NASCAR | Pubblicato il calendario di agosto

CONDIVIDI

SEGUI P300.it

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

Ad un mese dal precedente annuncio, la Nascar ha comunicato ieri sera come si strutturerà la parte finale della regular season della Cup Series e ancora una volta è il coronavirus ad influenzarla. Rispetto alle settimane scorse infatti è arrivata una seconda ondata di contagi con la prima non ancora smaltita, fatto che ha messo in allarme alcuni stati.

Se le previsioni riguardo ai due double header in Michigan e a Dover e alla chiusura di regular season a Daytona sono state confermate, a saltare invece è stato il Watkins Glen. Infatti lo stato di New York è ancora sotto una stretta quarantena nei confronti degli stati più colpiti per evitare il ripetersi della prima devastante fase di contagi che è stata faticosamente combattuta. L’attività di lobbying da parte della Nascar per garantire un permesso speciale alle previste gare di Cup e Xfinity Series con team e piloti – secondo il protocollo già stabilito – provenienti in larga parte dalla North Carolina non ha avuto successo come avvenuto invece in altri stati nelle settimane scorse e così il governatore dello stato di New York Andrew Cuomo non si è mosso dalle sue posizioni.

Dunque, vista la cancellazione di Sonoma avvenuta già alla ripresa del campionato ed ora quella del Watkins Glen, la Nascar era alla caccia di un circuito stradale o di un roval nel sud-est del paese per garantire l’equilibrio del campionato con una pista che prevedesse anche delle curve a destra. Alla fine la pista selezionata è stata quella di Daytona, la stessa su cui si disputa la storica 24 ore dell’IMSA ma anche quella prescelta per lo svolgimento di “The Clash” come apertura della stagione 2021.

Partendo in ordine dall’ultimo weekend già annunciato, quello in New Hampshire del 2 agosto, il fine settimana successivo la Nascar andrà in Michigan come previsto in origine, ma dei due weekend estivi se ne farà uno solo con due gare della Cup Series in 24 ore e una dei Truck mentre la corsa della Xfinity Series è stata cancellata. Questa categoria infatti negli stessi giorni sarà a Road America per il secondo circuito stradale della stagione dopo Indianapolis; per la Xfinity Series inoltre è stata cancellata la gara di Mid-Ohio inizialmente prevista per il mese di maggio.

Nel weekend di Ferragosto ci sarà l’annunciata sostituzione del Watkins Glen con il Road Course di Daytona. Ma la sorpresa più grande è che in Florida ci saranno tutte e quattro le categorie, dunque oltre alle previste Cup e Xfinity Series pure Truck (che recuperano qui la gara cancellata da mesi in Iowa) e ARCA Series. La brutta notizia per i fan dei pick-up è che non si andrà sullo sterrato di Eldora in quanto non avrebbe potuto ospitare spettatori a sufficienza per garantire un recupero economico.

Lasciata Daytona si risalirà la costa atlantica per il weekend più intenso dell’anno, sei gare in tre giorni di cui una della ARCA Series, una dei Truck, due della Xfinity e due della Cup Series. In tal modo si recupereranno integralmente i due weekend previsti al Monster Mile. Per chiudere il mese di agosto la Nascar si dividerà ancora: Cup e Xfinity Series come previsto andranno a Daytona – questa volta sull’ovale – con la categoria principale che riuscirà a chiudere così la regular season secondo programma, mentre ARCA e Truck andranno al Gateway Motorsports Park di St.Louis qualche giorno in ritardo rispetto al calendario originario.

Dunque, riassumendo il programma da oggi fino al 31 agosto di ogni categoria, questo sarà il calendario:

Cup Series:

  • 12 luglio: Kentucky (gara #17 di 26 della regular season);
  • 15 luglio: Open e All-Star Race a Bristol (spostata da Charlotte);
  • 19 luglio: Texas (gara #18, recupero di quella della primavera);
  • 23 luglio: Kansas (gara #19, recupero di quella di fine maggio);
  • 2 agosto: New Hampshire (gara #20);
  • 8 e 9 agosto: Michigan (gare #21 e #22);
  • 16 agosto: Daytona Road Course (gara #23);
  • 22 e 23 agosto: Dover (gare #24 e #25, con quest’ultima in parziale sovrapposizione con la Indy500);
  • 29 agosto: Daytona (gara #26);

Il programma dei playoff non è stato ancora confermato ufficialmente. L’intenzione è quella di mantenerli invariati, ma si sta discutendo dell’inversione dei weekend del Texas e di Las Vegas.

Xfinity Series:

  • 9 e 10 luglio: Kentucky (gare #14 e #15 su 26 della regular season);
  • 18 luglio: Texas (gara #16, recupero di quella della primavera);
  • 25 luglio: Kansas (gara #17, recupero di quella di fine maggio);
  • 8 agosto: Road America (gara #18);
  • 15 agosto: Daytona Road Course (gara #19);
  • 22 e 23 agosto: Dover (gare #20 e #21);
  • 28 agosto: Daytona (gara #22);

Come detto, ad oggi non è stato ancora confermato il programma dei playoff. L’inizio della post-season della Xfinity Series è previsto a Bristol il 18 settembre, dunque prima di allora si dovrebbero disputare quattro gare. Al momento ci sarebbero in programma le gare di Darlington (5 settembre) e Richmond (11 settembre), ma bisogna recuperare anche due ulteriori corse da disputarsi su piste da definire dopo la cancellazione di Mid-Ohio e Michigan, quindi l’opzione più probabile all’apparenza è quella di due double header appunto a Darlington e Richmond.

Truck Series:

  • 11 luglio: Kentucky (gara #7 di 16 della regular season);
  • 18 luglio: Texas (gara #8, recupero della gara primaverile);
  • 24 e 25 luglio: Kansas (gare #9 e #10);
  • 8 agosto: Michigan (gara #11);
  • 16 agosto: Daytona (gara #12);
  • 21 agosto: Dover (gara #13);
  • 30 agosto: Gateway (gara #14);

Con la cancellazione di Eldora ma anche del viaggio transfrontaliero a Mosport, la Truck Series è quella che all’apparenza vedrà il calendario più stravolto. Gateway infatti in origine era la corsa di apertura dei playoff ma ora sembra essere soltanto la terzultima della regular season. Come si potranno inserire quattro gare (le ultime due della regular season e le prime due dei playoff) fra il 30 agosto ed il 17 settembre a Bristol – al momento virtualmente confermata – lo sa solo la Nascar e la soluzione verrà rivelata nelle prossime settimane.

Per quanto riguarda la questione pubblico, circuiti e stati sono ancora molto divisi malgrado tutti stiano affrontando una seconda ondata di contagi. In Kansas e Michigan sicuramente ci saranno porte chiuse, a Daytona e Dover una decisione verrà presa nei prossimi giorni, mentre Bristol, Texas e New Hampshire non hanno fatto marcia indietro e avranno spettatori sulle tribune mentre anche Road America e Gateway hanno annunciato l’apertura ai tifosi. Ovviamente si spera che da queste gare non nasca una terza ondata di positività al coronavirus.

Immagine: twitter.com/DISupdates

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

NASCAR | Pubblicato il calendario di agosto 1
Gabriele Dri
Nato a Udine 27 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

ALTRI DALL'AUTORE