NASCAR | Playoff Cup Series 2021: gli scenari in vista di Daytona

400 miglia per decidere l’ultimo pilota qualificato per i playoff della Cup Series. Anche la Xfinity Series in pista per definire l’ultimo qualificato, ma a quattro gare dal taglio


Da Daytona a Daytona attraverso la stagione più variegata della storia moderna della Nascar. Questa è stata la regular season 2021 della Cup Series che ha già messo in archivio 25 gare e che ora deciderà definitivamente i 16 piloti che si contenderanno il titolo. Non solo questo si deciderà in Florida, infatti il premio della regular season è ancora da assegnare fra Kyle Larson e Denny Hamlin.

I 15 piloti già qualificati

La stagione regolare 2021 ha stabilito due record difficilmente battibili, infatti non si era mai arrivati con questo format all’ultima gara prima del taglio con 13 vincitori diversi (dato già raggiunto nel 2017) e 15 piloti già qualificati. Nel 2020 questi valori erano rispettivamente 10 e 13, nel 2019 e nel 2018 10 e 14, nel 2017 13 e 13 visto che nessuno aveva già staccato il biglietto per i playoff solamente in base ai punti ottenuti.

Il primo a staccare ufficialmente il biglietto, grazie alla seconda vittoria ottenuta in stagione a Martinsville, è stato Martin Truex Jr., poi però il pilota del JGR è stato scavalcato nella griglia playoff dal dominatore del campionato Kyle Larson. Il nuovo pilota del Team Hendrick ha ripagato la fiducia posta in lui dal titolare con ben cinque successi; fra questi brilla sicuramente la tripletta Charlotte – Sonoma – Nashville che sarebbe potuta diventare poker a Pocono se non fosse stato per la foratura all’ultima curva.

Larson è già sicuro di iniziare i playoff dopo il reset del punteggio da leader della classifica, tuttavia non si sa ancora quanto sarà il suo punteggio base (non solo perché ci sono ancora sette playoff point in palio a Daytona). Infatti, malgrado i cinque successi, il pilota della #5 non è ancora sicuro di aver vinto la regular season. La primavera è stata dominata da Denny Hamlin, il quale ha conquistato otto top5 nelle prime nove gare fuggendo in classifica generale. La vittoria sembrava ad un passo per il pilota del JGR, ma poi c’è stata la regressione verso la media e così l’esplosione di Larson ha portato alla riduzione del suo vantaggio.

La vittoria per Hamlin incredibilmente, se si pensa che a questo punto nel 2020 aveva già trionfato sei volte, non è arrivata, però è riuscito a resistere a lungo alla rimonta di Larson. All’ultimo giro di Pocono il sorpasso di Kyle sembrava cosa fatta, ma la foratura ha aperto una lotta punto a punto durata per i mesi di luglio e agosto, con la #11 sempre avanti di poco. Alla fine l’inevitabile è arrivato: al Watkins Glen Larson ha pareggiato Hamlin, ad Indianapolis (grazie all’incidente di Denny con Briscoe) sorpassato.

Larson, dunque, si presenta a Daytona con soli 28 punti di margine su Hamlin in classifica generale; al vincitore della regular season andranno 15 playoff point di bonus e al secondo 10 e questi due piloti non sono più raggiungibili dal terzo in classifica, dunque è una questione fra di loro. Il possibile swing di 10 playoff point in favore dell’uno o dell’altro potrebbe essere decisivo nei playoff, qualora vincesse Larson allora il pilota della #5 andrebbe in fuga verso Phoenix, altrimenti Denny potrebbe ricompattare la graduatoria in favore suo e dei suoi compagni di squadra.

Daytona permette poco controllo della situazione, tuttavia a Larson per vincere la regular season basta conquistare 32 punti, equivalenti ad un quinto posto sul traguardo ma, come sempre, le stage potrebbero influire nella lotta così come eventuali, ma pressoché certi, incidenti nel corso delle 400 miglia.

Nascar piloti qualificati playoff 2021 pre Daytona

In lotta per gli altri playoff point (andranno ai primi 10 della classifica generale e ripartiti secondo lo schema 15-10-8-7-6-5-4-3-2-1) c’è ancora una dozzina di piloti e molto potrebbe ancora cambiare in vista del reset del punteggio. Descrivere tutti i possibili scenari è impossibile visto che un pilota potrebbe guadagnare due posizioni in classifica a Daytona e allo stesso tempo anche perderle, dunque vista la situazione fluida è meglio aspettare i risultati finali.

Oltre ai citati Truex e Larson, altri 11 piloti hanno conquistato almeno un successo. Alex Bowman, Kyle Busch, Chase Elliott e Ryan Blaney sono gli unici ad aver ottenuto più di una vittoria, William Byron, Joey Logano, Brad Keselowski, Kurt Busch, Christopher Bell e le sorprese Michael McDowell (alla Daytona 500) e Aric Almirola hanno festeggiato solo una volta.

Solo due piloti fra i già qualificati non hanno ottenuto vittorie e sono il già nominato Denny Hamlin e Kevin Harvick. Una tale frase anche solo sei mesi fa sarebbe stata impensabile, e invece i due piloti che nel 2020 hanno vinto 16 gare su 36 ad oggi sono ancora a secco. Il loro posto ai playoff raramente è stato in discussione (solo la vittoria di Almirola li ha fatti tremare) e fra Indianapolis e Michigan entrambi hanno avuto la certezza matematica della qualificazione.

Il posto ancora disponibile

Per l’ultimo posto utile per i playoff i favoriti sono i due piloti del Richard Childress, infatti essi sono gli unici che possono qualificarsi solo in base ai punti ottenuti senza dover ricorrere ad una vittoria. Dopo una gara in Michigan complicata per entrambi (incidente per la #3, foratura per la #8), Tyler Reddick arriva in Florida con 25 punti di vantaggio sul compagno di squadra Austin Dillon.

Nascar playoff 2021 lotta 16° posto Daytona

Fino ad un mese fa la qualificazione di entrambi sembrava al sicuro, poi invece le vittorie (e la rimonta in classifica iniziata da tempo) di Kurt Busch e soprattutto di Aric Almirola hanno ristretto la lotta per il 16° biglietto ad una lotta fratricida in famiglia in cui si teme che la sorte avrà una componente maggiore rispetto alle abilità in pista a Daytona.

Reddick sicuramente parte da una situazione vantaggiosa, ma conta ben poco, infatti dovrà evitare sia che vinca un pilota ancora a secco in questa stagione (a meno che questo sia Hamlin, Harvick o lui in persona) e gestire il vantaggio su Dillon che a Daytona storicamente è andato meglio, vincendo addirittura una Daytona 500.

Nel caso non ci siano vincitori a sorpresa, a Tyler basterebbe conquistare 31 punti (equivalenti ad un sesto posto a meno di contributi dalle stage) per avere la matematica certezza, tuttavia controllare una corsa come Daytona è impossibile. Finire in un big one è questione di attimi, quindi la speranza in vista di sabato notte è che entrambi i piloti siano in grado di controllare il loro destino fino alla bandiera a scacchi.

I piloti obbligati a vincere

Nel corso dell’estate si è scavato un solco fra i top team ed il resto del gruppo, al punto che Austin Dillon ha un margine irrecuperabile su tutti i piloti dal 18° posto in giù in classifica, fatto che rende loro obbligatorio vincere all’ultima chance a Daytona per qualificarsi per i playoff.

Nascar playoff 2021 obbligati vincere Daytona

La questione riguarda esattamente 13 piloti in quanto l’ulteriore vincolo da rispettare per i qualificati, ovvero di essere nella top30 in qualifica, è già matematicamente verificato, Josh Bilicki – 31° in classifica – infatti è troppo distante da Anthony Alfredo e non potrà scavalcarlo.

Da Matt DiBenedetto in giù, in 13 ed il posto in victory lane è solo uno, la lotta sarà molto intensa ed aggressiva, infatti nella lista ci sono diversi specialisti e amanti degli superspeedway. DiBenedetto, Buescher, Stenhouse, Chastain, Wallace e Jones potranno dire sicuramente la loro, Suárez sarà sicuramente nella lotta così come successo a Talladega, Newman, Briscoe e Custer potranno contare sulla forza delle Ford, infine Preece, LaJoie e Alfredo cercheranno la chance della vita.

La Xfinity Series

La Xfinity Series è ancora a quattro gare dal termine della sua regular season che terminerà il prossimo 17 settembre a Bristol. Ad oggi i piloti matematicamente qualificati per i playoff sono cinque e sono quelli che hanno ottenuto finora almeno un successo. Quelli che hanno staccato il biglietto sono nell’ordine il campione in carica Austin Cindric, AJ Allmendinger, Justin Allgaier, Jeb Burton e Myatt Snider.

Nascar Xfinity 2021 pre Daytona

Per altri quattro piloti il posto è praticamente certo, però per la matematica bisognerà aspettare ancora qualche weekend, dunque nel frattempo Daniel Hemric, Harrison Burton, Justin Haley e Noah Gragson andranno a caccia di playoff point fra Daytona, Darlington, Richmond e appunto Bristol e della vittoria che fino a questo momento gli è sfuggita malgrado abbiamo dimostrato spesso di raggiungere.

Per gli ultimi tre posti, a meno di ulteriori sorprese, bisognerà aspettare fino alle ultimissime gare: Brandon Jones è rimasto invischiato nella lotta a causa dei troppi ritiri e dunque ora deve guardarsi dalle rimonte di un consistente Jeremy Clements e di Riley Herbst.

Capitolo a parte è quello di Michael Annett, il quale a causa di una frattura da stress alla gamba è stato operato ed ha saltato due gare prima della pausa estiva. Convinto di tornare in forma dopo il break olimpico, ha disputato una buona gara al Watkins Glen, poi ha dovuto alzare di nuovo bandiera bianca per Indianapolis e Michigan. Le ben quattro gare saltate gli hanno fatto perdere un posto nella top12 a vantaggio di Herbst. Al momento è nella entry list per Daytona, dunque, se dovesse esserci effettivamente, allora a partire da venerdì notte Michael dovrà trovare le forze per recuperare i 41 punti che al momento lo separano dalla qualificazione.

La Truck Series

I pick up non saranno in pista questo weekend a Daytona, tuttavia i loro playoff sono iniziati lo scorso fine settimana a Gateway. Ad ottenere la vittoria ed un biglietto per il secondo round, al termine di una gara caotica, è stato Sheldon Creed. Per sei dei 10 piloti qualificatisi per i playoff è stata una serata difficile che li ha visti perdere molti punti fra incidenti e problemi meccanici.

Nascar Truck classifica playoff 01 Creed Gateway

La vittoria di Creed è stata cruciale anche per il modo in cui è arrivata, infatti il dominio sull’ovale piatto dell’Illinois gli ha permesso di portare a casa sette playoff point, il massimo ottenibile. Questo dato gli permetterà di iniziare il secondo round con (almeno) 18 punti bonus rispetto agli 11 della settimana scorsa, fatto che – in caso di eventuale qualificazione del diretto rivale – gli ha permesso ad oggi di recuperare la posizione su Todd Gilliland.

Pur avendo perso numerosi giri, il favorito John Hunter Nemechek ha sfruttato i ko altrui per avere un altro jolly a disposizione nelle prossime due gare, infatti ha ancora 55 punti di margine sul taglio; messo molto bene pure Ben Rhodes a +52. A metà strada, invece, Matt Crafton (+33) e Stewart Friesen (+31), i quali dovranno dormire con un occhio aperto su due piste ad alto rischio come Darlington e Bristol.

In lotta serrata per non essere i due eliminati del primo round Carson Hocevar (+13) , Todd Gilliland (+10) e soprattutto i due Smith, con Zane a -10 e Chandler a -18 dopo i problemi meccanici che hanno sofferto entrambi nelle prime fasi di gara. Tutto è ancora aperto, anche se già Darlington potrebbe mettere all’angolo qualcuno.

Il programma del weekend a Daytona

Notte fra venerdì e sabato:

1:30 Gara Xfinity Series

Notte fra sabato e domenica:

1:00 Gara Cup Series


Immagine: media.nascar.com

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM

NEWSLETTER

P300 MAGAZINE

PARTNERS

GRUPPI AMICI

ULTIMI ARTICOLI

COMMENTA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ALTRI DALL'AUTORE

CANALI TEMATICI SU TELEGRAM