NASCAR | Posticipato anche il weekend di Martinsville

NASCAR | Posticipato anche il weekend di Martinsville

Come era ampiamente previsto da qualche settimana, la Nascar è stata costretta a posticipare la prevista ripresa del campionato fissata in origine per l’ 8-9 maggio a Martinsville, dove era in programma soltanto la gara della Cup Series.

“La Nascar posticipa gli eventi in programma l’8 e 9 maggio a Martinsville. Le nostre intenzioni rimangono quelle di disputare tutte e 36 le gare, con un potenziale ritorno alle gare senza tifosi sulle tribune durante il mese di maggio in una data e località ancora da fissare. La salute e la sicurezza dei nostri piloti, dipendenti, tifosi e le comunità dove corriamo continuano ad essere la nostra priorità assoluta. Nel frattempo continuiamo a consultarci con gli esperti del settore medico e con le autorità locali, statali e federali mentre valutiamo le prossime opzioni riguardo al calendario.”

Che la data di Martinsville fosse a serio rischio era chiaro fin dal 30 marzo, quando lo stato della Virginia ha deciso di imporre il lockdown fino al 10 giugno, oltre un mese dopo la gara della Cup Series, la prima che si sarebbe dovuta svolgere in notturna su uno degli short track più amati dai tifosi.

La novità principale dell’annuncio di oggi però è la prospettiva di un ritorno alle gare nel mese di maggio a porte chiuse, così come erano state previste le gare di Atlanta e Miami all’inizio dell’emergenza coronavirus. Sono infatti recenti i due incontri di tutti i presidenti e/o responsabili delle leghe professionistiche americane con il Presidente Donald Trump, il quale ha incoraggiato questi per riprendere lo svolgimento delle competizioni anche se fosse senza tifosi sugli spalti.

Importante anche il fatto che non si dica dove potrebbe riprendere l’attività della Nascar. Il weekend successivo a quello di Martinsville sarebbe il primo dei due consecutivi a Charlotte, uno con Truck Series e All-Star Race (15-16 maggio) e il secondo con Xfinity e Cup Series (23-24 maggio), quest’ultima con una gara monumento del calendario, la Coca-Cola 600. Non sono ancora chiari i piani della Nascar, ma un possibile sacrificio della All-Star Race, in quanto gara di esibizione, per disputare il primo degli otto recuperi pare oltre che concreta anche sempre più necessaria.

Nel frattempo lo stato della Florida ha dichiarato due giorni fa gli sport come “servizi essenziali” e ne ha autorizzato lo svolgimento seppur condizionato ad altri obblighi. Questa decisione potrebbe essere il via libera ad uno dei recuperi da svolgere, ovvero quello di Homestead. Qualora si potesse correre a Miami già nel mese di maggio, il calendario dei recuperi seguenti potrebbe essere più semplice da stilare.

Immagine: wikimedia.org


Da maggio P300.it non pubblicherà più su Facebook. Per restare aggiornato, segui il canale TelegramTwitter o Google News

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

923FollowersFollow
1,678FollowersFollow
NASCAR | Posticipato anche il weekend di Martinsville 2
Gabriele Dri
Nato a Udine 26 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

NEWSLETTER

Resta aggiornato su P300.it iscrivendoti alla nostra mailing list

ALTRI DALL'AUTORE