input sul feeling nell’abitacolo, sulla posizione dei pedali e come è lavorarci dentro e sedercisi. Sono molto contento di aver fatto questo test ora e non il prossimo anno.”

Oltre a queste voci ufficiali tuttavia ci sono anche delle indiscrezioni non ancora confermate. La voce tecnica è ancora una volta quella di Bozi Tatarevic il quale fa notare che il cambio sequenziale usato da Buescher a Daytona era a cinque marce e non sei come nelle settimane scorse e questo cambiamento sembra essere definitivo.


Chase Elliott alla 24 ore di Daytona

Dopo Jimmie Johnson anche un altro pilota dell’Hendrick Motorsports si cimenterà con la “Rolex 24 at Daytona” ed il nome è quello del campione della Nascar Cup Series in carica Chase Elliott. Il figlio d’arte, al debutto in una corsa endurance, guiderà la Cadillac #31 del Action Express Racing (dunque sarà compagno di squadra di Johnson) sponsorizzata Whelen insieme a Pipo Derani, Felipe Nasr e Mike Conway, sostituendo in pratica Felipe Albuquerque passato alla Acura del Wayne Taylor Racing.

Elliott, vincitore sullo stradale di Daytona nella gara di debutto per la Cup Series l’anno scorso, non è l’unico campione in carica a cimentarsi con una delle gare endurance più impegnative del calendario, infatti appena 12 mesi fa Kyle Busch guidò, seppur nella categoria GTD, una Lexus del team Vasser Sullivan.


Il Rick Ware Racing schiererà 4 vetture nella prossima stagione

Il Rick Ware Racing ha confermato che anche nel 2021 porterà in pista in Cup Series quattro vetture. Rimangono i numeri #15, #51 e #53 mentre tornerà il #52, già schierato in qualche occasione negli anni scorsi, al posto del #27 acquisito dopo aver comprato il Premium Motorsports. Per quanto riguarda i piloti come sempre si preannuncia la girandola gara per gara in base agli sponsor che i piloti stessi porteranno.


Il 23XI Racing annuncia gli sponsor per il 2021

Il nuovo team di Michael Jordan e Denny Hamlin che vedrà al volante Bubba Wallace ha comunicato di aver già raggiunto l’obiettivo di avere sponsor per tutte le gare della prossima stagione. Ad alternarsi sulla vettura #23 saranno DoorDash (consegna a domicilio di cibo), Dr.Pepper (bibite), McDonald’s (fast food), Columbia (abbigliamento sportivo) e Root Insurance (assicurazioni).

Da notare che Dr.Pepper torna sulla #23 dopo l’avventura BK Racing, in cui era più che altro uno sponsor “interno” e dunque non contribuiva economicamente, e sempre legato a questo arrivo è l’uscita di Wallace dalla famiglia Coca-Cola. Inoltre Hamlin ha detto che la ricerca di sponsor non finisce qua in vista di una possibile – se non probabile – espansione del team in vista della NextGen e del 2022.


Timmy Hill e Chad Finchum di nuovo piloti del MBM Motorsports

L’MBM Motorports proseguirà la sua attività anche nel 2021 in Cup e Xfinity Series. Per quanto riguarda la categoria regina della Nascar il team schiererà ancora una volta Timmy Hill sulla #66 mentre a Daytona ci sarà di nuovo una seconda vettura – che dovrà cercare la qualificazione – per Chad Finchum anche se potrebbe non essere numerata con il #49. I due poi affiancheranno Stephen Leicht in Xfinity Series e per la categoria cadetta inoltre il team è ancora alla ricerca di un pilota pagante per chiudere il budget.


Mercato Xfinity Series: conferme nei team minori

Il JD Motorsports sta svelando le carte in vista del 2021. Il team che di solito schiera quattro vetture a tempo pieno ha finora confermato due piloti: Jeffrey Earnhardt, tornato in squadra dopo un fumoso divorzio da uno sponsor nel 2019, e Colby Howard.

Un altro dei punti fermi della Xfinity Series, ovvero il team di BJ McLeod, vedrà ancora una volta al volante della vettura #5 Matt Mills. Il 24enne della Virginia è stato l’ultimo pilota a portare a casa – a Daytona nell’estate del 2019 – una top10 per la squadra.

La seconda vettura dell’Our Motorsports, dopo l’annuncio di Reddick in vista di Daytona e in attesa delle decisioni di Santino Ferrucci, il quale nei giorni scorsi ha svolto un imprecisato test con Kaz Grala, nel frattempo ha annunciato che per un numero imprecisato di gare avrà nei propri ranghi Patrick Emerling, pilota delle Modified (ottavo nella stagione scorsa) e che aveva debuttato in Xfinity Series proprio con l’Our Motosports in primavera a Bristol portando a casa un 29° posto.

https://twitter.com/KazGrala/status/1341142663068839937?s=20

Truck Series: Derek Kraus resterà sulla #19

Il 19enne campione del 2019 nella “K&N (ora Arca Menards) Pro Series West” Derek Kraus è stato confermato in vista della prossima stagione al volante del Truck #19 del McAnally-Hilgemann Racing. Durante la prima stagione completa nella categoria Nascar Kraus ha portato a casa tre top5 e 13 top10 che gli sono valsi tanti complimenti visto che anche il team era al debutto fra i Truck; Derek ha chiuso il campionato all’11° posto, primo dunque fra coloro che non si sono qualificati ai playoff.

https://twitter.com/derek9kraus/status/1341419791316226049?s=20

Dash4Cash e Triple Truck Challenge: premi aggiuntivi anche nel 2021

Confermate anche nella prossima stagione le gare “speciali” per Xfinity e Truck Series e denominate “Dash4Cash” e “Triple Truck Challenge”. Per quanto riguarda la categoria cadetta le gare con un bonus economico per i candidabili al premio saranno Martinsville, Talladega, Darlington e Dover mentre per i pick-up Darlington, COTA e Charlotte, gare tutte in programma fra aprile e maggio. Format e montepremi verranno annunciati nelle prossime settimane.


Chili Bowl 2021: quasi 300 iscritti

Mancano poco più di due settimane all’apertura delle danze all’Expo Center di Tulsa, OK per la 35esima edizione del Chili Bowl. La fase delle pre-iscrizioni si è conclusa ed i team che hanno mandato il modulo agli organizzatori sono arrivati a quota 297, un numero quasi impensabile alla vigilia forse pensando alla situazione generale nel mezzo di una pandemia che sta influendo negativamente anche sull’economia. Quasi tutti i favoriti sono già inclusi nella lista seguente di inizio settimana. Fra i nomi inseriti recentemente ci sono quelli di Ryan Newman e Santino Ferrucci mentre la vettura che quasi sicuramente sarà di Ricky Stenhouse Jr. è ancora TBA.

https://twitter.com/Walkapedia_/status/1341398195654553602

Nascar Mexico: Rovelo campione per la prima volta

Ruben Rovelo si è laureato campione 2020 della Nascar Peak Mexico Series avendo battuto al termine di una stagione – ovviamente – travagliata il tre volte campione Ruben Garcia Jr. di 14 punti e di 19 il due volte titolato Abraham Calderon.

https://twitter.com/NASCARPEAKMX/status/1340131820357218304?s=20

Notizie in breve

Sherry Pollex, moglie di Martin Truex Jr., ha comunicato che il tumore alle ovaie contro cui lotta dal 2014, è ritornato per la terza volta. Sottoposta con successo ad un intervento chirurgico per rimuoverlo, è stata dimessa nei giorni scorsi e proseguirà le cure a casa.


Il Bristol Motor Speedway ed il sindaco di Nashville John Cooper hanno annunciato che gli sforzi per riportare la Nascar all’ovale cittadino del Fairgrounds proseguiranno in vista del 2022. La prossima stagione la Cup Series tornerà invece sul più moderno Superspeedway.


Il due volte vicecampione della Arca Series Michael Self a sorpresa nel 2021 non tornerà – almeno a tempo pieno – al volante della #25 del Venturini Motorsports. Self infatti diventerà team manager del Silver Hare Racing, scuderia che corre nella Trans-Am.


La pista di Rockingham ha visto dopo diversi anni la ripresa delle attività. Sull’ovale della North Carolina, dove la Nascar ha fatto tappa fino al 2004, si sono svolti i test delle Late Model del CARS Tour in vista della gara prevista del 2021. La sessione non è andata tuttavia come previsto, infatti l’asfalto non ha retto del tutto al passaggio delle vetture, dunque in vista della prossima stagione saranno necessari dei lavori di adeguamento. Presente in pista come massimo consulente per tutto il settore tecnico-sportivo (per decidere le mescole delle gomme e l’eventuale uso di una restrictor plate) il veterano Timothy Peters, la cui vettura è stata appunto danneggiata dall’asfalto che si è sollevato in curva2.

Aggiornamento (23:30 del 24/12): a seguito dei problemi riscontrati la gara prevista a Rockingham per il 6 marzo è stata posticipata al 30 ottobre 2021.


Stacy Compton, ex pilota in Cup Series e vincitore di due gare nella Truck Series, è l’ultimo pilota che ha contratto il coronavirus. Al momento il 53enne Compton è ricoverato in ospedale.


Nel frattempo arrivano anche delle indiscrezioni che nelle prossime settimane, se non giorni, potrebbero diventare notizie ufficiali. La Nascar starebbe pensando ad una nuova edizione di un campionato per i piloti su iRacing, così come successo durante la pandemia. Le gare si svolgerebbero di venerdì o sabato nei weekend in cui in pista non ci sarebbero libere e/o qualifiche ma soltanto la corsa per riempire gli spazi in palinsesto lasciati vuoti.

Per quanto riguarda il mercato piloti, Anthony Alfredo sarebbe vicino alla #38 del Front Row Motorsports lasciata libera da John Hunter Nemechek mentre Noah Gragson dovrebbe correre la Daytona500 sulla #62 del Beard Motorsports; questo team negli anni scorsi è sceso in pista solo sugli superspeedway con Brendan Gaughan al volante, il quale ha appeso il casco al chiodo alla fine di questa stagione. Infine il TMT (The Money Team), la scuderia fondata dal pugile Floyd Mayweather nel 2019 ma che finora non si è fatta vedere in pista, sarebbe vicina ad un accordo con lo Spire Motorsports in ottica NextGen dopo aver fallito l’acquisto di un charter.


Da me e da tutto il team di p300.it vanno a tutti voi i migliori auguri di un buon Natale


Immagini: nascarmedia.com

ULTIMI ARTICOLI

MONOPOSTO by SAURO

Avatar of Gabriele Dri
Gabriele Dri
Nato a Udine 27 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

ALTRI DALL'AUTORE