NASCAR | Kyle Larson licenziato dal Chip Ganassi Racing

SEGUICI

Telegram | Canale News

Telegram | Discussione

Google News

Twitter

Instagram

In poco più di 36 ore la questione Kyle Larson si è risolta con l’ unico esito che nelle ultime ore appariva come possibile, ovvero il licenziamento.

Nel pomeriggio di ieri, dopo che il caso era diventato di pubblico dominio e la sospensione del pilota californiano dal team e dalla Nascar, in serata sono arrivate infatti le decisioni da parte degli sponsor principali del team di Chip Ganassi e non solo. Infatti Credit One Bank, McDonald’s e Clover hanno annunciato l’intenzione di non essere più associati a Larson pur decidendo di rimanere come sponsor del Chip Ganassi Racing e della vettura #42. Solo Advent Health non si era sbilanciata al riguardo, ma comunque aveva dichiarato di appoggiare le iniziative prese dal team. Anche la Chevrolet ha in un primo momento sospeso e poi oggi terminato il rapporto che lo legava a Larson e questa decisione andrà ad influire sul futuro del team che Kyle aveva fondato pochi mesi fa nelle Sprint Car e con cui tre mesi fa aveva vinto il Chili Bowl.

A questo punto Ganassi si è trovato in pratica con le spalle al muro, con gli sponsor disposti a rimanere esclusivamente senza più Larson al volante e dunque alle ore 17:00 italiane di oggi è arrivato il comunicato ufficiale:

“Dopo molte considerazioni, il Chip Ganassi Racing ha deciso di terminare il rapporto di lavoro con il pilota Kyle Larson. Come detto in precedenza, le parole dette da Kyle sono state sia offensive sia inaccettabili, facendo riferimento specialmente ai valori della nostra squadra. Mentre continuiamo a valutare la situazione con tutte le parti in causa, era diventato evidente che questa era l’unica maniera appropriata di agire.”

Kyle Larson lascia dunque il Chip Ganassi Racing dopo 219 gare (sulle 223 in carriera) in Cup Series nelle quali ha ottenuto sei vittorie, otto pole position, 101 top10 e come migliore piazzamento in campionato il sesto posto del 2019; a questi risultati si aggiungono il successo nella All-Star Race dello scorso anno, nove vittorie in Xfinity Series ed il trionfo alla 24 ore di Daytona nel 2015.

Per quanto sia ancora prematuro in quanto alla ripresa del campionato mancano almeno tre settimane (la ripartenza a Martinsville nel weekend del 10 maggio appare sempre più in dubbio), è necessario pensare al nome del possibile sostituto di Larson. L’unico nome sul tavolo al momento pare essere quello di Ross Chastain, sotto contratto con Ganassi fin dallo scorso anno e poi concesso in prestito prima al Niece Motorsports nel 2019 e poi questa stagione al Kaulig Racing dopo che nell’inverno 2018-19 lo sponsor DC Solar, il quale avrebbe dovuto essere presente sulla vettura #42 di Ross in Xfinity Series, fu oggetto di indagini dell’FBI per truffa e poi finito in tribunale anche per bancarotta.

Immagine: Associated Press per wgauradio.com


Da maggio P300.it non pubblicherà più su Facebook. Per restare aggiornato, segui il canale TelegramTwitter o Google News

MONOPOSTO by SAURO

ULTIMI ARTICOLI

CONDIVIDI

NASCAR | Kyle Larson licenziato dal Chip Ganassi Racing 1
Gabriele Dri
Nato a Udine 27 anni fa, sono un ingegnere civile appassionato di strade. Cresciuto con la F1, sono appassionato di ogni forma di motorsport, senza esclusioni. Maniaco della Nascar dal 2014, nel settembre del 2016 sono sbarcato su Twitter per raccontarla giorno per giorno. Sono un amante delle statistiche sportive e la prova che anche nei momenti più difficili può nascere qualcosa di buono.

ALTRI DALL'AUTORE